Posso porvi una domanda riguardo alla vostra taglia?

Su di uno dei principali programmi televisivi, pochi min fa hanno affrontato il tema della "MODELLA GRISSINO" ovvero della magrezza che nonostante continue proteste, persiste nell'ambito della moda, ma soprattutto in Italia e nel Mondo!

vorrei chiedere a voi donne, ragazze, che taglia portate? e se vi sentite a vostro agio e nel benessere più totale..

io porto una 48 e difficilmente riesco a trovare capi adatti a me o comunque disponibili..

non mi vergogno a dirlo, e nemmeno a scriverlo..

vorrei capire in questa piccola parte di social network cosa si pensa di questo aspetto.

Buona Domenica a tutti!

33 risposte

Classificazione
  • .
    Lv 7
    9 anni fa
    Migliore risposta

    Indosso una 44.

    Il benessere più totale me lo conquisto ogni giorno, controllando l' alimentazione, dato che sono golosa...

    Tutto sommato sto bene così anche se non abbasso mai la guardia...

  • 9 anni fa

    Io porto una 46-48, trovo bellissimi vestiti e mi sento quasi sempre a mio agio.

    Poi è chiaro che ci sono dei giorni no, in cui mi sento bruttissima, anche perché dove lavoro sono circondata da donne bellissime e magrissime: in quel caso vado in bagno, mi metto un bel rossetto e sorrido. E torno ad essere una principessa!

  • 9 anni fa

    42

    Sto dimagrendo comunque o almeno mi sto rimettendo in forma.

    E non mi sento agio con il mio corpo.

    Ok, inutile dire che i jeans mi stanno da schifo, ma devo riconoscere che non ho un fisico da buttare.

    Sarà perchè per parecchi anni c'ho avuto una modella ( nel senso di fisico, di faccia no, neanche di professione) come amica che ripeteva che era grassa.

    Stupida modestia o meglio finta auto commiserazione per farsi dire quanto è bella.

  • Non credo di avere nessuna taglia sulla testa... ;)

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    Allora, io ho la 46 - 48 - anche di più. 13 kg fa avevo la 44-46 ma non mi piacevo lo stesso.

    Il mio problema è che sono fatta "grossa"; nel senso che sono grossa di mio per costituzione, per ossatura, per altezza. Faccio fatica a trovare le cose perché ho i fianchi larghi e gambe robuste e quelli non me li posso tagliare e molte volte le cose mi stanno corte, soprattutto le maniche dei vestiti.

    Sta di fatto che sti cinesi del cazzò stanno importando taglie di merdà. Perché io in una loro 48 non ci entro manco a morire. Mentre se vado nei negozi italiani, non mercati, nella 48 ci sto larga, a volte. Le taglie non corrispondono più.

    Io mi sento a disagio. Anche perché la gente non manca di farmi notare la mia "grossezza". E' diventato un mio chiodo fisso perché guardare le altre mi butta giù come niente.

    Ma mi sento a disagio perché non mi piaccio io, non perché condanno la 48 come taglia.

  • Anonimo
    9 anni fa

    La taglia, così come il peso (della bilancia) è la strada più idiota per classificare il proprio stato fisico!

    Cioè se io mi compro un jeans Levi's per esempio (che sono americani) nella 32 sto quasi largo!

    Se mi compro un Diesel (italiano) devo prendere la 33 e mi sta precisa!

    La taglia non è assolutamente indice di grassezza o altro!

    Così come il peso.

    Lo specchio è la fonte più veritiera!!!

  • 9 anni fa

    non capisco niente di taglie. l'altro giorno ho comprato una gonna, era taglia 42 e mi stava giusta e morbida. riesco ancora a indossare vestiti di quando avevo 16 anni di taglia 40. eppure se dichiarassi il mio peso, commenterebbero quasi tutti che sono grassa. quindi dichiaro la mia completa incapacità di capire qualcosa riguardo alla taglia.

    lasciando perdere le taglie, mi è venuta un po' di pancetta e vorrei perdere un paio di chili, perché vedo qua e là del grasso superfluo. ma per il resto mi sento piuttosto a mio agio, mi sentirei bene anche più magra, ma mi sento bene anche così.

  • Anonimo
    9 anni fa

    tu sei una gnoccona altissima e mi fai sentire una pulce se ti sto vicino(maledetta <3 <3 <3)

    io ho una tg 40 amore mio.e come hai detto ci sono i pro e i contro.

    i contro stanno nel fatto che spesso non la trovo la mia taglia.poi ora come ora che è ritornata la moda dei jeans stretti non ho alcun problema,ma quando si usavano i pantaloni larghi non pochi.infatti essendo piccina,dovevo sempre farli accorciare(come se al mondo esistessero solo giganti).

    comunque sia io vado a comprare roba nei negozietti economici per studenti.i più frequentati qui dove vivo e quindi chi prima arriva più trova.dato che odio lo shopping mi accontento spesso degli scarti!

    bacio

  • 9 anni fa

    Ho appena inviato quasi la tua stessa domanda, anche io mi sono basata al programma della Durso comunque io porto una 42/44 e sto bene! hai visto che ci sono delle modelle che per poter entrare in una 40 o peggio 38 assumono dei lassativi? addirittura diventano anoressiche. e quel Moschillo continua a dire 'la 38 non è essere magre' ma stiamo scherzando? c'è chi muoree!! muore per poter sfilare su quelle passerelle e nessuno se ne frega!

  • 9 anni fa

    Porto la taglia quarantadue, eccezionalmente la quaranta (dipende dal modello di pantaloni che indosso). Non ho un'idea di me precisa e costante: ci sono giorni in cui vorrei poter essere magrissima e semi-trasparante, così sottile ed esile da conformarmi alle pareti; altri in cui penso che, forse, non sono poi così male, almeno fisicamente. Non mi piaccio, in realtà; e non perché sia oggettivamente brutta da risultare così... sgradevole. Mi ritengo passabile, dovendo seguire canoni rigidi e obiettivi. Credo che il mio sia un disagio psicologico che si converte in disagio fisico. Percepisco la mia figura corporea distante e lontana dall'idea che ho di me come entità.

    No, non sono soddisfatta di me. Qualche volta invece lo sono (parzialmente), benché possa sembrare una contraddizione. Mi sveglio al mattino e penso: "Poteva andarti peggio. Indossa quei jeans e stai zitta, una buona volta." Non che sprizzi gioia da tutti i pori, ma almeno riesco a convivere con la mia immagine.

    Il più delle volte mi detesto, vorrei potermi dare fuoco ed incendiare la casa, i libri e questo stupido pc.

  • Ora porto una 44 un po' larghina e la 42 mi sta ma mi fa uscire la ciccetta sui fianchi. Sono di 3 kili in sovrappeso quindi non eccessivamente ma son sempre stata 7 kili in meno di ora. Devo essere sincera non mi ci vedo bene. Ma ora ti dico: sono alta 1.55 (quindi bassina) e pesavo sempre intorno ai 49/50 quindi portavo la 42 terza di seno e il **** rotondetto ma proporzionato. ora che peso 57 le cosce si sono ingrossate e anche un po' il **** e la pancia e siccome son bassa si vede un casino, sembra che mi abbiano schiacciata. di conseguenza sto tornando ai miei 50 kili. Quando pesavo meno mi vedevo grossa, perché le altre avevano il **** ce non sporgeva un po' in fuori, ma ora mi rendo conto che stavo bene anzi meglio di loro senza forme. Ora se arrivo anche a 51 son felicissima, mi sentirei in pace con me stessa intanto faccio attività fisica e mangio giusto un po' di meno. Mia sorella porta una 48 (anche prima che partorisse) per lei è sempre stata una crociata ma adesso, quando smetterà di allattare si metterà un po' a dieta. a lei andrebbe bene portare una 44 e pesare sui 60 kili (è alta 1.60) mi auguro che ce la possa fare, per ora si gode il cucciolo.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.