fumogeni fatti in casa?

scusate ma per i fumogeni si puo usare anche il bicarbonato di sodio.

1 risposta

Classificazione
  • Migliore risposta

    Premessa.....

    1) Non prende fuoco durante la preparazione neanche se dimenticato sul fuoco.

    2) Non fa fumo durante la preparazione (quindi potete farlo tranquillamente nella cucina di casa.

    3) La fiamma è limitata, quindi non particolarmente incendiario.

    4) Rimane caldo + a lungo prima di solidificarsi, quindi facilmente malleabile.

    5) Non rovina il materiale in cui viene preparato; pentole cucchiai ecc…(infatti basta mettere tutto a mollo in acqua e tutto viene via in 10 min.

    6) La reazione è più lenta quindi il fumogeno dura molto di più.

    7) Con il sistema di innesco che facilita l’accensione, può essere lanciato senza che questi si spenga.

    8) Si conserva anche se non è sigillato.

    9) Un fumogeno già costruito può sempre essere smontato, riscaldato e rimodellato.

    CONTENITORI

    Materiali: cartoncino dim. A4, giornale, carta adesiva, un pennarello grosso (non quanto un uniposca) o un tubo.

    Costruzione: Tagliare a metà dalla parte più piccola il cartoncino, ricavando così due strisce di cartoncino. Prendiamo una striscia e arrotoliamola sul pennarello in modo da ricavarne un cilindro. Con la carta adesiva fermiamo adesso le due estremità del cilindro in modo che non si srotoli. Sfiliamo il pennarello. Con il giornale facciamo delle palline di carta, e inseriamole in una delle due estremità.

    Adesso blocchiamo la pallina con un po’ di nastro.

    Passiamo adesso alla preparazione della pasta per il fumogeno.

    IMPASTO PER FUMOGENI

    Materiali:

    Zucchero, nitrato di potassio (salnitro), miele (il più economico che trovate) , 3 contenitori per rullino di macchina fotografica,

    pentolino, cucchiaio.

    N.B.: il nitrato di potassio lo trovate in un qualsiasi consorzio agrario in pratici sacchi da 25 o 50 kg.

    altrimenti anche in farmacia in sacchetti da 1 kg ma costa molto di più.

    Procedimento:

    riempiamo 2 dei porta rullino con il salnitro.

    Il terzo lo riempiremo con lo zucchero.

    Quindi per una parte di zucchero due di salnitro.

    Prendiamo adesso un cucchiaio di miele e mettiamolo nel nostro pentolino (anche una pentola o una padella vanno benissimo).

    Aggiungiamo lo zucchero…..

    e passiamo ai fornelli. Accendiamo il fornello e regoliamo la fiamma al minimo.

    Fatto sciogliere il miele insieme allo zucchero, quando tutto si presenta liquido, aggiungiamo poco per volta il salnitro, e giriamo tutto con il cucchiaio.

    Dopo aver aggiunto anche il secondo quantitativo di salnitro, continuiamo a girare, e spegniamo se necessario il fornello per non far bruciare l’impasto (fare attenzione che l’impasto non fuoriesca dal pentolino durante la preparazione…. a contatto con la fiamma viva si innesca). Prendiamo uno dei nostri contenitori e coliamo con il cucchiaio l’impasto dentro il contenitore.

    Riempiamo il contenitore lasciando circa un centimetro vuoto nella parte superiore, che ci servirà per inserire l’innesco.

    INNESCO

    Materiali: forbici, giornale, cucchiaio.

    Procedimento: tagliamo delle strisce di giornale larghe circa 3 cm e spalmiamoci su l’impasto per fumogeno ancora caldo con il cucchiaio.

    Procediamo arrotolando poi la striscia di giornale su se stessa, ricavandone una spirale cilindrica dal diametro di circa 1.5 cm .

    Separiamola dal resto della striscia e tagliamola in 3 parti, ricavando dei cilindretti di circa 1 cm d’altezza. (gli inneschi).

    Inseriamo gli inneschi nella parte lasciata libera del contenitore del fumogeno.

    Il fumogeno va innescato con una fiamma e va lanciato immediatamente.

    Circa i petardi, ti consiglio di accantonare l'idea in quanto è un'attività non solo illegale ma addirittura pericolosissima.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.