promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeAgricoltura · 10 anni fa

Lavorazione di un terreno di 300 mq scarsi per impiantare un piccolo frutteto?

Questo novembre vorrei impiantare circa 30 piante da frutto su un piccolo appezzamento di terra di 12 x 22 m. Che lavorazione mi conviene fare, tenendo conto che il terreno è piuttosto sciolto ed è tenuto a prato almeno da 50 anni? In particolare, è meglio fare una vangatura manuale a circa 25-30 cm di profondità o chiamare un agricoltore che faccia un'aratura più profonda con un trattore?

Aggiornamento:

Per superfici così piccole penso che l'analisi del suolo sia solo buttare via soldi.

In ogni caso per terreno piuttosto sciolto intendo "facilmente lavorabile con attrezzi".

7 risposte

Classificazione
  • P
    Lv 6
    10 anni fa
    Risposta preferita

    Secondo me ci vuole una bella motozappa che va in grande profondità, poi si cosparge il terreno con tanto letame ed infine ci ari con il vomero.

    Fatti consigliare dagli agricoltori della zona

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    inizia a concimarlo...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    io inizierei con una analisi del suolo per conoscerne le caratteristiche fisico chimiche (sciolto dice qualcosa ma non molto). considerata la permanenza lunga del prato suppongo che la sostanza organica possa essere sufficiente e quindi vedrei inutile una lavorazione profonda per incorporare il letame che invece riserverei alla buca d'impianto. piuttosto effettua una rimpuntatura, per rendere omogeneo il drenaggio. su terreno sciolto la fertilizzazione sarebbe opportuno fornirla con l'acqua di irrigazione, in modo da evitare perdite da dilavamento. l'ideale sarebbe un piccolo impianto di irrigazione a sorsi. l'aratura (o vangatura...in questo caso si equivalgono, quindi decidi in base al costo) la effettuerei solo in superficie a non più di 20 cm.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Angie
    Lv 6
    10 anni fa

    per fare le cose bene meglio effettuare un' analisi del terreno (per capire se ci sono carenze,per capire se il terreno è compatibile con le piante che vuoi coltivare e per gestire la concimazione). se lo trovi carente in sostanza organica meglio effettuare un aratura profonda (con sovescio del cotico erboso) altrimenti meglio effettuare un' aratura superficiale ( a mano o a macchina come preferisci). se decidi di usare un aratro meccanico assicurati di effettuare anche la ripuntatura per evitare la formazione della suola di lavorazione (strato di terreno compatto causato da lavorazioni sempre alla stessa profondità). se il terreno è ricco in nutrienti provvedi all'impianto senza troppe precauzioni. se lo trovi povero meglio effettuare una concimazione d'impianto (il concime viene messo nella buca dove vai a sistemare le piante). comunque magari ti conviene chiedere un parere ad un agronomo o un perito agrario del posto per farti dare maggiori consigli in merito.

    Fonte/i: perito agrario
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    10 anni fa

    araloooo

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    Ciao dovresti distribuire del letame maturo sulla superficie e poi lo vanghi opure ari non cambia nulla.

    Quando hai livellato la superficie metti gli astoni e se vuoi installi anche un impianto di irrigazione a goccia.

    Ricordati di adottare anche un piano di difesa, che può essere biologico oppure integrato.

    ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    e no conviene ararlo e concimarlo bene nel frattempo

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.