ciao ha chiesto in Matematica e scienzeFisica · 1 decennio fa

perchè per la temperatura si parla di "scale di temperatura"?

ciao a tutti, perchè questa grandezza necessita di una SCALA si riferimento?che cosa si vuol intendere?

uno zero assoluto di riferimento (seppur ipotetico) esiste come per molte grandezze,

inoltre tutte le grandezze hanno un riferimento a cui le si relaziona per la misura.

chiedo scusa se la domanda potrà apparire a molti banale, ringrazio cmq chi vorrà rispondere (alla domanda)

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Esistono varie scale di riferimento. Volendo ne potresti inventare anche una tu. Le più conosciute sono la scala Kelvin, La Celsius e la Faraday. gli intervalli di temperatura Kelvin e Celsius coincidono ovvero una variazione di 1°C è pari alla variazione di 1K.

    Come venga stilata una scala invece è un discorso un po' + complesso, cercherò di spiegartelo in modo chiaro e sintetico per quanto riguarda la scala Kelvin ke è assoluta:

    Lo zero assoluto è preso come 0k perchè è la temperatura + bassa raggiungibile in natura e corrisponde all'assenza di energia cinetica delle molecole (uno stato che però non è mai raggiungibile per via del 2 e 3 principio della termodinamica).

    Ora al fine di definire una SCALA TERMOMETRICA è necessario fissare un punto fisso a cui viene attribuito un valore fisso di temperatura e nauralmente tale punto deve essere definibile con precisione e riproducibile ai fini della taratura dello strumento. Per la scala Kelvin tale punto è il punto triplo dell'acqua che si trova in corrispondenza della temperatura fissata di 273.16K, di consguenza l'unità di misura Kelvin iene definita come 1/273.16 dell'intervallo tra lo zero assoluto e la temperatura termodinamica del punto triplo dell'acqua (e questo fa si anche che gli intervalli Kelvin e Celsius coincidano)

    Fonte/i: studente di fisica
  • Mars79
    Lv 7
    1 decennio fa

    Per lo stesso motivo per cui esistono le misure di lunghezza con i multipli ed i sottomultipli, non credi?

    Non capisco cosa tu intenda QUANDO PARLI DELLO ZERO ASSOLUTO (temperatura, tra l'altro mai raggiunta).

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Sulla scala Kelvin lo zero assoluto rappresenta quel limite che oltrepassandolo dovrebbe sparire la materia solo che nella fisica è impossibile allora gli scienziati non sono ancora andati sotto di 273°...anche nella legge di Gay-Lussac[(Formula V=V(iniziale)*[1+(1/273C-1)*T])pressione(P)=costante] se facciamo il grafico dove sull'asse delle x mettiamo la temperatura(T) e sull'asse delle y il volume(V) vediamo che forma una retta ma non passante per il punto 0....se la tracciamo fino all'asse dello 0° vediamo che manca quel 273......lo abbiamo appena trattato a scuola.....spero di esserti stato d'aiuto....ho solo 16 anni non ti garantisco che è tutto 100% vero mi dispiace.....

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.