1DIVOIVII ha chiesto in Scienze socialiStudi di genere · 1 decennio fa

In Italia, una donna pakistana è stata uccisa a forza di colpi di pietra, dal marito e dal figlio, perché?

difendeva la figlia che veniva presa a colpi con un bastone di ferro per rifiutarsi di sposare un uomo con cui si era accordato il padre.

Vorrei soffermarmi e farvi riflettere su un fatto importante secondo me: il marito e il figlio, si sono comportati così, perché secondo la loro testa, a causa della religione ma sopratutto a causa dell'istruzione che hanno ricevuto, loro si sentivano autorizzati se non dire "in dovere" di farlo, non vorrei perdere tempo spiegando quanto tutto questo orrore sia sbagliato, ma vorrei porvi la domanda:

E' ora che questo falso buonismo della "Totale" comprensione delle diverse culture sia abbattuto? E cosa si potrebbe fare per dare un segnale forte a segnale che questo cambi?

(Perché credo che la giustizia italiana non sia capace di farla pagare agli assassini come esempio di ciò che si deve e ciò che non si deve fare).

9 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    la penso esattamente come te, sì è ora che qusta comprensione del piffero venga abbattuta, ognuno è libero di esprimere la propria cultura MA nei limiti delle leggi in vigore nel paese in cui si trova! Quelli lì sono degli arretrati, di una cultura troppo diversa dalla nostra! Bisognerebbe fare delle manifestazioni o raba simile.. pensa che l'anno scorso nella mia città dei musulmani hanno dato fuoco all'albero di Natale in piazza xk si sentivano discriminati!!!!!!!! Poveriniiiiiiii!!!!!!!!!!!! Ma non l'hanno capito che sono in uno stato civile?? E SE NN L'HANNO CAPITO CHE SE NE TORNINO DA DOVE SONO VENUTI!!!!!!!!!!!!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Gente del genere non capisco cosa ci faccia qui.Cosa ci portano?RIcchezza?No Cultura?No

    Non capisco nemmeno il dogma dell'integrazione,ma noi che bisogno abbiamo di integrare persone del genere,che non fanno altro che trascinarci verso il fondo?

    Chiusura delle frontiere immediata ed espulsione di ogni immigrato che commette un reato,que4sto ci vorrebbe.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    quoto la prima frase di Jade,ma non il resto.

    per questi cretini che hanno zero rispetto per la vita,con le loro pseudo culture maschiliste,"integrazione" vuol dire "fare cio che gli pare" e per noi "integrarli" vuol dire dirgli "bravi".

  • 1 decennio fa

    Ma guarda io penso che nella maggior parte dei casi questi delitti possono essere fermati ma siccome lo Stato non esiste ma fa finta di esistere succedono cose cosi. Per quanto riguarda la cultura se voi Italiani foste cosi onesti e bravi non esisterebbe la legge sullo stalking non pensi??

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Ho appena postato una domanda ispirata proprio a questo argomento.

    Essendo queste delle bestie che hanno uccisa uno o forse due esseri umani, non starei a fare tante seghè moralistiche e buoniste.

    Se un cane con la rabbia morde un essere umano arriva il veterinario e lo sopprime....bene io farei esattamente la stessa cosa con queste due bestie del caso specifico....e lo farei a prescindere dalla razza e dalla cultura.

    Via...una bella passata di lanciafiamme e la società sta meglio senza due animali selvatici come quelli tra i cogljonì........

  • 1 decennio fa

    secondo me in questo caso la "cultura" non c'entra niente. qui ci sono persone che si trincerano dietro la religione per delinquere, sapendo benissimo che ciò che fanno è sbagliato (altrimenti TUTTI i musulmeni si comporterebbero così, ti pare?).

    perciò la questione non è smettere il dialogo fra le culture, ma discriminare i criminali e i violenti. la distinzione non deve essere fra cristiani e musulmani, bianchi neri rossi o blu, ma solo fra le persone oneste e i criminali. con le prime è giusto e doveroso dialogare, accogliere, aiutare, integrare. con i secondi bisogna essere spietati. nessuna religione, nessuna cultura può giustificare il crimine. prima di appartenere a una data cultura o religione siamo esseri umani, e come tali dobbiamo comportarci.

  • ?
    Lv 5
    1 decennio fa

    è una domanda tosta. purtroppo non è che puoi prendere, andare in tutti i paesi musulmani con l'esercito, ribaltare i governi e impiantare una democrazia laica. (puoi al massimo andarci, fare un po' di guerra e tenerti le risorse. ovviamente se sei americano). scherzi a parte, purtroppo per quanto riguarda questi episodi se accadono in Italia dovrebbero essere giudicati e puniti in base alle nostre leggi senza alcun tipo di attenuante (cosa che nel loro paese avrebbero, anzi, magari anche una pacca sulla spalla). in teoria si potrebbe cercare di mettere dei limiti all'immigrazione, del tipo: se vieni in Italia poi ti devi comportare secondo certe norme (che poi sarebbero: non puoi obbligare tua figlia a sposare uno se non vuole e non puoi ammazzare tua moglie se la difende) però non è così semplice... Segnali forti... tipo processioni, manifestazioni ecc? Gl'importa assai...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    l'italia non deve giustificare tali orrori.non si deve abbassare il capo,ma cercare di integrare le altre culture.

    con integrare intendo dire rispetto per il pensiero altrui,ma che sia un pensiero basato su una morale egalitaria tra persone.che siano uomini,donne,bambini e anziani.se a persone con credo o modalità di pensiero poco coerenti con la nostra cultura portante..bè,che se ne ritornino da dove sono venuti.

    sono per l'uguaglianza,il rispetto e tesserata a sinistra europea.ma quando ci vuole ci vuole ca220

  • Anonimo
    1 decennio fa

    la giustizia italiana non può dare un esempio forte e condannare a morte questi 2 uomini, deve giudicare secondo quello che prevede la legge, ovviamente dico condannare a morte come esempio.

    Tutto sommato questi sono casi che capitano di rado, se analizzi tutti gli omicidi che avvengono tra le mura domestiche e gli stupri e gli abusi noterai che gli omicidi a sfondo religioso o quello che è, si possono contare sulle dita di una mano.

    Quello che è successo non deve farti pensare che tutte le pakistane vivano questo orrore, in Inghilterra per esempio, la comunità paky è altissima, le ragazze hanno una vita normalissima, poi sarà capitato un caso analogo a quello che dici ma ripeto è solo un caso.

    Non farti influenzare dai giornali e dalle televisioni e da presentatrici che fanno demagogia per accaparrarsi il compiacimento dei telespettatori, è facile fare della denuncia così, è ovvio che te come donna ti senti chiamata in causa ma quello che è successo è solo un brutto episodio e nulla più. dall'altra parte del mondo allora potrebbero pensare che i bianchi cristiani rinchiudono le loro figlie in cantina e le violentano per tutta la vita mettendole incinta, visto che ne salta fuori una ogni 6 mesi di storia simile.....non credi?

    ciao, ho detto donna ma forse sei un ragazzo, non importa.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.