HIV, perché perdere tempo a trovare una cura, invece di fermarla totalmente per le generazioni successive?

Salve a tutti come da titolo mi chiedo perché tutti questi studi spesi nel campo scientifico per trovare una cura quando più semplicemente si potrebbe tatuare poco più in alto della altezza del pene o della vagina un simbolo per indicare chi ne è affetto?

Dopo non sarebbe nemmeno invadente perché nessuno lo noterebbe meno che il povero sfortunato.

Non penso sia sbagliato da un punto di vista etico perché lo sarebbe ancora meno se colui che ne è affetto si comporta in modo irresponsabile.

Aggiornamento:

Vorrei aggiungere nella speranza che nessuno abbia ancora commentato che la ricerca di una cura che questa mia idea potrebbe andare di pari passo insieme.

Aggiornamento 2:

Napoleoneterzo certo si dovrebbe mettere un test obbligatorio annuale per tutti.

Comunque su come, in quanto tempo, chi, con quale precedenza diciamo che sono delle varianti che si dovrebbero ben studiare e difficilmente posso approfondire adesso.

Jing Bene però già sapendolo potete essere più cauti.

Maggiore prevenzione per i medici, no?

Aggiornamento 3:

Flipper domandare è lecito rispondere è cortesia.

Dopo figurati non lo vedrebbe nemmeno chi è stato tatuato perché sarebbe sotto la peluria quindi non sarebbe cosi invadente.

Ad ogni modo tu ti poni il problema di aiutare chi ne è affetto anche io ho detto che la ricerca nel campo medico dovrebbe essere condotta a pari passo con la mia idea, quindi prima di puntarmi il dito contro leggi cosa ho scritto.

Dopo ricordati prevenire è meglio di curare, quindi visto che nel campo scientifico non ci sono stati progressi, sarebbe buono cercare di raggirare questo ostacolo.

Dopo ora come ora scusa se sono ripetitivo non essendoci stati progressi non sarebbe giusto preoccuparsi delle generazioni successive in modo che per loro non rimanga altro che un brutto ricordo(CERCANDO DI NON FARE TANTO I MORALISTI COME TE E CERCARE DI DIMINUIRE IL NUMERO DI VITTIME)???

Preservativo ottima precauzione però cerchiamo di essere un po più realistici, prima o poi lo toglierai se rimani con lo stesso partner.

Aggiornamento 4:

........:::::::::::::::::::Flipper:::::::::::::::::.............

Flipper scusami tu che critichi la mia idea se una legge come questa fosse stata approvata anni or sono tu non ti troveresti in questa situazione non credi???

Non vorresti che un'esperienza del genere non si ripetesse a nessun'altro/a????

8 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Prevenire è meglio che curare è vero. Non è una cattiva idea secondo me, potrebbe essere utile per ridurre il rischio di trasmissione del virus per via sessuale... però a questo punto si dovrebbe fare con tutte le malattie che non hanno una cura o un vaccino, come ad esempio l'HCV. E ora mi chiedo.. e i medici, gli infermieri e il resto del personale sanitario che in ospedale sono a contatto con i pazienti sierologicamente positivi e rischiano ogni giorno di prendersi quella malattia? Loro lo sanno che quel paziente ha l'HIV e l'altro l'HCV, anche senza quel tatuaggio o simbolo di cui parli tu. Però possono essere contaminati in qualsiasi momento da quel paziente e rischiare di prendersi quella malattia, che ne so con un prelievo, con uno schizzo di liquido biologico sugli occhi o nella bocca... ti faccio questo esempio perchè esso è una realtà che sto osservando e che un giorno sarà il mio futuro. A questo punto il tatuaggio sì, mi può servire per identificare come sieropositiva quella persona, ma non preclude l'esistenza di rischi... l'HIV non si prende solo tramite rapporto sessuale purtroppo. Fosse solo quello il problema..

    si è vero, la cautela è sempre consigliata, ma ricordati che siamo ESSERI UMANI e non macchine! La probabilità di errore e distrazione resta comunque alta! E come ha detto GigAbyt, conta anche la componente umana... ci sono molte persone che per paura dell'emarginazione sociale non ammettono di essere affetti dal virus, senza trascurare l'altro 50% che non sa di essere sieropositivo come ha detto Flipper.. e quindi voglio vedere la fila di persone disposte a farsi fare il tatuaggio. E' come se per loro non ci fosse più scampo, e servirebbero solo per dire "okay, so che ti devo stare a debita distanza". La tua non è una cattiva idea secondo me, ma per i motivi che ti ho spiegato, è sia utopia sia inutile.

    ps: x Flipper, fidati che a volte anche i guanti e i visor non sono invincibili... i guanti si possono bucare, i visor accidentalmente cadere o spostare (ne ho sentiti tanti di questi incidenti)... cmq è vero che se si fa molta attenzione, sia col preservativo che con i dispositivi di protezione la contaminazione e la diffusione hanno i giorni contati.

  • 1 decennio fa

    Pensi che sarebbe bello per una persona sieropositiva vedere quel tatuaggio agno volta che fai la doccia o quant'altro?

    Ma cosa siamo tornati indietro invece di andare avanti? Siamo tornati indietro agli ebrei che gli facevano mettere la fascia sul braccio? Io non ho parole!!! Per evitare rischi basta usare il preservativo.... Quello protegge da chiunque hai davanti... sano o malato che sia! Senza contare che il 50% dei sieropositivi non sanno di esserlo..... Se uno si infetta è solo che colpa sua che non ha usato le precauzioni... non sarebbe invece il caso di mettere tutti la testa a posto e ficcarci in testa che le precauzioni vanno usate invece di etichettare delle persone? Trovare una cura in campo scientifico serve a curare chi ne è già affetto!!!! Cosa facciamo allora li lasciamo crepare tutti? Beh bella filosofia del cavolo! Veramente un discorso di poco gusto!

    Legalmente non si è nemmeno obbligati a comunicarlo ai medici (legge uscita in luglio) e nessuno lo dice quindi.. o pochi.. per non essere discriminati... ho visto persone che sono state allontanate per la loro patologia.... Il personale sanitario DEVE usare tutte le precauzioni quando opera, visita, o quant'altro.... usando le precauzioni i rischi non si corrono! Il mio dentista usa gli occhialini e i guanti per esempio.... in via indiretta (cioè non sessuale) è IMPOSSIBILE prenderla!

    ________

    Io moralista???

    Io sono solo una persona sieropositiva infettata dal suo patner che l'ha tradita...

    Dimostrazione per cui il tatuaggio non servirebbe a nulla, è etichettante per chi lo porta, e non protegge da nulla!!

    Il preservativo protegge, non è una questione di essere moralisti o meno... Se tu decidi di avere una storia seria con una persona poi si toglie... Ma lo si fa con degli esami certi in mano di essere entrambi sieronegativi... E poi chi ti dice che il giorno dopo lei non ti tradisca e facendolo poi senza preservativo non ti infetti???

    tu mi stai dicendo che io per permettere a te di fare sesso senza preservativo dovrei tatuarmi la mia sieropositività.. Quando a te basterebbe proteggerti... Sono io la moralista o sei tu razzista??? Forse quello che dovrebbe rileggersi sei tu...

  • 1 decennio fa

    hhhmmm il tuo secondo nome è adolf ?

  • gigi
    Lv 4
    1 decennio fa

    per me sei tu che hai paura di beccarti qualkosa.. ciaooooo

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Luke B
    Lv 6
    1 decennio fa

    Speriamo tu non abbia mai responsabilità politiche!

    Ma sai cosa stai dicendo? Test obbligatori, tatuaggi per i sieropositivi, ma sono idee buone per dei fanatici!

    Non pensi sia sbagliato da un punto di vista etico? E chi ha altre malattie altrettanto pericolose, una su tutte l'epatite C? E chi non sa di essere sieropositivo?

    L'unico modo per fermare la diffusione del virus è la responsabilizzazione delle persone, stai con lo stesso partner e togli il preservativo? Beh quel partner non sarò io.

  • 1 decennio fa

    Non è detto che gli infermieri e il personale sanitario siano a conoscenza di una persona positiva all'HIV..(...esperienza personale. In teoria il personale sanitario dovrebbe approcciarsi ad ogni paziente come una potenziale fonte di HIV) .. Il test sierologico necessita del consenso del paziente e non tutti sono disposti a farlo o far presente una cosa del genere anche perche, ho visto infermieri rifiutarsi di fare un prelievo di sangue a persone affette da aids... La situazione è molto complicata e difficile.. Putroppo si, potrebbe sembrare un fatto di scorrettezza se una persona cn questo tipo di patologia nn lo fa presente, ma sinceramente nn riesco a giudicare coloro che soffrono per una cosa del genere..Indubbiamente c'è la necessità di trovare un qualcosa per tutelare chi viene a contatto con queste persone e chi sa.. magari la tua potrebbe essere un'idea..

  • 1 decennio fa

    guarda hai ragione e sono d'accordo con te ma rimarrebbe il problema di coloro che non sanno di avere l'hiv e poi sapendo del tatuaggio quanti si sottoporrebbero al test?allora dovresti mettere un test obbligatorio annuale per tutti,.,,ciao!

  • 1 decennio fa

    beh il discorso fila ma non è cosi facile come dirlo...come dici tu per fermare il raffreddore potremo rinchiudere per una settimana tutti quelli che lo prendono per non far diffondere il microbo,secondo me la cura dovrebbe essere conoscere molto meglio quello con cui si sta andando a letto.mettere il preservativo e poi secondo me l aumento dei gay fa aumentare anche questo virus,ke almeno usassero il preservativo...cmq come vedi io non condivido le persone che vanno a letto per sfizio,senza rendersi conto di quello che fanno,rapporti occasionali ecc,è questo che dovrebbe diminuire!ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.