promotion image of download ymail app
Promoted

Mi date una definizione di "prodotto standardizzato"?

1 risposta

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Un principio di fondo cui il paradigma della produzione fa riferimento è la standardizzazione dei prodotti e dei processi, che costituisce un processo essenziale per la realizzazione di produzioni su larga scala.

    Il prodotto artigianale, come noto, è caratterizzato oltre che da un elevato contributo individuale dell'artigiano che lo concepisce, lo progetta e lo realizza, anche dalla possibilità di un elevato grado di personalizzazione e di adattamento alle esigenze specifiche del cliente. Il prodotto "su misura" rappresenta il classico esempio di prodotto artigianale: lo è in tal senso un abito, una calzatura, un mobile.

    L'impresa industriale ha invece bisogno di lavorare su volumi significativi, anche perché, come già detto in precedenza, la grande dimensione è sinonimo di efficienza e di produttività. Dunque è impossibilitata a realizzare prodotti in lotti unitari, per soddisfare i clienti a livello singolo. D'altra parte un sistema produttivo per poter funzionare ha bisogno di una definizione a priori di ciò che deve realizzare ed anche di come deve essere realizzato.

    Si delinea così il concetto di prodotto industriale in stretto legame con le esigenze di stabilità dell'impresa industriale: un prodotto che risponde esattamente alle funzioni per cui è stato concepito, senza elementi superflui, altamente razionale ed essenziale nelle sue componenti.

    Il concetto di prodotto artigianale, altamente personalizzato, viene dunque sostituito da un prodotto impersonale, destinato ad un numero elevato di utenti, ma che assolve nel modo più razionale ed efficiente possibile le funzioni per cui si presume debba essere acquistato.

    Nasce così la necessità di definire la forma standard del prodotto e di conseguenza di standardizzare la produzione industriale a tutti gli effetti. Ciò significa stabilire sin nei minimi dettagli le caratteristiche del prodotto e di tutte le componenti che lo costituiscono, ancor prima di avviare la produzione, mentre nella produzione artigianale, al contrario, il processo di definizione del prodotto, e cioè la sua progettazione, è contemporaneo alla fase della sua realizzazione. Ovviamente non si tratta di definire solo le dimensioni del prodotto e delle sue parti, ma anche il tipo e la qualità dei materiali, le specifiche delle prove cui deve essere sottoposto per la verifica della sua funzionalità, etc. Di conseguenza devono essere esattamente stabilite la fasi del processo necessario per realizzarlo, il macchinario, le attrezzature, gli utensili, la manodopera ed in generale, tutto ciò che serve per realizzarlo.

    Si noti che il processo produttivo, inteso come combinazione di uomini e mezzi, è funzione dei volumi da realizzare, che devono anch'essi essere stabiliti a priori: ad un determinato volume corrisponde infatti, secondo la logica della one best way, una ed una sola combinazione ottima dei fattori della produzione, che consente di raggiungere i massimi livelli di produttività ed efficienza.

    Si tratta dunque di dare delle regole precise al sistema tecnico-produttivo e cioè degli standard, che costituiscano un riferimento intorno al quale le oscillazioni devono essere ridotte al minimo, pena l'allontanamento dalle condizioni di ottimalità.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.