Pico
Lv 6
Pico ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 decennio fa

tagliamo la testa al toro: secondo il catechismo della Chiesa cattolica Adamo è esistito o no?

Però quando si tratta dell'altra ipotesi, cioè del poligenismo, allora i figli della Chiesa non godono affatto della medesima libertà. I fedeli non possono abbracciare quell'opinione i cui assertori insegnano che dopo Adamo sono esistiti qui sulla terra veri uomini che non hanno avuto origine, per generazione naturale, dal medesimo come da progenitore di tutti gli uomini, oppure che Adamo rappresenta l'insieme di molti progenitori; non appare in nessun modo come queste affermazioni si possano accordare con quanto le fonti della Rivelazione e gli atti del Magistero della Chiesa ci insegnano circa il peccato originale, che proviene da un peccato veramente commesso da Adamo individualmente e personalmente, e che, trasmesso a tutti per generazione, è inerente in ciascun uomo come suo proprio (cfr. Rom. V, 12-19; Conc. Trident., sess. V, can. 1-4).

PIO PP. XII

SERVO DEI SERVI DI DIO

LETTERA ENCICLICA

HUMANI GENERIS

Aggiornamento:

per tutti: sul sito del Vaticano (andate su google e digitate "humani generis", primo link che esce.

Leggete tutta l'enciclica, ci vorrebbe un Papa con gli "attributi" come Pio XII al giorno d'oggi

Aggiornamento 2:

@ρsqηтη:

no, non sono in contrasto. Infatti la versione nel primo capitolo di Genesi proviene dalla tradizione sacerdotale, mentre quella da Gen 2,4b proviene dalla tradizione yahvista (che è tra l'altro la più antica). Descrivono il racconto della creazione con particolari diversi ma non si contraddicono

16 risposte

Classificazione
  • MarCo
    Lv 4
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA

    Compendio

    7. Quali sono le prime tappe della Rivelazione di Dio?

    54-58

    70-71

    Dio, fin dal principio, si manifesta ai progenitori, Adamo ed Eva, e li invita ad un'intima comunione con lui. Dopo la loro caduta, non interrompe la sua rivelazione e promette la salvezza per tutta la loro discendenza. Dopo il diluvio, stipula con Noè un'alleanza tra lui e tutti gli esseri viventi.

    http://www.vatican.va/archive/compendium_ccc/docum...

    Se secondo il catechismo Dio si manifesta ad Adamo ed Eva vuol dire (sempre secondo il catechismo) sono esistiti.

    **************

    Non serve ripetere ciò che è già scritto, l'enciclica di Pio XII non è stata abolita e l'attuale Papa fa riferimento ad Adamo ed Eva non come a personaggi mitici:

    Angelus 8 dicembre 2009

    A differenza di Adamo ed Eva, Maria rimane obbediente alla volontà del Signore, con tutta se stessa pronuncia il suo "sì" e si mette pienamente a disposizione del disegno divino. E' la nuova Eva, vera "madre di tutti i viventi", di quanti cioè per la fede in Cristo ricevono la vita eterna.

    http://www.zammerumaskil.com/catechesi/angelus-ben...

    Come non è mitica Maria non lo sono neanche Adao ed Eva.

    Se poi c'è qualcuno che esagera nel dire il contrario, dal vaticano arrivano anche gli opportuni provvedimenti:

    Argentina: Vaticano sanziona parroco, non crede Adamo ed Eva

    http://www.uaar.it/news/2008/08/23/argentina-vatic...

    ***********

    L'Enciclica "HUMANI GENERIS" si trova sul sito ufficiale del Vaticano e quindi quanto è riportato in essa è la posizione ufficiale della Chiesa Cattolica.

    http://www.vatican.va/holy_father/pius_xii/encycli...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Certo che è esistito !! Cantava negli anni 60 non ve lo ricordate?????

    Ah ah ah ah !!!!!!!!!! W BABBO NATALE

  • 1 decennio fa

    Dopo questo credo che solo uno stolto metterebbe ancora in dubbio la vera esistenza di Adamo.

    Mi chiedo a questo punto come è possibile che una creatura appena uscita dalle mani di Dio a sua immagine e somiglianza possa cedere al peccato addirittura alla prima tentazione offerta da un improbabile serpente che parla.

    Credo sia legittimo parlare di “difetto di fabbricazione” intrinseco.

    Ciao Pico grazie.

  • 1 decennio fa

    Ma se dicono che adamo è esistito devono ammettere l'esistenza di matusalemme, di giona, di noè, di sodoma e gomorra, delle piaghe d'egitto e altre cose così. Insomma devono rendersi conto che la loro dottrina è basata su una cazzata (il peccato originale) che però non possono negare, sennò crolla tutto il loro bel castello.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Fra88
    Lv 6
    1 decennio fa

    Rassegnati.Non è credibile una storia simile!

    @VALEJEX

    Non siete credenti,siete creduloni,che è cosa assai diversa.

  • 1 decennio fa

    che balle non poter dar torto a marcus con cui non sono mai d'accordo. ma cavolo! è così difficile capire che adamo significa uomo e eva significa madre e che significa che Dio ci ha dato la vita e tutto qui? niente sant'adamo e santa eva? non è possibile? ok mi ritiro. :-)

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Genesi 1,26-28

    Creazione dell'uomo

    26 Poi DIO disse: «Facciamo l'uomo a nostra immagine e a nostra somiglianza, ed abbia dominio sui pesci del mare, sugli uccelli del cielo, sul bestiame e su tutta la terra, e su tutti i rettili che strisciano sulla terra». 27 Così DIO creò l'uomo a sua immagine; lo creò a immagine di DIO; li creò maschio e femmina.

    Genesi 2,7-22

    7 Allora l'Eterno Dio formò l'uomo dalla polvere della terra, gli soffiò nelle narici un alito di vita, e l'uomo divenne un essere vivente. 8 Poi l'Eterno DIO piantò un giardino in Eden, ad oriente, e vi pose l'uomo che aveva formato.

    Le due versioni sono in contrasto. Come mai?

  • Anonimo
    1 decennio fa

    come ho già detto altre volte sono catechista e durante i corsi il sacerdote insiste molto nel far capire ai bambini che adamo ed eva non sono realmente esistiti ma vanno intesi come persone simbolo dell'umanità.che palle con sta domanda non ne posso più.

  • S.P.
    Lv 6
    1 decennio fa

    Il problema vero non è se Adamo ha commesso il peccato di disubbidienza verso Dio o no.

    Supponiamo che sia stato commesso come dice il libro della Genesi.

    Il problema che ci riguarda di più è il concetto di << EREDITARIETA' DEL PECCATO >> .

    Questo concetto non risulta espresso nella Bibbia , nel libro della Genesi, in cui si racconta l'episodio di Adamo ed Eva. Il Peccato appartiene ad Adamo e Eva e basta.

    Il concetto di << EREDITARIETA' DEL PECCATO >> non risulta nei Vangeli canonici ne in quelli apocrifi. Nessuno dei vangelisti parla di Gesù che abbia detto qualcosa a riguardo del peccato originale.

    Non esiste nessuna parola di Cristo su questo argomento.

    La gravità di tutto questo è che attraverso una frase detta da Paolo di Tarso (Rom.5, 12) è stata ulteriormente amplificata all'esagerazione da Agostino , vescovo di Ippona, tanto che ha voluto chiamare il peccato di Adamo : << Peccato originale >>.

    Paolo di Tarso e Agostino di Ippona non sono Dio, non sono Gesù. La loro parola, il loro pensieno non può avere la forza della parola e del pensiero di Cristo o di Dio . Sono uomini che sbagliano.

    Non devono costruire una religione

    Agostino ha voluto così dare una interpretazione arbitraria ad un peccato caricandolo di un concetto che non può esistere per principio in nessun peccato : << L'EREDITARIETA' >>.

    Il peccato è solo di chi lo compie. Appartiene alla coscienza di chi lo fa di suo libero arbitrio. Se nessuno lo compie, dov'è la responsabilità del peccato?

    No si può mai essere proprietari di un peccato mai commesso in quanto il peccato non è una cosa materiale.

    Il PECCATO HA UNA VALENZA SPIRITUALE NON MATERIALE.

    I debiti dei padri che ricadono sui figli, sono debiti materiali non spirituali.

    Da questa confusione Agostino ha costruito la dottrina del << Peccato originale >>

    depistando così il vero motivo della venuta sulla terra di nostro Signore Gesù Cristo.

    Secondo Agostino, Dio ha inviato suo figlio unigenito come vittima per la remissione del peccato originale.

    Attenzione : stiamo parlando di peccati immaginari.Non esistenti.Non commessi mai da nessuno, privi di nessuna responsabilità.

    Cristo si è sacrificato sulla croce per lavare con il suo sangue il << peccato originale >> degli uomini.

    Un sacrificio cruento di un innocente per espiare peccati immaginari, non esistenti, commessi solo da due personaggi allegorici che rappresentano il mito di Adamo ed Eva.

    CIO' E' ASSURDO !

    Assurdità che si ripropone anche dal punto di vista teologico:

    Dio che consegna l'anima all'istante del concepimento ad ogni sua creatura che nasce, con l'idea di Paolo ed Agostino, Dio crea l'anima già macchiata dal peccato, pertanto viene giudicata meritevole dell'Inferno. Da qui a qualche secolo dopo, l'idea del "Limbo"....... .

    Dove è finita l'esortazione di Cristo : << Se non sarete come questi bambini non entrerete nel Regno di Dio ! >>..........

    Come si fa a pensare che Dio CREA IL MALE e la consegna ad ogni creatura che nasce?

    Quanta contraddizione c'è nelle parole di Paolo ed Agostino !!! ............

    Quale esempio "meraviglioso" di contraddizione del concetto di Dio viene così ad essere espresso dalla religione cattolica in osservanza della dottrina del "peccato originale".!!!..........

    La dottrina del peccato originale fa acqua da tutte le parti.....Quando la gente si sveglierà capirà che dovra indossare subito i giubotti di salvataggio prima che la nave affondi.

    Namastè

    Pietro

  • .Si.

    360 Grazie alla comune origine il genere umano forma una unità. Dio infatti “CREO' DA UNO SOLO TUTTE LE NAZIONI DEGLI UOMINI” (⇒ At 17,26): [Cf ⇒ Tb 8,6]

    374 IL PRIMO UOMO non solo è stato creato buono, ma è stato anche costituito in una tale amicizia con il suo Creatore e in una tale armonia con se stesso e con la creazione, che saranno superate soltanto dalla gloria della nuova creazione in Cristo.

    376 Tutte le dimensioni della vita dell'uomo erano potenziate dall'irradiamento di questa grazia. Finché fosse rimasto nell'intimità divina, l'uomo non avrebbe dovuto NE' MORIRE, [Cf ⇒ Gen 2,17; ⇒ Gen 3,19 ] NE' SOFFRIRE [Cf ⇒ Gen 3,16 ]. L'armonia interiore della persona umana, l'armonia tra l'uomo e la donna, [Cf ⇒ Gen 2,25 ] infine l'armonia tra la prima coppia e tutta la creazione costituiva la condizione detta “giustizia originale”.

    402 Tutti gli uomini sono coinvolti nel peccato di Adamo. San Paolo lo afferma: “PER LA DISOBBEDIENZA DI UNO SOLO, tutti sono stati costituiti peccatori” (⇒ Rm 5,19); “Come a causa di UN SOLO UOMO il peccato è entrato nel mondo e con il peccato la morte, così anche la morte ha raggiunto tutti gli uomini, perché tutti hanno peccato. . . ” (⇒ Rm 5,12). All'universalità del peccato e della morte l'Apostolo contrappone l'universalità della salvezza in Cristo: “Come dunque per LA COLPA DI UNO SOLO si è riversata su tutti gli uomini la condanna, così anche per l'opera di giustizia di uno solo si riversa su tutti gli uomini la giustificazione che dà vita” (⇒ Rm 5,18).

    403 Sulle orme di san Paolo la Chiesa ha sempre insegnato che l'immensa miseria che opprime gli uomini e la loro inclinazione al male e alla morte NON SI POSSONO COMPRENDERE SENZA IL LORO LEGAME CON LA COLPA DI ADAMO e prescindendo dal fatto che egli ci ha trasmesso un peccato dal quale tutti nasciamo contaminati e che è “morte dell'anima” [Cf Concilio di Trento: Denz. -Schönm., 1512]. Per questa certezza di fede, la Chiesa amministra il Battesimo per la remissione dei peccati anche ai bambini che non hanno commesso peccati personali [Cf ibid., 1514].

    E se non bastasse, ecco il pronunciamento della Pontificia Commissione Biblica su questo tema:

    "I diversi sistemi esegetici che sono stati escogitati e sono sostenuti da un'apparente scientificità per escludere il senso storico letterale dei tre primi capitoli del libro della Genesi, sono solidamente fondati? Risposta: NO

    Nonostante il carattere e il genere storico del libro della Genesi, il particolare legame dei primi tre capitoli tra essi e con i capitoli seguenti, la molteplice testimonianza delle Scritture, tanto dell'Antico che del Nuovo Testamento, il pensiero quasi unanime dei Padri e l'opinione tradizionale, trasmessa dal popolo di Israele e sempre mantenuta dalla Chiesa, si può insegnare che questi primi tre capitoli della Genesi contengono non narrazioni di avvenimenti veramente accaduti, cioè rispondenti alla realtà oggettiva e alla verità storica, ma contengono o favole ricavate da mitologie e cosmogonie di antichi popoli e adattate dall'autore sacro alla dottrina monoteistica grazie all'eliminazione di ogni errore politeistico, o allegorie e simboli senza alcun fondamento nella realtà oggettiva, proposti sotto forma di storia per inculcare verità religiose e filosofiche, o, infine, leggende in parte storiche e in parte fittizie composte liberamente per l'istruzione e l'edificazione degli spiriti?

    Risposta: NO PER ENTRAMBI LE PARTI

    Si può, in particolare, mettere in dubbio il senso storico letterale in quei capitoli in cui si tratta di fatti che toccano i fondamenti della religione cristiana: tali sono, tra gli altri, la creazione di tutte le cose operata da Dio all'inizio del tempo; la particolare creazione dell'uomo; la formazione della prima donna dal primo uomo; l'unità del genere umano; la felicità originale dei progenitori nello stato di giustizia, integrità e immortalità; l'ordine dato da Dio all'uomo per mettere alla prova la sua obbedienza; la trasgressione dell'ordine divino per istigazione del diavolo sotto l'apparenza di un serpente; la perdita dei progenitori di quel primitivo stato d'innocenza; e la promessa di un Redentore futuro? Risposta: NO"

    http://www.vatican.va/roman_curia/congregations/cf...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.