Quando imparano i bambini il concetto della condivisione?

Domanda ispirata da Nemesi, ho letto la risposta di Silvia, io non lo so se a 2 anni si è in grado di condividere, ho una sorella di 6 anni più piccola, i miei genitori ci hanno sempre preso cose separate ma quasi sempre simili, mia mamma è sempre stata dell'idea o a tutte e due o a nessuno....

La condivisione tra fratelli c'è stata, ma di cose comprate personalmente, come riviste, cd... Altre cose no

Forse sono io che sono limitata nel ragionamento.....

Lo so che un po' per uno non fa male a nessuno, ma a 2 e 4 anni si è in grado di capirlo?

(per Silvia: non è polemico)

Aggiornamento:

Intendo condivisione tra fratelli, non con gli altri

Aggiornamento 2:

Con gli altri è diverso, devi condividere per forza, all'asilo ecc, ma tra fratelli la cosa cambia, il più grande assoggetta il più piccolo, il più piccolo è più difeso dai genitori....

8 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Migliore risposta

    carla tranquilla, non ci leggo polemica =)

    sai cosa, anche mia sorella ha 6 anni meno di me...per molte cose avevamo ognuno le sue...ognuno la sua barbie, il suo vasetto di pongo, la sua scatola di colori.

    poi però quando si andava su oggetti più "importanti", tipo lavagna magica, casa delle bambole, videogioco o cose del genere, non è che si spendeva doppio, si giocava a turni.

    litigavamo, ma poi mamma si imbufaliva, il gioco spariva qualche ora, vedessi quando magicamente ricompariva come facevamo le cerimoniose..."prima te"..."no dai giocaci un pò te"...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    noi siamo cresciuti insieme, il 4° fratello è arrivato dopo 10 anni dall'ultimo, dividevamo la cameretta e ricordo di aver sempre condiviso tutto, ma sicuramente avevamo anche molto meno cose da condividere

    penso che a 5 anni il concetto sia chiaro

    invece ora Carol è nella fase di...gioco con i tuoi giochi e conservo i miei al sicuro, sono la mia sicurezza...

    comunque se li chiedi te li da, se glieli prendi piange e se li riprende

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Credo di si. Mia figlia non è mai stata gelosa delle sue cose, con le sue amiche ha sempre condiviso tutto. Al contrario di quasi tutte le sue amichette che non ne sono abituate. Così lei portava le cosine per giocare tutte insieme e si ritrovava senza giochi perchè le altre se le prendevano per loro e se le volevano tenere e naturalmente i genitori se ne stavano zitti. Sinceramente credo sia questione di abitudine... i bambini dovrebbero abituarsi a pensare che le cose si possono condividere e che non succede niente se lo si fa! Ma i primi a doverla pensare così sono i genitori. Perchè se io sono gelosa delle mie cose, come posso insegnare ai miei figli a non esserlo? E in generale tutti sono gelosi delle proprie cose...

    @Ginger scusa una cosa... ma quello è un discorso diverso. Li si tratta anche di logistica. Si è in un supermercato, per come la vedo io, non è condivisione. E' vizio. Come ho detto io non l'avrei preso per niente dall'inizio. E sarà aggirare il problema... un problema che sarebbe dovuto essere risolto in un supermercato, cosa che oltre a non essere semplice compota un notevole dispendio di tempo. Perchè dovrei impartire una lezione di vita proprio li quando posso farlo "comodamente " da casa?

    @Carla scusa... ma il discorso del grande che assoggetta il più piccolo... bhe dipende dai genitori! Non sono d'accordo. Se i genitori lo permettono questo succede. Altrimenti no.

    @Ginger... ovvio... ma se si può evitare e farlo in un momento più consono... perchè non farlo?

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • sabato abbiamo comprto a cagliari un sett di macchinine a testa per farli stare buoni in albergo...erano uguali apposta per non litigare...all inizio è andato tutto benne ma il giorno dopo allo stadio ale non ha dato neppure una macchinina a homas dicendo che erano tutte sue ..abbiamo lasciato stare perchè thomas è comprensivo e perchè volevo evitare che ale cominciasse afrignare di la ma la sera come siamo arrivati a csa la prima cosa chhe ho fatto è far capire ad ale che non tutto è suo e gli ho tolto le maacchinette se non dava le sue al fratello...bhe oggi non hanno ancora litigato..insomma ale ha 2 anni e mezzo ed ètempo che capisca che non è al centro del mondo...poi all asilo sta facendo lo stesso percorso con gli altri bambini in classe sua sono 10 piccoli...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    io sono dello stesso parere di tua madre o a tutti e 2 o a nessuno , michele sempre strappa dalle mani del fratello il giocattolo urlando : È MIO ! è prepotente e crede che tutto sia suo , infatti molti dei litigi sono dovuti a questo : mio mio mio e mio ....però se lo sgridi e gli dici guarda che quello è di lorenzo lui dice : ba bene è troppo bello quando lo dice serio serio , ancora ha 2 anni forse da quando andrà alla materna condividerà le cose con gli altri bimbi

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    in riferimento alla domanda di prima di nemesi a cui ho già risposto prima e di cui ho letto le vs risposte .....

    come potete pensare di insegnare ai figli il concetto di condivisione se, nel caso in cui si stiano litigando qualcosa che vorrebbero entrambi la maggior parte di voi leva a tutt'e 2 l'oggetto conteso?

    questo è solo un modo x evitare il problema....

    se il bimbo è in grado di capire bisogna SPIEGARE....e solo dopo si arriva a qst drastica soluzione..solo nel caso in cui nn si possa risolvere in altri modi.

    poi è giusto che una volta si accontenti uno....e un'altra volta si accontenti l'altro..!!

    altrimenti sarà più difficile imparare...

    @memi: se si tratta di comodità hai perfettamente ragione...bisogna averne voglia di dar lezioni in un spermercato e molte di noi nn lo fanno x pigrizia e x evitare scene in pubblico.

    bisogna ricordarsi però che la vita nn s'impara e nn s'insegna solo quando siamo in casa e quando ci viene comodo....anzi!!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    io credo che un bimbo quando comincia ad andare all'asilo, comincia a capire il concetto di condivisione...perchè devono condividere i giochi, i pennarelli, i fogli...io curo un bimbo di 5 anni e mezzo e prima che andasse all'asilo diceva sempre "questo è mio, non te lo do, no quello è mio, lo uso solo io" ecc ecc ma da quando va all'asilo è cambiato, presta i suoi giochi anche ai cuginetti e glieli lascia usare, tanto lo sa che sono suoi e non glieli porta via nessuno...io credo che sia così!

    Fonte/i: esperienza personale!
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    certo,ognuno deve avere il suo gioco,poi che c entra,bisogna abituare il bambino a scambiarsi i giochi,a prestarsi i vestiti con i fratelli,ma ci deve essere il concetto di unicità,cioè il piccolo deve sentire di esser voluto bene nella sua singolarità non nel gruppo di figli,altrimenti la sua identità non si rafforzerà.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.