avere un padre che non ti sostiene in nulla.......?

Amo il disegno sin da bambina, così come amo la mod. A 21 anni inizio a sentirmi irrealizzata, perchè non ho mai avuto l'opportunità di coltivare queste passioni al di fuori dell'ambito personale/domestico, vuoi perchè da adolescente ero meno risoluta, vuoi perchè non ho trovato corsi per perfezionarmi, vuoi per motivi di altro e vario genere. Insomma, mi ritrovo ora a sfruttare tutto il tempo che ho a disposizione per inseguire i miei sogni, ma sono pur sempre sola e non ho una guida che mi aiuti a perfezionarmi a migliorarmi, a sfogare la mia creatività, a renderla costruttiva e non solo un progetto solitario. Finora ho lasciato, per un paio d'anni dopo il diploma (di liceo, per di più), le mie passioni in un cantuccio per lavorare, per dedicarmi all'università (assolutamente non artistica, altro sbaglio), cose che comunque vorrei continuare a fare: lavorare mi piace perchè mi rende indipendente, e l'università, seppure non in campo artistico, incontra un altro mio interesse.

Mi lamento spesso con mia madre del fatto che non ho modo di coltivare il mio talento nel disegno, della frustrazione che provo quando guardo i miei ritratti lì, ammassati in un angolo a prender polvere, mentre il mondo ignora che le mie mani siano quelle di una persona creativa e fortemente portata per le arti visive; Mi ritrovo a buttar giù anche schizzi di vestiti, che restano solo idee su carta perchè non ho avuto, come detto prima, possibilità di imparare a cucire. Beh, io credo che, se una persona ha talento e voglia di usufruirne, dovrebbe farlo. C'è tanta gente che, pur non avendo ne' l'uno ne' l'altra, si butta a capofitto in corsi e scuole per il solo gusto di definirsi artista, e nomn lo meriterebbe, forse. Mia madre è d'accordo con me, mi vede triste e insoddisfatta ed è la prima a volermi realizzata.

Mio padre, invece, non è dello stesso avviso. Frustrato di suo, perchè nella vita non ha mai concluso niente e mai lavorato seriamente, non fa altro che invidiare ciò che di concreto hanno gli altri e lui non ha: belle macchine, figli "casa-lavoro-casa" privi di individualità e indipendenza interiori, soldi facili e via dicendo. D'altra parte, preferirebbe sapermi badante o lavapiatti piuttosto che universitaria, ed esprime il suo disappunto in maniera celata quando gli parlo di questo o quell'altro corso di disegno, di pittura o di moda. Come se per lui dovessi mettere da parte qualcosa che fa intimamente parte di me per preferire lavori degradanti e persino malpagati, solo perchè ciò appagherebbe lui. E non è una questione economica: l'unica che mi aiuta economicamente nei periodi in cui sono disoccupata è mia madre, visto e considerato che mio padre non ha un soldo da parte e i pochi soldi che ha avuto non li ha mai spesi per noi, ma solo per se' stesso. Ha speso 100 euro per un maglione per lui, e non ha voluto regalarmi una maglia di 20 euro (!!) quando io ne avevo bisogno.

Ecco, il suo atteggiamento di indolenza nei confronti delle mie passioni, della mia felicità mi fa rabbia e allo stesso tempo mi fa sentire sempre sbagliata e immeritevole, sebbene io cerchi sempre di non pesare su mia madre (che con il suo stipendio fa mangiare tutti, mio padre compreso), sebbene non pretenda nulla da lui, sebbene volessi pagare io stessa i miei corsi, i miei sogni. Non avete idea della tristezza che mi mette addosso.

Aggiornamento:

@ ROCCO PANTALEO: e tu ficcati un dito in c*lo, i d i o t a

Aggiornamento 2:

@ Odette: avessi i soldi! LOL

5 risposte

Classificazione
  • Bibi .
    Lv 5
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Non tutti capiscono certe cose...A volte diamo per scontato che invididui sangue del nostro sangue, solo appunto per l'unico motivo di essere tali devono per forza comprenderci, ma non è così come vedi, tuo padre non ti capisce. Voglio dirti una cosa, il lavoro che fai nella vita deve piacerti, perchè ci passerai l'80% del tuo tempo, deve piacerti per forza..altrimenti ci stai male.

    Non importa quanto guadagni o che rapporto hai con i colleghi, anche se guadagni poco ma il tuo lavoro ti piace sei già un passo avanti. Se guadagni tanto ma il lavoro che fai non ti piace fidati, sarai sempre infelice.

    Quindi segui i tuoi sogni, non fare ciò che pensi potrebbe farti comodo, perchè tu le potenzialità le hai, sembri anche intelligente, ma forse la tua intelligenza non la sfrutterai a pieno per qualcosa diverso da ciò che ti piace veramente, non è bello fare cose controvoglia solo per guadagnare qualche soldo e avere un posto di lavoro sempre sicuro, le cose controvoglia riescono sempre male.

    Segui i tuoi sogni, anche io amo la moda, anche la fotografia, e so quanto sia difficile entrare a far parte di quel mondo...alcuni dicono sia un mondo a parte, ma io voglio provarci. Prova anche tu, nel frattempo trovati un lavoretto che non occupi molto tempo, tanto per guadagnarti da vivere...e studia moda, arte..quel che ti piace di più. Senza pensarci troppo, devi solo pensare al fatto che ti piace...e questo ti deve bastare. Fidati...se l'arte è dentro di te non sarai mai felice facendo un lavoro magari di ragioniera, cassiera o chissà cosa, se hai delle potenzialità sfruttale, buttati...non importa dove finirai, se ti piace ciò che fai, sei già un passo avanti. E anche se tuo padre non capisce, perchè evidentemente è un tipo abbastanza materialista pazienza...Hai il supporto di tua madre, e spero di qualche amica..io farò lo stesso...in bocca al lupo! :))

  • Anonimo
    1 decennio fa

    diciamo che non avere qualcuno che ti stimoli (soprattutto una persona così importante per una figlia, e cioè il padre) fa scendere sotto zero la tua autostima.

    tuttavia, se sei brava e appassionata coma dici, non devi fermarti, è della tua vita che si parla. fai corsi, entra nell'ordine delle idee e buttati con coraggio nella sfida, fallo almeno per tua madre, che ti vorrebbe più felice.

    se a tuo padre non interessi allora tu non interessarti di tuo padre, ricordati che sei tu la protagonista della tua vita.

    so che è difficile, ma quando s insegue un sogno bisogna saper correre veloci e non cadere mai, sennò scappa via.

  • 1 decennio fa

    Spesso i genitori fanno alcune scelte basate dalla loro vita vissuta e forse non è stato troppo fortunato in passato......

    Forse tuo padre ha paura xkè crede che coltivare questa tua passione non ti porterà un giorno ad avere successo!

    Io credo che già avere tua mamma dalla tua è un'ottima conquista......

    Parla a quattrocchi con lui e si il più esplicita possibile sulle tue convinzioni e se ancora sarai in disaccordo con lui lascialo stare.......

    Anzi a quel punto dovrai trovare l'energia per dimostrargli quanto vali.............

  • Odette
    Lv 5
    1 decennio fa

    anke 1 mia amica ha 1 padre così. vai a vivere altrove

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    e averne uno che il giorno del tuo compleanno dice di andare in trasferta per poi scoprire che se n'era andato per sempre?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.