Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoForze dell'ordine · 1 decennio fa

salve, sono un neofita, e vorrei incominciare ad allenarmi con un revolver?

premetto che ho una spiccata passione per le armi, ma non ho mai sparato con armi vere. La mia scelta è indirizzata sui revolver. La userò sopratutto per allenarmi puttosto che da usare per difesa in casa. preferibilmente una S&W camerata in 44.magnum, lunghezza della canna media, tipo 4 pollici. Ci sono dei modelli con le caratteristiche che ho elencato?

1 risposta

Classificazione
  • ?
    Lv 7
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ce ne sono tanti.. la ruger recentemente ha catalogato un tipo di redhawk da 4" sportivo, poi c'é la colt anaconda, oppure la SW model 629 sia pd, sia performance center, la 629 classic hunter, e la 29 classica brunita che piace a me.

    posso essere sincero? non comprare una .44 magnum come primo revolver.

    Non tanto per il rinculo eccessivo (anche se le cartucce di fabbrica, a parte poche eccezioni, "picchiano" parecchio); ma perché sarebbe come voler fare scuola guida su un caterpillar. Difficile imparare a farlo bene. Le reazioni allo sparo sono difficilmente dominabili per le serie prolungate, e spararci bene diventa un problema. Credimi. Ci puoi arrivare dopo. non voglio dire che non potresti sparare con una .44, dico che non ci puoi "imparare" a sparare, soprattutto bene e velocemente, il che è una cosa completamente diversa. Molto meglio arrivare alla .44 sapendo sparare

    L'ideale secondo me sarebbe se ti comprassi, come neofita intendo, una .357. Quattro pollici vanno benissimo peraltro, sono una misura che adoro. Se prendi una SW o una ruger, per il tipo di scatto è meglio che un colt.

    il grilletto sarà quasi certamente rigato, ideale per il tiro in singola azione; ma tu vuoi imparare a sparacchiarci ogni tanto o vuoi essere un revolverista?? Ci passa la stessa differenza tra quelli che prendono la macchina solo di domenica e quelli che hanno fatto il corso di guida veloce...

    il grilletto rigato all'inizio va benissimo, ma per il tiro in doppia è meglio se è liscio. Ma puoi sempre sostituirlo dopo. Le guancette non importa se gomma o legno (se la dovessi portare sulla persona, ma dipende dove, quelle in legno vanno persino meglio - altrimenti sono equivalenti), basta che siano giuste sulla tua mano.

    Non posso insegnarti - che brutta parola: diciamo suggerirti??? - come sparare bene con un revolver in poche righe. Ci sono dei libri. diciamo che posso dirti alcune piccole cose.

    Insieme alla pistola, comprati sei salva-percussori. Ti serviranno per l'allenamento in bianco.

    tieni sempre tutti i bossoli che spari e le relative scatole. Ti serviranno per quando comincerai a ricaricare. Non caricare mai il revolver se non ci devi sparare. Se lo carichi, comunque, NON armare mai il cane. Il disarmo se fatto male può essere molto pericoloso.

    All'inizio prova a sparare in singola azione. Arma il cane, punta, allinea, spara. Per premere il grilletto usa solo la prima falange dell'indice, non la giunzione tra prima e seconda. Esercita una pressione rettilinea all'indietro, non una torsione. Premi a vuoto (con il salvapercussore) e guarda come fa il mirino. Al "click" non si deve muovere. Se si muove lateralmente può essere l'impugnatura inadatta alla tua mano. Se si muove in giù e lateralmente può essere che usi la parte di dito sbagliata. In ogni caso allo sgancio del cane il mirino non si dovrebbe muovere.

    Spara i primi colpi in singola azione in appoggio, curandoli al massimo. Il raggruppamento che farai sarà indicativo della tua capacità e di quella dell'arma. Sposta le mire di conseguenza per portarle sul centro. Se tari la tacca di mira in modo da "fare la barba al nero", cioé allineare alla base del nero, sparare risulta più facile.

    lascia sempre rinculare l'arma, non cercare mai di contrastare il rinculo: i tuoi muscoli devono essere pronti ma rilassati, non devi cercare di controllare la reazione allo sparo.

    Osserva il timing, cioé premendo il grilletto lentamente guarda cosa succede. Il tamburo comincia a ruotare, e il cane a sollevarsi. Ad un certo punto il cane sarà quasi fermo e il tamburo rallenterà e farà "click" e si bloccherà. Solo dopo, il cane si sgancia.

    Metti i salvapercussori. Per sparare in doppia azione devi esercitare una rapida trazione sul grilletto per portare il tamburo ad effettuare una rotazione quasi completa fino al bloccaggio "click" e trovarti ancora con il cane armato: cioé, devi premere il grilletto ma non fino in fondo. Usa, questa volta si, la giunzione tra prima e seconda falange, con la quale farai più forza. Le prime volte farai sganciare il cane, cioé partire il colpo. Prova ancora. Cioé, premendo forte ma non completamente il grilletto, ti troverai in quella situazione: tamburo ruotato e bloccato, e cane armato ma non ancora sganciato... ora però hai il grilletto in tensione, ma trovandoti sull'ultimo tratto di trazione la pressione da esercitare sarà minima. Mira. Allinea. Premi lentamente e ancora il grilletto. Ad un certo punto il cane si sgancia e il colpo parte. Un altro colpo di dito per il colpo successivo, cioè portare di nuovo il tamburo al bloccaggio e restare con il cane armato: mira. Premi. Il colpo parte.

    Si chiama tiro in doppia azione in due tempi, e puoi farlo grazie al particolare timing degli SW (e ruger): puoi arrivare a sparare un tamburo come se avessi un'automatica.

    CI vuole un po' di allenamento. le prime volte farai parecchie padelle o ti partiranno parecchi colpi

    Fonte/i: involontari, perché non si riesce subito a dosare la giusta forza per portare il tamburo in bloccaggio e restare con il cane armato. Ma dopo qualche centinaio o migliaio di colpi ti verrà in automatico farlo. Ogni tanto quando spari metti un salvapercussore insieme alle cartucce cariche, nel tamburo: quando arrivi al salvapercussore, registra cosa fa il mirino allo sgancio del cane. Se sta fermo, stai sparando bene. Se si muove, devi controllare meglio il tuo modo di scattare, o la presa sull'arma,o sei stanco. Quando avrai padroneggiato bene una .357 (usa magari dei .38 per iniziare: picchiano anche loro, ma meno) potrai, dopo qualche centinaio o migliaio di colpi, approdare alla .44 magnum. Che non avrà più segreti per te. Sono stato un po' sintetico, spero di essermi spiegato bene. Comunque questi sono alcuni rudimenti frutto della mia (ed altrui) esperienza, le cose da imparare sono ancora molte.
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.