aiuto 10 punti facili?

avrei bisogno di alcune informazioni sull' evoluzione del mediterraneo nelle ere geologiche a partire dall' era paleozoica

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    L’età del nostro pianeta viene stimata in circa 5 miliardi di anni e gli scienziati hanno accertato che nella sua lunga storia geologica e climatica il pianeta abbia subito l’alternanza di periodi freddi e di periodi caldi o temperati, lunghi milioni e centinaia di milioni di anni.

    L’evoluzione del clima modificò l’evoluzione della vita stessa, a causa del fatto che ad ogni cambiamento climatico la vegetazione e la fauna dovettero adattarsi ai grandi cambiamenti che subiva la geosfera e l’ecosistema, con conseguenze notevoli sulla sopravvivenza delle specie, cosa che riguardò anche i nostri antenati circa un milione di anni fa.

    Sulla storia climatica del nostro pianeta occorre dire che gli studiosi dispongono di informazioni attendibili solo con riferimento agli ultimi milioni di anni che formano l’Era Neozoica, in cui il clima fu caratterizzato da quattro ere glaciali con tre fasi interglaciali. In queste fasi i continenti presero la forma attuale e apparve la specie umana.

    Vediamo quale furono le ere geologiche del pianeta e l’impatto che ebbero sul clima nelle epoche più antiche prima di giungere all’Era attuale:

    ARCHEOZOICO (durata 4,6 miliardi di anni): in questa prima fase della vita del nostro pianeta vi era la probabile presenza di grandi scudi continentali la cui ubicazione non è nota e si verificarono le prime orogenesi. La composizione dell’atmosfera terrestre era diversa da quella attuale e si modificò nel corso di questo periodo nel quale comparvero i primi organismi unicellulari.

    PALEOZOICO (durata 450/320 milioni di anni): in questo periodo che comprende diversi sottoperiodi inizia l’orogenesi caledoniana (circa 395 milioni di anni fa) e quella ercinica con la formazione del Pangea intorno ai 280 milioni di anni fa.

    MESOZOICO (circa 170 milioni di anni): in quest’era, che comprende il Triassico, il Giurassico e il Cretacico si ha la separazione del Pangea con la formazione del continente boreale (Laurasia) e il continente australe (Gondwana) separati dalla Tetide (circa 225 milioni di anni fa) cui fa seguito l’inizio della deriva dei continenti e l’apertura della fossa atlantica fra America ed Eurasia così come la separazione tra Africa e America meridionale e la sua congiunzione con l’America settentrionale. Tra questo periodo e il Cenozoico si ha, circa 65 milioni di anni fa, la progressiva scomparsa dei grandi vertebrati (dinosauri) e invertebrati (Ammoniti).

    CENOZOICO (circa 50 milioni di anni): in questo periodo inizia lo scontro tra la zolla eurasiatica e quella indiana con l’inizio dell’orogenesi himalayana nonché l’inizio della collisione tra Africa ed Eurasia e il sollevamento della Cordigliera delle Ande. In questo periodo si ha la diffusione dei mammiferi e degli uccelli e della vegetazione attuale e si verifica una forte attività vulcanica.

    NEOZOICO (2 milioni di anni): in questa era, che comprende l’epoca dello sviluppo della civiltà umana, i continenti assumono la forma attuale, ma continua una forte attività vulcanica e sismica. Sappiamo per certo che in questa epoca la terra è interessata da ere glaciali intervallate da fasi interglaciali con conseguente regresso o espansione delle calotte polari. Le glaciazioni determinano lo sviluppo delle specie animali incidendo sulle loro migrazioni e sulla loro capacità di adattamento alle variazioni del clima. Si ha la comparsa e lo sviluppo della specie umana che fu coinvolta a pieno titolo nelle tragiche conseguenze delle variazioni climatiche.

    Per quanto riguarda il clima sulla terra nelle ere più antiche non esiste certezza assoluta, perché gli scienziati sanno di sicuro che agli albori della nascita della vita era diversa anche la composizione chimica dell’atmosfera.

    Gli sviluppi della climatologia e della geologia moderna, con l’aiuto della tecnica, hanno permesso di conoscere in modo più approfondito, attraverso lo studio della composizione chimica dei ghiacci antartici e artici, raccolti con i carotaggi, quale potesse essere il clima sulla terra svariati milioni di anni fa.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.