alessandro ha chiesto in Animali da compagniaRettili · 1 decennio fa

tritone dal ventre di fuoco?

salve io vorrei prender e un tritone dal ventre di fuoco.... mi piacerebbe sapere che alloggio gli posso costruire , temperature ,arredamento. alimentazione ... insomma un po' tutto dalla a ala z....

grazie mille ....

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Per un bel gruppetto, così magari si potrà tentare la riproduzione, si consiglia di farli alloggiare in un acquario vero e proprio di almeno 50Lt.

    L’allestimento dell’acquario, più corretto chiamarlo terracquario, è molto semplice

    Il substrato può essere composto da ghiaia silicea grande (per evitare occlusioni intestinali) oppure si può optare anche per lasciare il fondale libero da ogni cosa, compromettendo un po’ la bellezza dell’insieme. DA NON USARE ASSOLUTAMENTE LA SABBIA: evitatela perché potrebbe portare alla morte in breve tempo i vostri esemplari.

    Una volta deciso per come fare il fondale si dovrà iniziare a pensare alla vegetazione che dovrà essere un po’ particolare.

    Particolare perché le piante ospitate dovranno sopportare anche temperature molto basse, quindi andremo ad inserire Ceratophyllum demersum ed Egeria densa.

    Queste due piante che crescono anche abbastanza in fretta dovranno essere lasciate galleggiare in superficie creando così una visiona abbastanza naturale.

    L’importante è ricoprire molta della superficie acquatica con le piante galleggianti.

    Evita le piante tropicali in quanto moriranno a breve tempo.

    Sul fondale si dovranno andare a sistemare anche almeno un paio di nascondigli, il numero cambia a seconda degli esemplari ospitati, che puoi ricavare da vasi di coccio rotti.

    Importante attenzione si dovrà prestare a creare una zona emersa in modo di dare possibilità a questi urodeli di uscire fuori dall’acqua a loro piacimento.

    Si può creare in diversi modi la zona emersa. Si possono usare pezzi di sughero galleggianti, legni di torbiera usati generalmente in acquariofilia, grandi pietre o vere e proprio porzioni di terra usando della torba sterilizzata.

    Le grandi pietre sono molto utili, ma bisogna porre attenzione alla loro stabilità, evitando così che possano schiacciare gli ospiti.

    La zona emersa creata con la torba invece è un po’ difficile da gestire in quanto si dovrà creare una specie di gradino tra zona emersa e zona acquatica evitando così una ‘frana’ di torba nell’acqua. Inoltre la torba potrebbe dare vita a muffe, funghi e altre disfunzioni quindi se decidete di usarla, ricordatevi di sterilizzarla in un forno.

    Molti urodeli quando gli si fornisce a loro della torba tendono a sotterrarsi quindi a volte diventa un po’ difficile alimentarli.

    Dopo aver allestito il terracquario, si dovrà provvedere al riempimento di acqua.

    I Cynops orientalis si adattano a molte varianti, ma io consiglio di tenere il livello dell’acqua massimo di dieci centimetri di profondità. A differenza dei pesci, questi anfibi non chiedono acque con valori specifici, soprattutto il Kh non è molto importante. Per avere dell’acqua perfetta per loro dovrebbe avere un Ph che varia al massimo tra il 6,5 e il 7,5: neutro o leggermente acido.

    Come detto all’inizio sono tritoni che vivono a quote abbastanza alte, quindi non sono animali tropicali anche se magari li vedete nei negozi con riscaldatori o altre diavolerie. La temperatura ottimale è di 22°C – 24°C.

    D’estate è un problema mantenere queste temperature, ma possiamo risolvere avendo un po’ di inventiva spendendo pochi soldi. Per chi ha una sola vasca conviene applicare delle piccole ventole per le CPU dei PC da mettere sotto il coperchio della vasca in modo da far raffreddare un po’ l’aria e l’acqua.

    Alimentare questi piccoli tritoncini è molto semplice e non richiede cibi troppo particolari. Mangiano un po’ di tutto e tutto reperibile in negozi.

    Il cibo base sono pezzettini di lombrichi tagliati a dimensione proporzionata alla loro testolina. Oltre ai lombrichi si deve integrare la loro dieta con chironomus e artemie surgelate, non dategli il liofilizzato che è come se non mangiassero nulla.

    I chironomus sono delle larve di zanzara nera e le artemia sono dei piccoli crostacei.

    Il cibo congelato deve venire scongelato in un barattolino con l’acqua della vasca e poi lasciato cadere in vasca una altrimenti porteremo alla morte gli esemplari che mangeranno il cibo congelato.

    Possiamo anche fornire loro dei grilli, delle mosche cw (particolari mosche che hanno delle ali piegate evitando così loro di volare). Il cibo come i pezzi di lombrico, i grilli piccoli e le mosche possiamo anche offrirle con delle pinze, con dei bastoncini per spiedini oppure se abbiamo abbastanza confidenza possiamo dargli da mangiare con le nostre mani, evitando così di sporcare l’acqua.

    Chi non vuole dare il cibo ‘a mano’ può aiutare l’igiene dell’acqua usando un piccolissimo filtro regolato alla potenza minima.

    Inutile dire che dovranno venire tolti tutti gli avanzi di cibo non mangiati.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    si

  • Jinrix
    Lv 4
    1 decennio fa

    qui dice tt ^^

    http://www.inseparabile.com/tritone_dal_ventre_di_...

    cmq x l'alimentazione ti consiglio i vermi rossi (li puoi acquistare tranquillamente surgelati e ogni volta prendere la quantità k ti serve)

  • 1 decennio fa

    devi tenerlo in un acqua terrario con temperatura di 27°c un arredamento composto da varie rocce uno in particolare uno con tappetino riscaldatore una lampada spot e uvb e alimentazione apposita per tritoni ok

    Fonte/i: amico biologo
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.