Mamma ossessionata da FarmVille uccide il figlio?

La notizia è shockante. Una donna americana di 22 anni, Alexandra V. Tobias, si è dichiarata colpevole di omicidio di secondo grado per aver ucciso suo figlio, di soli tre mesi. Ha raccontato che era arrabbiata perché il bambino continuava a piangere, disturbandola mentre lei stava giocando a FarmVille.

Per farlo smettere lo ha preso e lo scrollato, poi ha fumato una sigaretta per calmarsi, quindi lo ha scrollato di nuovo. Il bambino, ha detto la Tobias, potrebbe aver sbattuto la testa sul computer mentre lo scrollava. La tragedia è avvenuta il 20 gennaio, ma il processo l'ha riportata sotto i riflettori in questi giorni.

Colpa di FarmVille? Di sicuro non in modo diretto: in questo caso come in altri del passato, non si può attribuire la responsabilità di attacchi di violenza a un videogame in quanto tale – tanto più che FarmVille, per chi non lo sapesse, è un gioco di Facebook che simula la vita di campagna, tra coltivazioni e allevamenti di bestiame. Nessuna violenza di alcun genere, la classica accusa rivolta ai videogame.

Il problema, qui, è quello della dipendenza, dell'ossessione che fa emergere o scatena comportamenti malsani: un fenomeno che pare stia assumendo proporzioni sempre più vaste. In questo senso FarmVille, pensato per incollare la gente allo schermo il più a lungo possibile (come tanti videogame simili), può probabilmente generare questo tipo di dipendenza in alcune persone "predisposte", già portatrici di altri problemi psicologici.

La cronaca riporta spesso casi diversi nella meccanica, ma analoghi nella matrice. Tra i più noti: il ventenne francese che ha accoltellato un rivale che lo aveva battuto in un gioco online, il giocatore cinese che è stato condannato all'ergastolo per aver ucciso un amico che gli aveva venduto su eBay una spada virtuale, il quattordicenne russo che ha ammazzato il padre a colpi di martello solo perché gli aveva sequestrato la tastiera per impedirgli di giocare.

Anche in Italia non ci siamo fatti mancare storie preoccupanti, come quella del sedicenne ligure ricoverato a forza per la dipendenza da PC, dopo aver riscontrato in lui il pericolo di comportamenti violenti.

Voi che ne pensate?Io sono rimasto shockato!!!Quando l'ho letta non avevo parole.

4 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    io lo ho appena saputo da te!...in questi tempi il telegiornale non lo guardo, anche se dovrei...io davanti a queste cose rimango sempre più basita....

    non è umanità, se lei aveva problemi psicologici non avrebbe dovuto fare neanche un figlio...

    mamma mia se questa tecnologia innovativa è l'inizio del futuro non so a che punto arriveremo...

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Povero piccolo,che madri di m....

  • Ada
    Lv 5
    1 decennio fa

    la gente oramai non c'è più col cervello!!tutte ste cose ripetitive (tipo farmiville o petsociety) ci stanno dando alla testa!!!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    ah...cos'è l'amore materno...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.