яσχαѕ и° 13 ha chiesto in SportWrestling · 1 decennio fa

Mamma ossessionata da FarmVille uccide il figlio(Lo so che non c'entra nulla col wrestling,ma entrate)?

Scusate,lo so che questa domanda non centra nulla col wrestling,volevo solo sapere cosa ne pensavate.

La notizia è shockante. Una donna americana di 22 anni, Alexandra V. Tobias, si è dichiarata colpevole di omicidio di secondo grado per aver ucciso suo figlio, di soli tre mesi. Ha raccontato che era arrabbiata perché il bambino continuava a piangere, disturbandola mentre lei stava giocando a FarmVille.

Per farlo smettere lo ha preso e lo scrollato, poi ha fumato una sigaretta per calmarsi, quindi lo ha scrollato di nuovo. Il bambino, ha detto la Tobias, potrebbe aver sbattuto la testa sul computer mentre lo scrollava. La tragedia è avvenuta il 20 gennaio, ma il processo l'ha riportata sotto i riflettori in questi giorni.

Colpa di FarmVille? Di sicuro non in modo diretto: in questo caso come in altri del passato, non si può attribuire la responsabilità di attacchi di violenza a un videogame in quanto tale – tanto più che FarmVille, per chi non lo sapesse, è un gioco di Facebook che simula la vita di campagna, tra coltivazioni e allevamenti di bestiame. Nessuna violenza di alcun genere, la classica accusa rivolta ai videogame.

Il problema, qui, è quello della dipendenza, dell'ossessione che fa emergere o scatena comportamenti malsani: un fenomeno che pare stia assumendo proporzioni sempre più vaste. In questo senso FarmVille, pensato per incollare la gente allo schermo il più a lungo possibile (come tanti videogame simili), può probabilmente generare questo tipo di dipendenza in alcune persone "predisposte", già portatrici di altri problemi psicologici.

La cronaca riporta spesso casi diversi nella meccanica, ma analoghi nella matrice. Tra i più noti: il ventenne francese che ha accoltellato un rivale che lo aveva battuto in un gioco online, il giocatore cinese che è stato condannato all'ergastolo per aver ucciso un amico che gli aveva venduto su eBay una spada virtuale, il quattordicenne russo che ha ammazzato il padre a colpi di martello solo perché gli aveva sequestrato la tastiera per impedirgli di giocare.

Anche in Italia non ci siamo fatti mancare storie preoccupanti, come quella del sedicenne ligure ricoverato a forza per la dipendenza da PC, dopo aver riscontrato in lui il pericolo di comportamenti violenti.

Io non ho parole.

13 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Poco tempo fa ho sentito di due genitori americani (anche loro giovanissimi) che sono rincasati ubriachi e hanno appeso alla parete il figlio con del nastro adesivo, fotografandolo, deridendolo e divertendosi coi suoi pianti. Trovavano particolarmente ironico che il bimbo non riuscisse a raggiungere il biberon, che avevano attaccato col nastro poco distante dal bambino stesso. E non c'entrava il mondo virtuale; capisco cosa intendi tu, ma credo siano solo coincidenze: in un mondo in cui il 90% delle persone sono pirla e in cui le nuove tecnologie abbondano e sono più alla portata di tutti, credo che le cose finiscano spesso col coincidere, tutto qui.

  • 1 decennio fa

    wow

  • 1 decennio fa

    scioccante.non ho parole.

  • 1 decennio fa

    hai ragione! NON CI SONO PAROLE!! purtroppo la società odierna rende stressati e questo aumenta la probabilità di scatti che spesso portano a tragedie simili!!

    probabilmente la madre era depressa o stressata o comunque non era sana di mente e in un istante ha ucciso il figlio!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    non ho parole.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    lo letto su msn scioccante

  • 1 decennio fa

    Non mi sento di dire niente perché veramente non so cosa dire non riesco ad immaginarmi una scena simile per me è shoccante davvero...MA COME SI FA???? E' colpa di queste persone che il mondo sta andando a pùttane. Io ho 15 anni e spero che la mia generazione sia migliore..

  • Anonimo
    1 decennio fa

    E' scandaloso e inquietante,non è la prima volta che succede e non solo in america...di questo passo non so dove finiremo....

  • 1 decennio fa

    Wow è impressionante....

    Cmq io non darei ls colpa al gioco... perxhe i giochi ci sono quelli a cui piacciono e quelli a cui no... qst madre ne era ossessionata ma ci sono altri ke ci giocano solo una mezzoretta al giorno....

    La madre ha tutta la colpa...!

  • Anonimo
    1 decennio fa

    non si può mamma mia noi non abbiamo facebook!!!!

    Fonte/i: by Abigail l'utente canadian è nuovo della categoria anche noi siamo canadesi
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.