Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

chi mi da delle spiegazioni complete e dettagliate sui transistore ? (10 punti al migliore )?

Salve a tutti quelli che stanno leggendo questa domanda. Sono un grande appassionato di elettronica e mi piacerebbe approfondire le mie insufficienti conoscenze sui transistore vi prego di essere più chiari e dettagliati possibile le nozioni principali dell'elettronica le so potete parlare senza mezzi termini. un GRANDE grazie a tutti coloro che mi risponderanno: OVVIAMENTE PUNTI AL MIGLIORE.

1 risposta

Classificazione
  • tullio
    Lv 7
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Difficile darti una risposta esaudiente comunque tralasciando la storia....il transistore è costituito da una successione di tre regioni di materiale semiconduttore a drogaggio alternato e consiste quindi in due diodi con l’anodo in comune (transistore npn) oppure con il catodo incomune (transistore pnp).

    Le due regioni estreme sono dette emettitore (E) e collettore (C); la regione intermedia è detta base

    (B).Il funzionamento del transistore è basato sul trasporto dei portatori minoritari attraverso la base e le sue proprietà sono dovute alla sottigliezza della regione di base, che determina l’interazione tra i

    due diodi.La maggiore mobilità degli elettroni rispetto alle lacune rende migliori le prestazioni del transistore npn.

    In dipendenza delle polarizzazioni (dirette o inverse) delle due giunzioni che costituiscono il

    transistore, si distinguono tre principali regioni di funzionamento:

    REGIONE DI INTERDIZIONE (CUT OFF)

    entrambe le giunzioni sono polarizzate inversamente e le correnti sono trascurabili. Il transistore

    può essere assimilato a un circuito aperto.

    REGIONE DI SATURAZIONE

    entrambe le giunzioni sono polarizzate direttamente e il transistore può essere assimilato a un corto

    circuito.

    REGIONE ATTIVA DIRETTA ( o NORMALE)

    la giunzione base-emettitore è polarizzata direttamente e la giunzione base-collettore è polarizzata

    inversamente. In questa regione, il transistore può funzionare come amplificatore.

    Il funzionamento nella regione attiva diretta di un transistore npn è caratterizzato da una corrente

    iE uscente dal terminale di emettitore formata da due componenti: una corrente iC proveniente dal

    terminale collettore e una corrente iB proveniente dal terminale di base

    Tralasciando la tecnica la soluzione più usata per far funzionare stabilmente il transistore nella zona lineare è la polarizzazione a partitore di tensione (Voltage-Divider Bias, VDB) o polarizzazione a quattro resistori,il circuito equivalente tiene conto della resistenza di ingresso in continua della base del transistore Rin(base) il calcolo di Rin (base) può essere effettuato come rapporto tra la tensione Vin applicata tra base e massa e la corrente Iin che entra nella base del transistore Rin(base)=Vin/Iin=Vbe+IeRe/Iin e così via possiamo scrivere un libro...in pratica un transistore può essere ritenuto come un resistore controllato elettronicamente, anche se il nome è alquanto fuorviante. Due dei terminali fungono da resistore normale (più o meno). L'altro terminale di "controllo" controlla la resistenza "vista" fra gli altri due terminali.In un transistore FET il terminale di controllo è nominato "porta" (gli altri due terminali sono la "sorgente" e il "pozzo").Nei transistori BJT il terminale di controllo e nominato la "base" (gli altri due terminali sono l' "emettitore" ed il "collettore").Due quantità elettriche possono essere usate per controllare la resistenza tra i due terminali: corrente e tensione. Nei FET, la tensione nella porta controlla la resistenza tra la sorgente e il pozzo, mentre nei BJT, la corrente che entra nella base controlla la resistenza tra l'emettitore ed il collettore.un transistore non crea una tensione o una corrente più alta spontaneamente. Come qualsiasi altro dispositivo sottostà alle leggi di Kirchoff. La resistenza di un transistore varia dinamicamente, da qui il termine "trans"istore (di fatto il termine deriva dalla contrazione di "varistore di transconduttanza" o "varistore di trasferimento", ma ciò è una utile mnemonica per ricordare la sua funzione).E poiiii tutti i tipi di transistore a effetto di campo,Semiconduttori metallo-ossido complementari etc etc :)))

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.