Ellina ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

ciao ragazzi....potreste aiutarmi x favore?? :)?

raga devo fare una ricerca riguardante il territorio, la posizione geografica, le particolarità e le caratteristiche del luogo dove vivoneo gli eschimesi...vi prego datemi una mano...sul mio libro di geografia nn c'è scritto nnt a riguardo...vi supplico...è urgente!!grz a ttt :)

2 risposte

Classificazione
  • mela83
    Lv 4
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Gli Inuit (chiamati più comunemente Eschimesi, termine usato dalle popolazioni vicine che significa “quelli che mangiano il loro cibo crudo”) sono una tribù di Indiani d'America, originaria della Groenlandia e delle regioni subartiche del Nord America. Gli Inuit sono cacciatori di foche, trichechi, caribù e orsi polari. Per spostarsi sulla terraferma utilizzano slitte trainate da cani; nell’acqua usano imbarcazioni fatte con una intelaiatura in legno e ricoperte di pelli, i kayak e gli umayak. Anticamente gli Inuit vivevano in igloo, abitazioni costruite con la neve o sovrapponendo blocchi di ghiaccio, che venivano saldati insieme dal freddo, ma attualmente la maggior parte di essi vive in case di stile europeo con elettricità ed altre moderne comodità. Oggi gli Inuit popolano tutto l'Artico, ma gli insediamenti più importanti sono in Alaska, Groenlandia e Canada settentrionale; un piccolo numero di loro ha attraversato lo Stretto di Bering per insediarsi in Siberia.

    Eschimési, gruppo umano di origine assai antica, stanziato nelle regioni artiche dalle coste asiatiche dello stretto di Bering alla Groenlandia. Gli Eschimesi, che nella loro lingua si definiscono col semplice nome di Inuit, cioè "uomini", furono tra le prime popolazioni di origine paleosiberiana che posero piede in America. Secondo alcuni studiosi americani, durante l'ultima glaciazione si spinsero verso il sud del continente nordamericano, per seguire poi il ritiro dei ghiacci verso nord. Assommano a circa 60.000 individui e sono dislocati in prevalenza lungo le coste della Groenlandia, della Terra Vittoria, del Canada settentrionale e dell'Alasca; alcuni gruppi vivono nell'Asia orientale, lungo le coste orientali all'estremità della penisola dei Ciukci e nell'isola San Lorenzo (stretto di Bering). Recentemente gli Eschimesi hanno formato un'organizzazion internazionale, la Inuit Circumpolar Conference, allo scopo di intraprendere programmi economici, sociali e culturali comuni e di intervenire nella politica degli Stati in cui vivono popolazioni eschimesi.

    La precisa origine antropologica degli Eschimesi non è ancora definita; pur avendo i caratteri tipologici dei mongoloidi, presentano spiccate forme di adattamento all'ambiente glaciale; al loro gruppo si è data la definizione di razza eschimide. Hanno un cranio mongolico modificato con forte dolicocefalia, corpo tozzo e massiccio, tronco lungo e arti corti, mani e piedi molto piccoli: la statura varia da 1,45 m nelle donne a 1,57 m negli uomini; la faccia è larga, con mascelle forti, denti larghi, labbra grosse, ossa malari alte, prominenti e con grossi cuscinetti adiposi, naso con ossa lunghe e strette e ponte nasale poco rilevato; il colore della pelle è giallo molto chiaro; i capelli sono neri, diritti e rigidi; la pelosità è piuttosto scarsa; gli occhi sono neri e presentano la plica mongolica.

    La cultura degli Eschimesi è tipicamente artica e conserva ancora i caratteri preistorici dei loro antenati: suddivisione in clan e in famiglie patriarcali, nelle quali vigono l'esogamia e una grande libertà di costumi sessuali; divisione dei proventi della caccia e proprietà privata dei beni individuali; costituzione sociale di tipo collettivistico e posizione elevata della donna; concezioni religiose magico-animistiche che lentamente cedono il passo al cristianesimo. Il vestiario tradizionale è identico sia per l'uomo sia per la donna: giubba chiusa e infilata dalla testa, con i guanti attaccati alle maniche, pantaloni, calzettoni e stivali; gli abiti sono fatti di pelliccia di caribù, gli stivali di pelle di foca. Caratteristica l'abitazione invernale seminterrata ricoperta di neve (igloo), dalla quale è derivata la capanna semisferica fatta di blocchi di neve (igloolak) degli Eschimesi del Canada; durante l'estate gli Eschimesi usano tende coniche coperte di pelli di foca, derivate da quelle siberiane. Altrettanto tipiche le imbarcazioni: il kayak, canotto monoposto da caccia fabbricato con pelli, e l'umyak, detto battello delle donne, di dimensioni maggiori, con intelaiatura di legno coperta di pelli. La produzione tecnologica e artistica eschimese è varia e assai interessante; sebbene oggi vengano sempre più usati abitazioni, armi e attrezzi moderni, non sono ancora scomparsi l'arco composto a doppia curvatura, l'arpione a testa mobile, le lampade alimentate con olio di foca, la slitta trainata da cani e numerosi oggetti d'uso domestico fabbricati in osso o in legno. Con le ossa, l'avorio, la pietra, il legno e talvolta le pelli, gli Eschimesi producono ancor oggi notevoli manufatti artistici, che ricalcano i temi ancestrali riallacciantisi, sotto certi aspetti, all'arte magdaleniana: piccole sculture antropomorfe e zoomorfe, bambole, giocattoli, gioielli, oggetti magico-rituali decorati, pelli decorate e istoriate, maschere in osso e (più raramente) in corteccia di legno.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.