promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 10 anni fa

Quale attività può giovar alla mente per rilassarsi, oppure è soggettiva la sensazione di rilassarsi...?

Voi cosa fate ascoltate musica, leggete, passeggiate?

Vi andrebbe di condivedere una frase di un libro, una canzone... un pensiero.

7 risposte

Classificazione
  • John
    Lv 7
    10 anni fa
    Risposta preferita

    Gentile Macleod,

    se vuoi, ti mando in vacanza tutti i giorni…porta pazienza cinque minuti. L’ansia, è la malattia di inizio millennio; prova a fare questo esercizio che ti consiglio e vedrai che solo leggendolo ti rilassi; due righe di presentazione.

    La luce e quindi la vista, è l’organo di senso che più stimola l’arousal (attivazione corticale), così la chiamano gli anglosassoni; il nervo ottico, utilizza ben il 30% del glucosio a disposizione nel sangue. Capisci quindi quanta energia il corpo consumi, per rendere operante l’arousal o attivazione corticale. Messa però fuori gioco la vista, con il chiudere gli occhi, ecco che il cervello riposa e la mente di conseguenza si rilassa; non si dice infatti che, a mente serena, si vede con “occhi nuovi”; i proverbi popolari la sanno lunga oh! pardon, hanno la vista lunga; entro nel vivo.

    Ti consiglio un esercizio tratto dal “Palming o dal Metodo Bates”, che io stesso ho modificato e trovato di grande aiuto quando soffrivo d’ansia da giovane, eccolo.

    Chiudi gli occhi con il palmo delle mani, con i gomiti appoggiati alla scrivania con sotto gli stessi, due o tre cuscini a modo di tenere la schiena diritta e stai così per un quarto d’ora; mantieni una respirazione lenta e regolare. Gli occhi e quindi la vista, sono per antonomasia l’organo che più stimola il cervello e quindi la mente; la luce colpisce la retina, la quale trasmette informazioni al cervello, inviando impulsi elettrici attraverso il nervo ottico. Il solo fatto di metterli fuori causa per un quarto d’ora, da sollievo, te lo assicuro.

    Durante quel quarto d’ora, immagina di trovarti in una radura di alta montagna, con attorno la foresta che ti avvolge; pensa agli alberi maestosi che ti attorniano e che ti proteggono dai venti, al cielo di un azzurro intenso, tocca l’erba fresca e verde che ti circonda, ascolta un ruscello che gorgòglia lì vicino, senti l’odore del muschio che ti ricorda il presepio che ammiravi da piccolo. Se ti piacciono, aggiungi il sapore e gusto di un pasticcino di cui sei particolarmente goloso/a.

    Mentre osservi tutte quelle cose, recita un mantra, tipo: “Dammi-forza” opp. “Kyrie-eleison”,o se preferisci, delle parole senza alcun significato, tipo: “Pu-rim, So-ham o altre”; la prima parte in inspirazione, la seconda in espirazione.Tutti riferimenti che servono per distogliere la mente dalle preoccupazioni e metterla a riposo. Questo piccolo esercizio va ripetuto due volte al giorno con questa scaletta mentale:

    Radura, Foresta, Alberi, Cielo, Erba, Ruscello, Muschio, Pasticcino.

    Tira in ballo i cinque sensi che si sentono per un quarto d’ora appagati; ripetuto per più giorni, innesca quei famosi riflessi condizionati, studiati dal fisiologo russo Pavlov, che sono un paradigma in Psicologia; un riscontro assodato e riconosciuto da tutti gli psicologi. Si viene in pratica a creare un clima diametralmente opposto allo stato d’ansia e se ripetuto per due volte al giorno, ha un effetto sorprendente.

    Sento un sorrisino dall’altra parte dello schermo! Provalo e vedrai che funziona; ascolta il nonno. Scrivi quelle otto parole e tienile davanti agli occhi (per i primi tempi) e quando dimentichi qualcosa, apri gli occhi e vai a rileggerle, a modo che diventi quasi un ritornello; funziona-te lo assicuro, funziona-te lo assicuro, funziona-te lo assicuro, funziona-lo assicuro, funziona-te lo assicuro, funziona-te lo assicuro!

    Qui ci sono tre video, il primo in italiano, gli altri due in inglese e spagnolo…che ben spiegano il processo; il mio metodo è più semplice e meno complicato e si serve anche dell’immaginazione, che ben sappiamo quanto sia importante per distaccarci e portarci anche per un solo quarto d’ora fuori dal solito nostro ambiente; una visualizzazione creativa, un vero segreto da intenditori, che favorisce l’equilibrio tra i due emisferi cerebrali. Se il pasticcino ti ha fatto venire l’acqualina in bocca, è segno che la visualizzazione funziona.

    http://www.youtube.com/watch?v=KR3jlhYJWa0

    Youtube thumbnail

    http://www.youtube.com/watch?v=HD_IxmMIPhE

    Youtube thumbnail

    http://www.youtube.com/watch?v=gWtA3rlDUI4

    Youtube thumbnail

    Auguri e trasferisciti in montagna per un quarto d’ora, dove l’ansia vola via e si fa elegìa.

    Tienilo presente quando ne hai bisogno; e se a questo riesci anche ad abbinare un corso di Yoga, va tutto a tuo vantaggio. Sappiami dire come è andata.

    Nonno Eugenio.

    Se non credi alla efficacia della visualizzazione creativa, guarda qui:

    http://www.leviedellasalute.com/index.php?option=c...

    http://crescereleggendo.wordpress.com/2009/03/18/v...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    ci sono due cose che faccio per rilassarmi..

    una è ricamare

    l'altra è ascoltare musica, stesa sul divano... e rigorosamewnte ad occhi chiusi..

    che musica.. il mio amico Fabrice.. e i suoi Rockets..http://www.youtube.com/watch?v=Lvk_2XssP0c

    Youtube thumbnail

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • vichy
    Lv 5
    10 anni fa

    dipende dal mio stato d'animo, alle volte disegno per sfogarmi,altre leggo per divagarmi,ascolto la musica se ho bisogno di isolarmi,ma anche answer è un modo per rilassarmi...dipende!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    io non vedo più le mie attività

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    10 anni fa

    La sensazione benefica del rilassarsi può avere un percorso diverso in tutti noi.

    Per quanto possa apparire incredibile, grande importanza ha l' abitudine.

    Le endorfine che ogni attività "rilassante" produce, possono a lungo andare creare dipendenza.

    Ecco quindi chi abitudinariamente riesce a rilassarsi distrutto dopo una corsa, chi nell' ascoltar musica, chi nel leggere, chi nel dedicarsi al bricolage, chi nello stare davanti al pc, chi nell' aggregarsi per sfruttare l' effetto leva dell' energia che il gruppo riesce a trasmettere, chi solo col sesso ecc.

    Ciao!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    Bè, si. E' soggettivo. Nel senso che per me per esempio Passeggiare in una pineta con le immancabili cicale, mi rilassa tantissimo e mi fa proprio bene. Ma magari a Te non piace. Ma ...... sai che Ti dico? Secondo me invece Ti piacerebbe e Ti farebbe benissimo (sempre se gia non lo fai). Ovviamente il Top, lo raggiungi in una SPA, dove tra massaggi e bagni turchi, ritorni a casa che sei un altro. E non serve una vacanza (certo magari puoi !!!): Ti basta una giornata. Io l'ho fatto per un giorno e sono stata da DIO. UN SALUTO Carissimo.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    Ascolto musica,leggo o scrivo.Scrivere specialmente mi rilassa molto.E' come se entrassi nel foglio.se mi perdessi tra le mie parole.

    Una canzone?Ti scrivo una frase,tratta da Little by little degli Oasis che a mio parere è divina.

    Fading like the stars we wish to be.Svanendo come le stelle che vorremmo essere.

    Bisous.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.