Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaUccelli · 1 decennio fa

vorrei sapere una cosa .. siccome mi sta x arrivare un piccolo inseparabile di 20 giorni giorni?

va bene se lo tengo in una scatola di cartone al caldo con un pezzo di lana e una lampada infrarossi quella per rettili? un' altra cosa volevo sapere pure se oltre alla pappa gli si da apprate l' acqua??... se e no dopo quanto tempo gli devo mettere il beverini???.. spiegatemi tutto bene aiuto pleseeee

5 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ecco come devi procedere:

    Prima di iniziare l'allevamento a mano bisogna procurarsi i seguenti oggetti:

    - un set di nuove siringhe sterili monouso io vi consiglierei quelle da 5 ml;

    - un contenitore di plastica per contenere il pullo

    - un contenitore in cui porre la pappa d' imbecco

    - un termometro per alimenti

    - carta assorbente da cucina

    - disinfettante per biberon tettarelle (amuchina)

    - acqua naturale ad uso alimentare umano

    - uno scalda biberon per bambini, o un forno a microonde

    - La pappa d'imbecco: io personalmente uso il nutribird A 19

    - una camera calda che si può acquistare nei negozi d'anmali o per l' amante del fai da te nulla toglie che possa costruirsela da se.

    Procurati tutti gli oggetti sopra indicati si potrà iniziare questa bella avventura ponendo il pullo dentro il contenitore che a sua volta sarà posto nella camera calda già precedentemente accesa ad una temperatura di 35° quando il pullo avrà più o meno 12/15 giorni per poi farla decrescere fino ad una temperatura di 20° gradi intorno al 30/15 giorni ovvero quando il pullo sarà impiumato, fino ad una temperatura di 15° gradi quando il pullo sarà autosufficiente.

    Ora passiamo alla somministrazione delle imbeccate che naturalmente cambiano a seconda dell' età del piccolo;

    Età del soggetto Numero dei pasti quotidiani

    dai 5 ai 20 giorni 5 imbeccate

    dai 20 ai 30 giorni 4 imbeccate

    dai 30 ai 40 giorni 3 imbeccate

    dai 40 ai 45 giorni 2 imbeccate

    dai 45 ai 50 giorni 1 imbeccata

    Le imbeccate inizieranno la mattina alle 7 e poi ogni 3 ore e mezza fino ad arrivare a 5 imbeccate nei primi 20 giorni, intervallo di tempo che andrà via via aumentendo con il crescere del soggetto fino ad arrivare ad una singola imbeccata intorno ai 45/50 giorni, tenendo presente che ogni soggetto ha i suoi tempi e che quindi i dati da me proposti potrebbero variare.

    Per preparare la pappa dobbiamo versare la pappa in polvere in un contenitore in cui gia precedentemente avremo versato dell' acqua calda e mescolare sino a far amalgamare bene il prodotto senza far creare grumi, (la consistenza della pappa combia a seconda dell' età del soggetto infatti nei primi giorni di vita deve essere più liquida sino ad arrivare ad una consistenza tipo yogurt quando diventa più grande), fatto questo bisogna prendere il termometro per alimenti e misurare la tempera che deve essere tra i 38°/40° gradi, una temperatura più bassa o più alta della pappa potrebbe causare problemi al pullo (natruramente dopo ogni imbeccata bisogna pulire accuratamente tutti gli oggetti utilizzati con amuchina, e pulire il pullo e l'ambiente in cui vive ricambiando la carta posta nel contenitore). Intorno al 35° giorno dovremmo lasciare a disposizione del pullo acqua, del pastone e delle spighe di panico per farlo abituare a mangiare da solo.

    Se ti occorrono altre informazioni non esitare a contattarmi, visita il mio sito: http://www.pappagallimania.it

  • 1 decennio fa

    Va benissimo una scatola da scarpe e un pezzo di lana sul fondo, metti anche un pezzetto di scottex che cambierai ogni pasto perchè assorbe gli escrementi.

    Se copri il pullo con un altro pezzo di lana non serve la lampada , le case sono riscaldate.

    Penso che usi il NutriBirdA21 per nutrirlo , non serve acqua è abbastanza quella che c'è nella pappa.

    Imbeccalo ogni 2,5 -3 ore di notte NO, quando avrà circa 40 - 45 giorni metti in gabbia una mangiatoia con pastoncino giallo , una con i semi e una spiga di panìco, inizia così a mangiare da solo, a 60 giorni sarà autosufficiente.

    Se hai bisogno scrivimi una mail ti aiuto volentieri.

  • ?
    Lv 5
    1 decennio fa

    ciaoo anche io da pochi gg sto svezzando a mano 4 pulli di quasi 30 gg a mano (è una fatica ma alla fine c'è molta soddisfazione u.u) io ho preparao tipo una piccola scota di scarpe(quella per le scarpe dei bambini) e all'interno ho messo dei tovoglioli di carta per le fece( che dovrai cambiare ogni gg)e un panno di lana, tienilo in una stanza abbastanza riscaldata da qualcosa o che sia + calde delle altre.l'acqua dipende s edargliela o no dipende tu come gli prapari la pappa se la prepari abbastanza liquida non c'è bisogno, ma s ela prepari alquanto denza allora ad ogni pasto aggiungi un pò d'acqua( se mai non gliela dare fredda che poi con la pappa calda che ha nel bozzo si potrebbe indurire e potrebbe creare problemi dagliela tiepida) nutrilo 4 o 5 volte al gg ( la pappa mantienila sui 38 o 40 gradi, il beveriono lo devi mettere quando il tuo pullo ha già sui 50 gg di vita... evita di mettere la lampada come hai dettu tu per rettili cosi già sta ben caldo byeee

  • 1 decennio fa

    Ciao! Allora io sono sempre stata un'esperta in animali,in particolari uccelli! Il tuo inseparabile sarà contento di avere un bel nido di paglia confortevole e una lampada come hai detto tu,dei rettili,ma non molto vicina e in quanto all'acqua inizia a mettergli delle ciotoline basse basse e col tempo te le rovescerà ma è normale! Comunque assicurati SEMPRE che lui si idrati con la ciotolina BASSA che gli dovrai mettere.Se vuoi essere proprio sicuro che beva il giusto ogni tanto prendi il contagocce e dagli un po' di acqua! Magari lo sai,ma x sicurezza: lo sai che il cibo glielo devi dare in pappetta infilandoglielo in bocca????????? ciao e buona fortuni col tuo inseparabile!

    Fonte/i: Esperienza,sin da piccola sono stata educata dai miei genitori! Amiamo gli animali... ora ho solo 12 anni.......................................
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 decennio fa

    Ho allevato un passerotto caduto dal nido e dopo un anno l'ho lasciato andare!

    Quando era piccolo piccolo ricordo di avergli dato anche da bere con il contagoccie, lo tenevo in una gabbia con all'interno un nido di paglia e lana fatto da me!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.