Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeBiologia · 1 decennio fa

VITAMINE D...........?

....MI POTETE DIRE DOVE VENGONO ACCUMULATE LE PROVITAMINE D2 E D3 PRIMA DEL SUO IMPIEGO NEL FEGATO E NEL RENE PER ESSERE CONVERTITE IN METABOLITI ATTIVI???

In alcuni libri viene indicato che sia Colecalciferolo (D3) che Ergocalciferolo (D2) sono accumulate nel tessuto adiposo e in misura minore nel tessuto muscolare che tuttavia per la sua voluminosità rappresenta una ottima riserva.

In altri libri sembra che queste vitamine si depositino in cervello, fegato e ossa.

Se studiate su libri odierni o avete informazioni certe su internet o altri mezzi, riferite quello che sapete e ritenete reale.

Certo che le vitamine si depositeranno da tutte le parti, però avranno i loro "siti prediletti" come serbatoio.

GRAZIE

Aggiornamento:

Solo risposte serie e da intenditori...GRAZIE

3 risposte

Classificazione
  • green
    Lv 6
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    ESSENDO una vitamina liposolubile, la sede di accumulo e riserva è sicuramente il tessuto adiposo. Gli altri sono siti minori (anche se, come ti dice il libro stesso, il muscolo può essere ritenuto tra i più importanti). Poi ci sono altri siti di accumulo, come il latte, ma non possono essere considerati anche siti di riserva perchè, ovviamente, l'organismo non può richiamare la vitamina dal latte. Così come cervello, fegato e ossa, più che siti di accumulo io li considererei siti di utilizzo della vitD (l'adipe invece, essendo inerte, non la utilizza e la rilascia all'occorrenza).

    Quindi la risposta esatta è certamente quella del primo libro.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    visto che desideri una garanzia di informazioni molto precise cito testualmente dal libro Principi di Biochimica di Lehninger, V edizione

    "La vitamina D3, anche detta Colecalciferolo, è normalmente formata nella pelle dal 7-deidrocolesterolo in una reazione fotochimica mediata dalla componente UV della luce solare. La vitamina D3 non è biologicamente attiva in sè, ma viene convertita da enzimi nel fegato e nei reni a 1,25-diidrossicolecalciferolo, un ormone che regola l'assorbimento del calcio nell'intestino e i livelli di calcio nei reni e nell'osso. La carenza di vitamina D porta alla formazione errata delle ossa e alla malattia rachitismo, per la quale la somministrazione di vitamina D è una cura molto efficace.

    La vitamina D2 (ergocalciferolo) è un prodotto commerciale formato dall'irradiazione di UV dell'ergosterolo del lievito. La vitamina D2 è strutturalmente simile alla D3, con una leggera modificazione alla catena laterale attaccato all'anello sterolo D. Entrambe hanno gli stessi effetti biologici, e la D2 è comunemente aggiunta al latte e al burro come supplemento alimentare. Come gli ormoni steroidei il prodotto del metabolismo della vitamina D, l'1,25-diidrossicolecalciferolo, regola l'espressione genica interagendo con proteine recettori specifici nucleari"

    Ho tradotto dall'inglese per cui mi scuso se c'è qualche termine improprio, ma il concetto rimane intatto.

    Spero di esserti stato d'aiuto

  • ?
    Lv 4
    1 decennio fa

    L'ho assunta con marea di farmaci dopo una varicella devastante a 35 anni, che mi ha reso praticamente moribonda. Devi dunque pensare che aiuta tutto il sistema nervoso e lipidico, nonche' gli enzimi pancreatici, ad un lento ripristino. La vit D poi è molto legata ad esposizione solare; ed aiuta appunto l'assimilazione del calcio. Io sono stata curata da un neurologo endocrinologo; e poi il supporto di fitoterapia.

    Ma sono cose molto specifiche di medicina

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.