ciao a tutti ,chiedo a voi un consiglio davvero di grande importanza ed urgenza?

sono studente di filosofia del 3 anno,credo concretamente di non dare gli esami in un brevissimo tempo che equivale a 3 mesi circa di studio,dato che gli esami da sostenere sono 6.Il mio problema nasce dal fatto che io ho cercato di essere sempre un ragazzo a modo nei confronti dei miei genitori,ma io non mi rispecchio nel classico ragazzo che rispetta le regole di vita.Amo godermi la vita nella sua totalita,pero l 'unica cosa che mi blocca,almeno credo,nel completare la mia esistenza ,sia il lavoro.il lavoro credo sia una cosa di grande importanza,per completare una persona ai fini di una sopravvivenza vitale.ma la cosa che mi rsulta difficile è di riuscire a"reggere" il ritmo della vita.no so quale importanza dare agli esami con un voto di un certo spessore o un voto con minimo valore ma in grado di laurearmi in tempo quindi accettare qualsiasi voto dal 18 in poi.(?)anche se sto estremizzando quantitativamente la cosa.non mi reputo un ragazzo nullafacente,ma un ragazzo che ama la materia che studia,ma per motivi di tempo e di vita,data la mole di esami da dare,credo sia eccessivo chiedere di laurearmi in breve tempo senza ottenere determinate soddisfazioni.la vita ormai gira intorno al denaro e alla sopravvivenza materiale ,vorrei dimostrare ai miei genitori e alle persone di mer...che mi stanno attorno che valgo molto di piu ...quindi vorrei laurearmi ma contemporaneamente lavorare senza dare troppa ansia al tempo di seduta di esami,anche se devo fare un lavoro frustrante,ma almeno avro la soddisfazione di dire agli altri che mi sono laureato si con il supporto dei mie genitori ,ma anche con il mio sacrifico morale e piscofisico.concludendo anche se sono quasi vicino alla laurea vorrei laurearmi e godermi la vita ,nel bene e nel male.cosa ne pensate al riguardo? grazie e scusate se mi sono espresso in maniera non troppo esplicita su cio che volevo realmente dire.

ps:il messaggio principale che vorrei mandarvi è questoil mio pensiero costante è :io studio ma non lavoro,questo nonostante i miei genitori mi supportano economicamente,ma avendo 23 ann,credo che la mia scelta di vita sia proprio questa:lavorare e studiare.temo che pero la mia scelta verra poca condovisa,da mia madre e poco da mio padre.cosa mi consigliate di fare?io.che pensavo di laurearmi in un determinato tempo,pero non cio che viene previsto di solito rispecchia la realta?

Aggiornamento:

BLABLA GIA IL TUO NICKNAME DICE TUTTO .TI TINGRAZIO DEL TUO AIUTO,CHE AIUTO NON è ,PERCIO TI MANDEREI A QUEL PAESE.ALMENO IO NON PERDO TEMPO NEL DARE CONSIGLI INUTILI ,MORTIFICANDO LE PERSONE....PERCHè AIUTARE NON VUOL DIRE MORTIFICARE,MA VENIRE INCONTRO.DATO CHE NON MI SEI VENUTO INCONTRO,NON MI OBBLIGA A DARTI SPIEGAZIONI,RICONOSCO I MIEI ERRORI,MA NON HO CHIESTO QUESTO,SENNO ANDAVO DAL PROFESSORE DI ITALIANO.

5 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    intanto stellina per te che reputo una domanda intelligente.

    allora.guarda io sono madre e capisco l' atteggiamento della tua,mio figlio ha 18 anni e ha scelto come te di intraprendere sia la strada dello studio che quella del lavoro contemporaneamente...solo che il mio si e' spostato all'estero e vedo una volta l'anno...ora..io da madre ho lasciato che mio figlio seguisse i suoi istinti perché' alla sua eta' i miei vennero repressi dalle scelte che mio padre voleva per lui e che ha cercato di scaricare su di me,cosa che fortunatamente ho avuto il coraggio di non fare,per una madre saper che i proprio figlio possa in qualche modo qualcosa o qualcuno ostacolare la strada che ritiene piu' giusta per lui e' un dramma specie se a questo figlio piace la strada che ha scelto come per te che ami studiare e che non faresti altro se dipendesse da te,ora mi chiedo,se i tuoi genitori non ti fanno pesare questa situazione e cioè' quella dello studio e non del lavoro non devi fartene una colpa anzi..i genitori sanno che dal primo giorno che nascete abbiamo la responsabilità totale su di voi,e questo comprende anche mantenervi finché ' ne avrete bisogno,e' chiaro che tu come ragazzo vorresti fare di piu',vorresti dimostrare di piu'..ma nel tuo caso lo fai,studiando ed applicandoti per realizzare un tuo sogno che andrà' a gratificare anche i tuoi genitori domani..quando avrai un lavoro per la quale hai dato molto studiando,e' la piu' grande gratificazione per un genitore vedere i propri figli realizzarsi e se questo comporta mantenerli nel frattempo che ben venga!!quindi..mio caro ragazzo..fai quello per la quale sei nato,fai quello che sai fare meglio..il lavoro arriverà',tutto arriverà'..e' scritto nel destino di tutti noi la propria strada,dedicati allo studio che a quanto pare e' la cosa che ti gratifica di piu',solo cosi' potrai raggiungere i migliori risultati...mio figlio e' bravissimo a scuola..ma per la scelta che ha fatto dorme 4 ore per notte,e' dimagrito tantissimo...e lo vedo una volta l' anno...quanto pensi che possa durare???nonostante questo e' una sua scelta e io la rispetto..ma mai mi sono sognata di chiedergli di fare di piu' di cio' che un uomo può' fare...sono anni che lotto per fargli cambiare idea..ma lui e' cosi'..che ci posso fare......

    andrei a lavorare anche di notte se questo lo terrebbe accanto a me e a dargli una mano a realizzare il suo sogno..perche' lui come te ama studiare..ma allo stesso tempo sente il bisogno di farsi considerare un uomo..bhe non e' solo ammazzandosi di lavoro che si puo' dimostrare di essere un uomo.

    buona vita!

  • 1 decennio fa

    Anc' hio penso che i tuoi genitori saranno consapevoli di doverti sostenere ancora,vedendo che hai buona volontà.

    Ricordati se qualche volta ti diranno che perdi tempo lo fanno per stimolarti.

    Noi ne abbiamo fatti studiare due senza che lavorassero,con sacrifici perchè vivevamo di lavoro,

    Ma che grande soddisfaziono,quando si sono laureati con il massimo dei voti ,e anche ora che lavorano,penso che se tornassi indietro farei tutti quei sacrifici che ho fatto all' ora.

  • joky
    Lv 5
    1 decennio fa

    wow..tu studi filosofia. è la mia materia preferita a scuola nonostante non riesca ad esprimerla durante le interrogazioni :(

    cmq...hai avuto coraggio a scegliere una facoltà del genere. In questi tempi è difficile trovare un lavoro, soprattutto con la facoltà che hai scelto. Detto ciò...beh..credo sia ammirevole questa tua scelta. Però nonostante tu voglia completarti in quel modo, non ti sembra che sia un po' troppo tardi ?? Ormai sei quasi vicino alla laurea. La maggior parte dei sacrifici sono stati fatti. Sbagli ad avere questa concezione. Tu dici che vuoi completarti come persona e che vuoi lavorare per dimostrare ai tuoi che non sei un fannullone. Già il fatto che vai all'università dimostra che sei una persona che ha voglia di fare qualcosa nella propria vita. Naturalmente se vuoi trovare un lavoro non c'è niente di male. anzi...

  • 1 decennio fa

    vivi la tua vita, fai le scelte ke vuoi!

    si vive una volta sola, prenditi tutto il tempo che vuoi se ne hai bisogno, xò i tuoi genitori ti hanno aiutato e sostenuto quindi parlagliene, non deluderli.

    buona fortuna!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    Io comincerei a ripassare un po' la grammatica, visto gli errori che hai fatto, perlomeno i tuoi genitori avranno speso bene i loro soldi.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.