secondo voi se in casa c'è un malato, disturbato mentale, i bimbi sono in pericolo?

che tragedie.....

-----------

Napoli, la nipotina di due mesi piangeva

e lo zio malato di mente la uccide

NAPOLI (15 novembre) - Dramma della follia nel Napoletano. A Monte di Procida, una bimba di appena due mesi, Sofia, è stata uccisa con un fendente alla gola dallo zio, un ventinovenne affetto da turbe mentali e sottoposto a cure psichiatriche. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri: dovrà rispondere dell'accusa di omicidio.

Ricostruita la dinamica dei fatti: i genitori di Sofia, Francesca e Fausto, 33 anni lei, 35 lui, ambedue impiegati residenti a Baiano (Avellino), erano andati a trascorrere la domenica a casa della nonna materna che vive a Monte di Procida (Napoli) con il figlio Antonio Raffaele, un 29 enne affetto da problemi di sanità mentale. Ad un certo punto del pomeriggio, marito e moglie sono usciti per una passeggiata lasciando la piccola, due mesi compiuti da pochi giorni, in custodia alla nonna. Sembra che quest'ultima avesse in braccio la bambina quando l'uomo l'ha reclamata per sè chiedendo di prenderla in consegna.

Dopo averla presa in braccio la bimba ha cominciato a piangere e così la nonna ha chiesto al figlio di riconsegnargliela. A quel punto l'assassino ha allontanato la madre con una spinta che l'ha fatta cadere per terra. Quindi, colto da un raptus omicida, si è procurato un grosso coltello da cucina con il quale ha colpito l'indifesa bambina alla gola uccidendola. A nulla sono valsi i soccorsi, la piccina è morta sul colpo.

A dare l'allarme, e a chiamare il 112, sono stati alcuni parenti richiamati dalle grida della nonna. Per la mamma di Sofia, la tragica scoperta è avvenuta al suo ritorno a casa. L'uomo è stato arrestato. Al momento della cattura non ha opposto resistenza, nè pronunciato parole sconnesse. Sul luogo del delitto sono arrivati per i rilievi i carabinieri di Pozzuoli e quelli di Monte di Procida che conducono le indagini. Il corpo senza vita della povera Sofia è stato portato all'istituto di medicina legale.

------------

ma perchè i matti non sono internati???

Aggiornamento:

io un malato di mente, accertato che può nuocere a qualcuno non lo terrei libero..manco per sogno

ognuno può uccidere è vero, ma ..prevenire è meglio di curare, a casa anche io ho uno zio incapace di intendere e di volere al 50%, ma non è in terapia da nessuna parte ..ti racconto...

un iceberg si è staccato e vanza verso....lui ..oddio ora ci allaghiamo

oppure ...un attrice di una soap è ospite in diretta su un canale...lui...allora la puntata oggi non la fanno, l'attrice è in tv qui...

è pauroso, ha paura di tutto, discute con mia figlia di nemmeno tre anni e ui ne ha 60

---------------

per disturbato mentale, intendo quelli gravi, pericolosi....pensavo fosse chiaro

Aggiornamento 2:

simone....

mi hai dato dell'ignorante, mi devo offendere? Poi ti lamenti che le persone ti bloccano, ti ignorano, ti aggrediscono...per me..pensa quello che vuoi, cerchi sempre la polemica, sorridi di più che vivrai meglio....

sti matti...chi mi conosce sa anche è ironico ...modo di dire, ma tu travisi tutto e chiudo qui il discorso con te, riguardo la mia domanda

oggi è stata una giornata pesante e la vorrei chiudere in bellezza, no sono ignorante, conosco me stessa, sarò pure sufficiente come persona...ma che ci vuoi fare, la vita è ingiusta

Aggiornamento 3:

io manco di rispetto alle persone ahahahaha

questa è bella

Simone secondo me sei in andropausa

ti saluto....addio

non ho più nulla da dirti..

non che che prima avessi qualcosina da dirti, ma insomma visto che esisti ti vedevo..ogni tanto...

con te non si può avere un minimo di dialogo, perchè sei ottusangolo...

cià cià

Aggiornamento 4:

simoncino

visto che oltre a essere ignorante, sono pure offensiva e scorretta ...ti blocco, tanto puoi leggere entrando dalla home, poi ci sono molti escamotage no...

16 risposte

Classificazione
  • Migliore risposta

    perchè così lo stato si è liberato dal peso di dover pagare per loro...meglio che se li grattino le famiglie che subiscono queste croci in casa .....lo sai questa storia mi tocca da vicino una famiglia che conosco ha una schizofrenica in casa la sorella che l ha in tutela ha quasi 70 anni la malata ne ha 53 ...è difficile...mi chiedo quando la sorella maggiore muore...gli altri non vogliono prendersi a ragione una responsabilità così pesante...davanti casa ho un pazzo che vive da solo...ha appiccato fuoco a casa sua un paio di volte...l ho visto lasciar morire di fame 3 cani e seppellirli in giardino ..ogni tanto va in giro nudo e minaccia la gente...per legge non lo si può costringere ad andare in una clinica...e intanto è un pericolo ambulante....

    Fonte/i: simone la zia deel mio compagno è pericolosa picchia la sorella spacca gli oggetti si rifiuta di prendere le medicine ma che trattamento equo è .....sai come vivevano nel terrore la sorella e la madre quando era ancora in vita che si rinchiudevano a chiave per dormire??quella donna è da internare e basta non da retta a nessuno ma la dottoresssa del cim se ne sbatte le palle e dice:poverina voi quando fa così ignoratela....ma quando mena com è che la ignori??era un periodo che stava meglio prendeva le medicine ora sta facendo di testa sua...
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Sto per diventare mamma per la prima volta, quindi forse sono un po' più paranoica del normale. Ma io, mio figlio di due mesi non lo lascerei mai e poi mai SOLO con la nonna, materna o paterna non mi interessa, se con lei c'è uno zio affetto da turbe psichiche. E in famiglia di mio marito c'è una persona così, ha un disturbo border line o qualcosa del genere, giusto e`lo zio di mio marito, fratello della madre. Per fortuna vive lontano da qui, ma se vivesse qui magari con sua madre, col cavolo che lascerei mio figlio lì per farmi una passeggiata. Non posso giudicare per carità perchè magari questo qui stava meglio e poi se c'era la nonna forse loro si sono fidati, ma insomma, la colpa è un po' di tutti, dallo stato che non garantisce delle cure specifiche e delle strutture apposite (non chiamiamoli manicomi se non ci piace ma strutture adeguate però ci vogliono), ai genitori che la mollano lì e se ne vanno, alla nonna che pure non ha pensato meglio evitare. Povera bimba!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Giusy, scusa, ma non sono affatto d'accordo con te.

    A parte il fatto che i matti non mi sembra giusto che vengano internati, siamo credenti cattolici e poi vogliamo chiudere un nostro simile in gabbia solo ed esclusivamente perché non ha comportamenti idonei alla società secondo poi chi? secondo noi che ci reputiamo normali perché seguiamo un filo logico di vita nella società, ci adattiamo alla società, se ora io mi metto in piazza ad urlare mi prendono e mi danno il TSO. sono contro al TSO, una pratica barbarica e inutile, sono esseri umani, se non sono internati è giusto che chi gli stia vicino non consegni ne figli ne responsabilità che non sono in grado di gestire.

    Ho fatto volontariato dai cosiddetti matti, purtroppo sono imprevedibili, ma rinchiuderli mi dispiace no, non abbiamo diritto di decidere così sulla vita degli altri esseri umani, se noi siamo davvero i normali, siamo anche in grado di aiutarli a vivere una vita migliore, altrimenti internarli è paragonabile alla pena capitale.

    --------------

    Ho letto ora simone e anche i dettagli aggiuntivi che prima non leggevo.

    Se è ironico allora ho esagerato anche io, ma voglio bene ai matti, sono sempre stata attratta emotivamente dai loro comportamenti e modi di essere (non prenderla come se avessi qualche parafilia, ma avendo fatto volontariato ho imparato a conoscerli, ci sono matti e matti)

    Tu non sei affatto ignorante o qualunquista e nemmeno sufficiente.

    Sei una mamma, come tale quando senti di abusi sui bambini stai male. E' normale, anche io sto male.

    -----------------------------------------

    Monella: buonismo.... perché buonismo, essere buoni non è peccato, la bontà è capire e gestire le sofferenze di questi malati, il buonismo è una parola che detesto, ha troppe contraddizioni e non vuol dire niente.

    --------------------

    Prendiamo l'esempio di angelo izzo: già aveva ucciso l'amica della colasanti, poi nel 2005 uccide una mamma e una figlia. Quello era matto ocmpletamente, lo è tutt'ora, a lui gli sparerei una pallottola io se potessi, lo ucciderei seduta stante.

    Prendiamo l'esempi odi michele, il matto alla fermata dell'autobus: ha 35 anni, ha la prader willy, è un energumeno, però è buono, tranquillo, ogni tanto bisticcia con qualche passeggero perché molti non capiscono che è andicappato.

    Bisogna fare delle differenze.

    Ci sono matti che hanno problemi e non è da buonisti aiutarli, se no nsiamo in grado non è necessario internarli o fare tso.

    I matti come izzo invece devono stare in strutture adeguate.

    Però quello che dico e mi chiedo è: perché la madre di questo 29enne malato di mente gli ha dato la bambina in braccio???? e soprattutto perché i genitori hanno lasciato la bambina con la nonna??????

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • anna
    Lv 5
    9 anni fa

    ciao, ho visto il tg e ho pensato alla bambina che si stava affacciando al mondo e a quei genitori e a quella nonna che rimpiangeranno per la vita, una decisione poco ponderata, perchè quell'individuo non era solo tossicodipendente, ma psicotico bipolare!

    I manicomi, come erano concepiti, erano solo dei lager,in cui, in certi casi, parcheggiare e nascondere, le"vergogne"della famiglia, credo e spero che la legge 180 sia servita a restituire dignità a talune persone, ma credo che le malattie mentali debbano essere curate, così come quegli emeriti professionisti che con troppa leggerezza o negligenza, affermano che certi individui siano in grado di stare in famiglia e non siano pericolosi.

    Un altro che mi viene in mente è Angelo Izzo e quello psichiatra che ha decretato la libertà vigilata, si ritrova con due innocenti sulla coscienza!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    Si, i bambini sono in pericolo, e anche gli adulti.

    Il compito della famiglia è difendere i più deboli, anche se significa allontanare un membro della famiglia stessa

    L'amore dei genitori non può essere così cieco da non vedere il pericolo, eppure accade

    Ricordo un caso di una famiglia che conosco bene:

    Genitori, figlio 16enne e nonna materna malata di demenza senile.

    Il ragazzo un giorno è rientrato a casa e la nonna, che non l'ha riconosciuto e l'ha creduto un ladro, l'ha ferito ravemente con delle forbici.

    La cosa più triste è che la nonna non è affatto stata allontanata dalla famiglia e il ragazzo vive barricato in camera sua.

    Un disabile mentale deve essere custodito perchè non arrechi danno ad altri e questi genitori sono responsabili dei danni che causa la nonna, ma per il quieto vivere (loro, non del figlio) hanno scelto di fare così.

    Cosa aspettano? Che ferisca un altro familiare?

    (nel caso che citi tu, secondo me la nonna ha una resposabilità penale dell'accaduto...)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    mamma mia!! io ne ho un esempio vicino casa!! per fortuna non è successo niente del genere ma la mia vicina alla morte dei genitori si è dovuta prendere in casa il fratello, che ha problemi mentali e aveva due bimbi piccoli...

    purtroppo se hai questi problemi in famiglia non ci si può fare niente... finchè non succede qualcosa di veramente grave non si posso internare...

    ho letto ora i commenti di tutti... penso che non troveremo mai un punto d'incontro, ognuno la pensa a suo modo...

    so che se capitasse a me preferirei internarlo e tenerlo lontano da una bimba sana, che avrebbe avuto una splendida vita...

    altri come la mia vicina se ne occupa, è stata a casa dal lavoro perchè non si può lasciarlo solo e i suoi due bimbi crescono con qeusto zio che grida sempre (lo sento da casa mia) e lancia oggetti, che a volte spaccano le finestre... l'altro giorno uno dei bambini è andato in strada perchè aveva paura di entrare a casa... fa del bene al fratello ma credo che faccia male ai suoi bambini...ma è una sua decisione quindi...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Girellina, sono in tutto e per tutto d'accordo con te: gia' ci son troppe persone "normali" che quando poi gli scatta qualcosa diventano dei mostri, allora almeno tuteliamoci dalle persone dichiaratamente problematiche,dovrebbero venire seguite e curate.

    E' troppo da buonisti invece fare il discorso - ma queste persone danno tanto - certo, potra' anche essere vero', ma ti possono anche togliere tanto come si e' visto, non per colpa loro, ma per colpa della malattia, della societa' che li abbandona a se stessi , alle persone troppo fiduciose come questi sventati genitori.

    Simone, come tanti tu parli perche' la tragedia non e' capitata a te. Se fosse toccato a tuo figlio, avresti avuto compassione di questi malati? O molto probabilmente, pensandola anche tu come noi ma non volendolo ammettere, non ti saresti arrischiato a lasciare tuo figlio in una casa dove vive una persona con turbe psihiche!

    Carla, non sapevo in che altro modo spiegare questa cosa. Questi malati non dico che per forza di cose debbano essere internati ma almeno seguiti da persone competenti, e chi dice che lascerebbe suo figlio da solo in mano a queste persone.....non le reputo sincere.....da qui la parola che ho detto.

    Poi, nell'esempio di Maena, e' chiaro che persone comuni non possono gestire un malato violento e per forza di cose e' necessario l'aiuto di personale competente e qualificato. Lasciarli a loro stessi e' nocivo per noi ma anche per loro....molti sono degli autolesionisti.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Romy
    Lv 4
    9 anni fa

    Gire ho letto l' articolo.

    può' esser mio fratello mio figlio mio padre...ma se è malato mentale e attenzione cosa diversa a mio avviso da una depressione o altro...non può' stare libero non può' esser considerato sano.

    punto il dito tra virgolette verso quella nonna/mamma che gli ha concesso di prender in braccio la bambina.

    ora quella povera madre cosa può fare per alleviare il suo dolore???

    non voglio pensarci..

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Certo che sono in pericolo!

    Nessuno sta criminalizzando i malati mentali, e cosa dovrebbe fare lo Stato è un discorso molto lungo, lo stato dovrebbe fare molte cose x molte persone purtroppo.

    Però chi ha un bimbo piccolo a casa sa quanto mettono alla prova il sistema nervoso a volte, con pianti, dispetti e notti insonni...

    Qui parliamo di MAMME che nn ce la fanno più e li mettono in lavatrice o li tirano di sotto ma stiamo scherzando!?! Figuriamoci un malato di mente che ha bisogno della sua tranquillità e che nn riesce a comprendere per benino perchè un neonato piange e di cosa ha bisogno. Semplicemente avrà pensato di eliminare la fonte del disturbo.

    I genitori contavano sulla presenza della nonna che nulla ha potuto, e l'errore gli è costato carissimo. Purtroppo nessuno sà chi sia in grado di uccidere e quando,sia malati sia sani, però chi ha già un disturbo mentale parte molto più svantaggiato no??

    Per quelli che si offendono, vorrei vedere voi se qualche psicopatico si avvicinasse ai vostri figli!

    A me a 6 anni un matto che si aggirava intorno alla mia scuola una volta entrò in macchina di mia madre mentre stava parcheggiando x lasciarmi a scuola, sono passati tanti anni e ancora mi ricordo che paura quegli occhi vuoti! Chi ha bisogno di sentirsi con la coscienza sociale a posto andasse a fare volontariato da qualche parte, noi mamme abbiamo da combattere con tanti di quei pericoli (pedofili, drogati, psicopatici e non so che altro) e dobbiamo avere mille occhi! Siamo sensibili e tolleranti verso tutti, ma A NOI CHI CI AIUTA a crescere i nostri figli con qualche mostro in meno???

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    io non me la prenderei tanto col ragazzo malato, ma con i genitori di questa bambina.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.