Crollo Capannone/ muro confinante?

ciao ragazzi, l'altro giorno a causa delle continue piogge è crollato parte di un capannone confinante con il mio giardino... a circa 10 metri di distanza dall'abitazione.

il crollo è stato delle dimensioni di 10 metri di lunghezza per 5 metri di altezza, per fortuna non si trovava nessuno nelle vicinanze altrimenti sarebbe stata una tragedia.

Mattoni Travi, un Lavandino ecc sono tuttora nella mia proprietà.

Il crollo ha interessato numerose piante nelle vicinanze dell'ex parete che per fortuna hanno retto se no la loro caduta si sarebbe abbattuta sull'abitazione data il loro elevato calibro e altezza.

Come bisogna comportarsi legalmente? ho diritto ad un rimborso? grazie

2 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Migliore risposta

    . Fotografie dei luoghi, con un amico o conoscente (non parente o dipendente o consulente) che garantirà la veridicità delle foto (luoghi, condizioni, data e ora, ecc.) tenere i file originali delle foto possibilmente su CD. .

    . Raccomandata avviso di ricevimento al vicino per segnalare i danni.

    La raccomandata deve contenere:

    . la segnalazione dell'evento e il momento approssimativo del crollo;

    . una descrizione molto generica dei danni, la riserva di una migliore constatazione e la valutazione.

    . l'invito a verificare i danni in contraddittorio offrendo due o tre date possibili;

    . la richiesta di sgombero del materiale caduto a spese del vicino;

    . la richiesta dei danni in base alla valutazione che ne uscirà;

    . un termine adeguato (es: 3 mesi) per la rimozione.

    Il perito dell'assicurazione o il PROPRIETARIO del capannone ti dovrebbero rispondere ed accordare una azione bonaria. Altrimenti puoi intentare una azione legale per rimuovere a loro spese il materiele e rimettere in pristino i luoghi.

  • 9 anni fa

    credo che la richiesta di un rimborso dei danni sia del tutto lecito! inizierei a parlare con il proprietario per trovare una soluzione ragionevole in accordo fra le parti prima di tutto.

    se egli non ne vorrà sapere a questo punto basterà rivolgersi ad un avvocato e ad un perito (geometra, architetto o simili) che procederà nello stilare una perizia di parte che verrà presentata in udienza al giudice che deciderà se accettarla o indire una nuova perizia stilata da un c.t.u. cioè un perito d' ufficio.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.