? ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 10 anni fa

riassunto il treno ha fischiato di luigi pirandello?

3 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Luigi Pirandello, Il treno ha fischiato

    Riassunto

    Belluca è stato ricoverato all’ospizio. Tutti son convinti che sia diventato matto. Solo i suoi vicini di casa, che lo conoscono bene, hanno capito che quanto è successo a lavoro è il normale epilogo di una concatenazione di eventi. Pazzesco è pensare che Belluca abbia sopportato tanto a lungo le angherie del capo ufficio a lavoro, la situazione famigliare assurda (la moglie, la suocera e la sorella della suocera cieche da accudire, le figlie vedove e i nipoti a carico), il doppio lavoro che, la notte, lo costringe a stare alzato a ricopiare carte. Una notte, prima di crollare come sempre sul divano, Belluca ha sentito un fischio in lontananza: un treno che andava lontano. È stato come uno squarcio nell’involucro che lo teneva imprigionato: Belluca si è ricordato che il mondo esisteva, comunque e nonostante i suoi problemi personali ed i suoi dolori. Il mondo, di cui Belluca si era dimenticato, preso nel vortice degli eventi della sua quotidiana follia. Così Belluca era andato al lavoro e, sbottando come un matto, aveva preteso rispetto, aveva reagito con energia alle prepotenze del capo ufficio. Belluca è pazzo? Il treno ha fischiato, continua a ripetere, ora basta sopportare.

  • Anonimo
    7 anni fa

    Il protagonista, Belluca, un contabile mansueto, metodico e paziente viene sottoposto a pressioni sia nell'ambito familiare sia lavorativo. Al lavoro, infatti, è vittima dei colleghi che cercano di provocare in lui reazioni violente, visto che è sempre controllato e imbelle mobbing. In famiglia, deve mantenere la moglie, la suocera e la sorella della suocera - tutte e tre cieche - più le due figlie vedove e sette nipoti. Belluca per mantenere la famiglia e poter soddisfare le esigenze delle donne è costretto a intraprendere un secondo lavoro, il copista di documenti, nelle ore notturne. Una sera, dopo aver sentito il fischio di un treno, che precedentemente non aveva mai notato, si ribella alle angherie del capoufficio producendosi in un imprecisato vaniloquio. Con queste reazioni, fuori dagli schemi della società e dal suo modo di essere, i suoi colleghi lo ritengono pazzo e lo fanno rinchiudere direttamente nell'ospizio. Solo un vicino di casa si rende effettivamente conto delle motivazioni che l'hanno spinto a tale gesto ed è l'unico a capire che il protagonista non è diventato pazzo, bensì il suo comportamento è stato una semplice reazione alla situazione diventata ormai insostenibile. Nella novella l'ordine cronologico è invertito. Non si va dalla normalità alla pazzia ma dalla pazzia dobbiamo risalire alle cause che l'hanno determinata che affondano nella probabile normalità.

    Il fischio del treno (che sarebbe il treno della Fantasia) rappresenta un modo per uscire dalla quotidianità attraverso l'immaginazione che consente di fare viaggi in luoghi lontani e sperduti. A differenza degli altri personaggi pirandelliani lui non cerca di crearsi un'altra vita (Mattia Pascal in Il fu Mattia Pascal) o è in ribellione continua con tutte le regole della società (Moscarda in Uno, nessuno e centomila), ma ritorna semplicemente a condurre la sua vita nello stesso modo di prima, solo che ogni tanto si concede qualche viaggio con la mente. Per Pirandello, infatti, l'immaginazione è una delle due vie di fuga dalle "trappole" della vita (famiglia e lavoro). In questo modo Belluca riesce a sostenere la famiglia senza dover soffocare i problemi derivanti dalla complessa situazione di vita, prendendosi delle pause in mondi immaginari.

  • 10 anni fa

    PIRANDELLO – ILTRENO HA FISCHIATO

    La novella tratta di un signore di nome Belluca, il quale un giorno mentre lavorava nel suo ufficio si sente male, inizia a farneticare alcune frasi apparentemente senza senso e viene portato in una casa di cura.

    Belluca viveva in condizioni molto misere in quanto doveva mantenere ben dodici persone. Lavorava molto e soffriva ogni tipo d’ingiustizia e sopruso, ma un giorno gli accade qualcosa di strano, un’illuminazione, come se avesse finalmente aperto gli occhi e scoperto che milioni d’altre persone, in questo mondo, vivono ben diversamente la propria vita. Col tempo riesce ad “assorbire” questa rivelazione così fulminante e ritorna al proprio lavoro, affacciandosi però ogni tanto su quel nuovo mondo che aveva scoperto.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.