Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

Aiutino in scienze?? Vi prego aiutatemi :D?

Ciao a tutti potyete aiutarmi in una ricerca di scienze sulle fosse oceaniche più profonde

e le montagne dorsali oceaniche più alte ... per favore è urgente xD

10 punti alla risposta migliore :D

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Le fosse oceaniche più profonde

    Nome Oceano Profondità in Km

    Marianne Pacifico 11

    Tonga Pacifico 11

    Filippine Pacifico 10

    Kermadec Pacifico 10

    Bonin Pacifico 10

    Nuova Britannia Pacifico 10

    Kuril Pacifico 10

    Izu Pacifico 10

    Puerto Rico Atlantico 9

    Yap Pacifico 9

    Fosse oceaniche

    Una fossa oceanica è una lunga e stretta depressione del fondo marino con pareti relativamente ripide (v. oceani e mari). Le fosse superano generalmente i 6000 m di profondità e rappresentano le più abissali, cioè le più profonde regioni della Terra (v. adale, zona). La più profonda, la fossa delle Marianne, raggiunge gli 11.022 m nell'abisso Challenger, quello dove si è immerso nel 1960 il batiscafo abissale Trieste.

    Zona di subduzione.

    Le fosse, nel senso più ristretto del termine, sono spiegate dalla tettonica a zolle. Esse sono zone di subduzione, uno dei tre possibili tipi di margine fra le zolle crostali litosferiche che si spostano, sulla Terra, con un moto relativo a velocità da 1 a 10 cm/anno. Quando una porzione di crosta sotto il bacino oceanico ha più di 150.000.000 di anni, diviene sempre più fredda e perciò abbastanza densa da essere più pesante della sottostante astenosfera.

    La zolla, il cui spessore è di circa 100 Km, si rompe e va in subduzione, comincia cioè a scendere lentamente sotto una placca adiacente galleggiante, e tende a scendere sempre più fino alla zona calda del mantello terrestre; questo processo è accompagnato da terremoti, formazioni di archi insulari (v. insulare, arco) e vulcanismo (v. vulcani). Lungo la linea di interazione fra la zolla discendente e il fondo oceanico si forma una fossa, che è l'espressione superficiale di questa subduzione.

    Se si forma nel mezzo dell'oceano, la fossa tende a migrare verso il margine di un continente e infine a collidere con questo. Perciò le fosse tendono a disporsi nei bacini oceanici in posizione periferica. Fosse di questo tipo circondano tutto l'Oceano Pacifico (fossa delle Aleutine, del Giappone, delle Marianne e Perù-Cile), parti dell'Oceano Indiano (fossa dell'Indonesia) e l'Oceano Atlantico (sistemi arco - fossa delle Indie Occidentali e della Nuova Scozia). Alcune fosse, tuttavia, sono lontane da qualunque area continentale, come la fossa Romanche nell'Atlantico equatoriale e le fosse Vema e Diamantina nell'Oceano Indiano. Queste profonde depressioni lineari sono collegate a zone di frattura e zone di espansione del fondo oceanico e non sono fosse nel senso ristretto del termine.

    Abissi e avvallamenti.

    Un abisso è un settore chiaramente definito di qualunque depressione marina. L'abisso Challenger nella fossa delle Marianne ne è un esempio. Quando una depressione allungata ha pareti meno ripide di quelle di una fossa è chiamata avvallamento.

    sulle montagne dorsali non ho trovato nulla..mi dispiace

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.