? ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 10 anni fa

Vorrei un parere su questa teoria. Siate il più possibile obiettivi, ok?

Sia chiaro: non si vuole offendere nessuno. E' solo una presunta teoria.

Teoria dell'uomo-pavone.

Uomo, ragazzo, bambino. Specie elemenare, a volte. Quando raggiungono l'età giusta per essere guidati dagli istinti più bassi, più primitivi, si tramutano in pavoni.

Cosa fa un pavone nella stagione dell'amore?

Mostra le sue lucenti piume dai mille colori. Si vanta. Si mette in mostra davanti alle femmine. Gonfia il petto. Emette canti. Tutto per le femmine. Ovviamente il pavone non conosce l'amore. Cosa mai vorrà dalla sua femmina? Scontato.

E allo stesso modo l'uomo diventa pavone per la sua donna. L'uomo, a volte, non vede essa che come un mezzo per soddisfare i suoi bisogni.

La stagione degli accoppiamenti nel genere umano non esiste. Ogni giorno, ogni ora è buono per essere pavoni.

Allora l'uomo si atteggia: mette in mostra le sue miglior doti, diventa un abile oratore. Si pavoneggia, appunto.

E' crudele questa teoria, priva di ogni sentimento? Sicuramente è primitiva.

L'uomo e la donna non sono civili, sono solo puro istinto mascherato.

Non siamo ipocriti, guardiamo in faccia la realtà.

E ora ditemi: questa teoria è frutto di fantasia, della follia? O rispecchia la verità?

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    10 anni fa
    Risposta preferita

    Si è vero ma non puoi mettere tutti nello stesso pentolone.

    Ci sono uomini che in una relazione non cercano solo di inzuppare il biscotto, e magari cercano qualcosa di meno superficiale.

    Comunque nella stragrande maggioranza dei casi è come la pensi te.

    Infatti non siamo tanto diversi dagli animali.

  • 10 anni fa

    non è crudele fa parte della natura animale e l'uomoi è un animale sia pure ragionevole dotato di ormoni e di istinti che male c'è?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.