Serraggio cappelli di biella con chiave dinamometrica.?

Prima di montare i bulloni di testabiella devo soffiare ed asciugare filetto e fori?

Aggiornamento:

@redstorm: Presto viene l'Ispettore del Registro che, deposta la Mitria, appoggiato il Pastorale, sale i gradini presso lpincastellatura e stampiglia la verifica con il rituale punzone e sonoro colpo di martello.

E' cosa buona e giusta nelle Sacre Sale Apparato Motore.

Aggiornamento 2:

@redstorm: da giovani si poteva lavorare con le filettature M1,2, poi è calata la vista....... almeno M20x1,5...... le M50 sono più comode, almeno vedi dove hai lasciato il dado....

Niente bisolfuro di molibdeno. piuttosto appena appena un olio motore leggero e saperle tirare. La dinamometrica combina guai se non sai sentire la vite che è "arrivata"

5 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Migliore risposta

    Dipende da quale Liturgia desidera seguire il Capo Macchinista.

    Il giovane Ingegnere Capobarca, in quanto in addestramento, ha raramente la possibilità di dire che cosa vorrebbe fare, anche perché deve essere iniziato ai Sacri Misteri delle Flessioni e dell'Allineamento.

    Tuttavia, un Capo Macchinista che abbia navigato a lungo corso, provvederà a fare sì che il giovane possa apprendere, in quanto Egli Deve Sapere.

    Deve sempre essere soffiato il Filetto del perno di Biella, con delicatezza e rispetto.

    Al posizionamento della parte filettata del martinetto idraulico, la Preghiera del Manometro Nuovo dovrà essere intonata da tutti gli addetti che non hanno le mani in moto.

    Ciò , essendo cosa buona e giusta, assicura la giusta partecipazione condivisa al Mistero del Serraggio dei Perni.

    L'asciugatura del filetto deve sempre essere eseguita: nessuno sa da dove venga l'aria compressa, e la condensa che si infila in una microcricca ha effetti devastanti.

    Occhio: Gli Eretici si riconoscono a questo punto: al termine della Asciugatura del filetto il Vero Credente mai e poi mai lubrificherà il filetto prima di inserirlo nel martinetto idraulico.

    Solo un terrestre, solo un Eretico, solo un miscredente segretamente dedito al Ciclo Otto farà una simile infamia.

    Noi Adoratori di Rudolf, Noi credenti del Ciclo Diesel, il più puro a due tempi, noi soli ci riconosciamo in questa Liturgia, che cantiamo ancora insieme nelle notti in banchina, in una Sala Macchine in cui risuonano solo le nostre voci.

    Ritorni giovane, amico mio?

    Aggiunta 20100102:1104A

    Non voglio cominciare una guerra di religione sulla lubrificazione del filetto nel caso di viteria tirata con chiave o con martinetto.

    La Regola dice che, quando tutto il resto fallisce, allora si legge il Manuale.

    Ho avuto qualche esperienza, come si vede dal tono aulico, con i grossi motori a due e quattro tempi di uso Navale.

    Esistono differenti metodologie, e sono sempre specificate sul manuale d'uso del martinetto idraulico.

    Nella mia esperienza l'uso di lubrificanti solidi, come il Disolfuro di Molibdeno, è sempre sconsigliato perché non è garntita l'equivalenza del serraggio su tutta la viteria interessata.

    Spesso, invece, può essere utile una leggerissima lubrificazione con normale olio di motore per garantire una superficie di "serraggio" corretta ed uniforme.

    Tenete presente che io lavoravo con filettature MA90.... ;-)

    Fonte/i: vent'anni passati; passati bene, passati con la gente giusta, passati nei posti giusti!
  • 9 anni fa

    Certuni, però, lubrificano la filettatura con opportuni prodotti, indicati volta per volta nelle monografie. Soprattutto se il motore è piccolo, e le coppie di serraggio sono esigue (50 - 70 Nm) ha un certo senso!

  • 9 anni fa

    i bulloni devono essere asciugati puliti e ben lubrificati...

    così come tutti quelli contenuti in una vettura quando si tira a kili la forza che imprimi deve essere reale priva di attriti estranei...

    i bulloni si dividono comunque in due categorie... "elastici o fissi"...

    quando trovi un serraggio a gradi vuol dire che il bullone funziona come un elastico è quindi in grado di supportare le differenze di temperatura o usura e recuperare la sua tenuta...

    il bullone a serraggio per gradi anche se nn lo soffi o nn pulisci perfettamente mantiene il suo parametro di serratura nn cambia visto che si parla di gradi o angoli predefiniti dalla casa e nn di sforzo dinamico esercitato.

    l'unica precisazione è che se nn fosse ben pulito e lubrificato falserebbe la prima fase di serraggio, che normalmente è fatta a kili... il secondo rischio è quello che tirandolo molto e nn pulendo e lubrificando la parte esterna al filetto è sottoposta ad un attrito maggiore che potrebbe provocare una rottura...

    per i bulloni senza effetto a molla il vangelo dice che siano ben puliti e lubrificati, incluso se possibile la rifilettatura della parte femmina affinche gli attriti siano ridotti al minimo

  • 9 anni fa

    E cosi' sia

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ?
    Lv 6
    9 anni fa

    buona norma nelle viti e di cambiarle sempre .

    piu la vite e piccola piu si stressa .

    la pulizia e proverbiale .

    prodotto anti ingranante .

    posizionamento a mano e centraggio con picoli colpi sulle viti per scuotere eventuali disassamenti .

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.