sasa
Lv 7
sasa ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 10 anni fa

posi lo sguardo a terra , in un pigro pomeriggio assolato....?

Sedevo all'ombra di una palma quando lo sguardo mi cadde su un coleottero rovesciato. Già tre formiche erano su di lui e lo stavano già torturando. Lo fissai per un secondo e presi un bastoncino . Lo girai e se ne andò lento ma libero. Nella caldana volsi losguardo nell'asfato e vedevo le striature di calore elevarsi verso l'alto . Vidi una limousine nera e ne scese una donna col foglioletto che a passi decisi entrarono in una villetta.

La limousine partì lentamente. forse l'autista voleva vedere entrare i due oltre al cancello.

Mi alzai e presi la lattina di coca cola vuota per buttarla nel cestino

8 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    10 anni fa
    Risposta preferita

    A piccoli passi mi avvicinai al bordo della strada e con un balzello scavalcai il marciapiede.

    Raggiunsi il piccolo cestino color arancio in direzione di un grosso incrocio deserto.

    La plastica della pattumiera scottava per l'intensa giornata soleggiata.

    Per tutto il mattino e tutto il pomeriggio sono stato qui intorno a riflettere, non avrei mai potuto sapere del tempo che ancora avrei passato sotto quella palma.

    Chissà...

    Mi volto lentamente dopo aver conficcato alla bene meglio la lattina in quel pozzo puzzolente, satollo di pezzi di pranzo in un corpo di plastica e metallo che non saprà mai digerirli.

    Sfilava lenta la limousine, rallentava all'avvicinarsi dello stop e pian piano il mio collo si torceva all'indietro per seguirla.

    Sbirciavo curioso, ma non riuscivo a penetrare il vetro scuro del parabrezza.

    Passava vicino a me ed io con lo sguardo fisso ne studiavo la lucida vernice finchè nello scorrere di quei attimi i suoi occhi raggiunsero i miei...

    Il finestrino era abbassato solo di pochi centimetri, abbastanza per poter svelare tutto il suo umore.

    Occhi gelidi in quella torbida giornata, occhi da danzatrice del ventre, era forse araba?

    Doveva essere una conoscente della donna scesa prima... oppure la figlia.. chissà..

    Lei mi guardò e per un attimo ci incontrammo tra oriente e occidente in uno spazio senza patria.

    La mercedes passò dietro la mia schiena e prima che potessi voltarmi dall'altra parte, la persi..

    Fu cosi che quella palma mi tenne compagnia per alcuni giorni a seguire, finchè non mi decisi e...

    Driiiinn Dronn Trannnn

    Il campanello di quella villetta aveva proprio uno strano suono...

    Fonte/i: (devo aver fatto casino con i verbi XD)
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • ?
    Lv 6
    10 anni fa

    buttata la lattina.. volsi il mio sguardo distratto verso il sentiero che mi avrebbe portato fuori dal parco, quando all'improvviso.. sentì la brusca frenata di una bici.. non ebbi il tempo di voltarmi che in un nanosecondo mi ritrovai per terra. Alzai gli occhi pronto a blateare.. e a bestemmiare a piu non posso.. ma improvvisamente quelle tumultuose parole furono fagocitate quando il mio sguardo incontrò lo sguardo di quella giovane donna. .. rammaricata.. preoccupata.. per avermi buttato giù. Ahimè era una gnocca.. non potevo certo litigarci e così..

    sasà.. eheh ti piace il continuo della storia?? continua tu .

    ops.. ma Mr Paste.. aveva già continuato il racconto in maniera grandiosa!!! un grande! vabbè oramai.. non cancello la mia risposta.. l'ho scritta prima di leggere le altre.. come ahimè faccio sempre quando rispondo ;-)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    Raggiunsi il coleottero lo schiacciai.

    Ditro l'angolo incontrai le tre formiche,

    mi ando' bene quel giorno, mi diedero

    600 dollari.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    ...rimasi colpito dall'aspetto della donna.Capelli neri lisci lucenti , che le arrivavano fin sopra le natiche ,alta ,dalle belle gambe abbronzate in mostra sotto il vestito bianco ma quello che mi colpì fu lo sguardo, nascosto da ciglie lunghissime, fiero ma dolce allo stesso tempo , e il colore degli occhi blu come il mare....Posò lo sguardo su di me , solo un attimo, ma fu come una scossa quello che provai...

    Continuai a guardarla fino a chè scomparve dietro il cancello...e restai ancora , con lo sguardo perso nel vuoto , ma nella testa tutto cominciò a girare......

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 10 anni fa

    L'aria fredda...il cielo chiarissimo. Grigio. Quello di oggi era un pomeriggio malinconico. Le note del pianoforte che continuavano a risuonare nella mia mente. Le nuvole spezzavano quel cielo.

    Il fumo della mia sigaretta dava un ulteriore senso di grigio.

    La rividi, passare. Dio come è bella. Mi sfiorò con il suo sguardo...sembrava di poter perdersi in quegli occhi. Mi sorrise...le sorrisi.

    Non c'era un minimo raggio di sole, ma la melodia che poteva più accompagnare quel momento era sicuramente summertime...

    Ormai la sigaretta era finita...In tutta la mia vita sarà stata la sesta o la settima sigaretta.

    Tornai in aula...volevo dare un suono a quel momento.

    http://www.youtube.com/watch?v=K6DI6ysDemk

    Youtube thumbnail

    &feature=related

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    ma sei ubriaco?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Dexter
    Lv 7
    10 anni fa

    Ma prima di far scendere dall'auto la signora, Ambrogio glielo ha dato il Ferrero Rocher?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    Tranquillo Sasa non t'agitare, stavi sognando...va tutto bene

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.