Sara ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

aiutatemi vi prego!!!help!!!!!!?

mi dividete i versi di questa poesia per favore vi prego:

Signora Rima, qual fiore

aprendo i petali lisci

fiorì come tu fiorisci

in fondo a un verso d'amore?

quale farfalla che vola

scende su rosa o giaggiolo

come tu fermi il tuo volo

sulla più dolce parola?

Tu cadi sulle ie carte

come perline in un vaso

più per un semplice caso

che per capriccio o per arte.

Non più regina, su lidi

sempre più scialbi e più tristi,

or solo dama tu acquisti

nuove ingerenze, e sorridi.

Anzi, tu ridi. E ancor più

faceta sembri se tronca

quasi che l'esser tu monca

fosse una gaia virtù,

e anche ridi se sdrucciola

ti snodi, allunghi e poi scivoli

con certa grazia di rivoli,

con certo fare di cucciola.

Talor ti senti men pura

e ti ribelli e non sai

se l'assonanza sia mai

della tua stessa natura;

ma poi più forte ti senti

per quei tuoi modi più rozzi

poiché vi avverti i singhiozzo

e le aritmìe delle genti;

vi trovi i motti superbi

e l'umiltà dell'amore,

le angosce del peccatore

e le bugie dei proverbi.

Ridi, e non dici di no

a una parola d'addio.

Ridi e non sai. Forse anch'io,

bella Signora, non so.

Mi serve entro stasera mi prego aiutatemi.. 10 punti al migliore...

Aggiornamento:

suddividere i versi della poesia in sillabe...

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Si-gno-ra -Ri-ma,- qual -fio-re

    a-pren-do i -pe-ta-li- lis-ci

    fio-rì -co-me -tu -fio-ri-sci

    in -fon-do a un- ver-so -d'a-mo-re?

    qua-le -far-fal-la -che- vo-la

    scen-de -su -ro-sa o -giag-gio-lo

    co-me -tu -fer-mi il- tuo- vo-lo

    sul-la -più -dol-ce -pa-ro-la?

    Tu -ca-di -sul-le ie- car-te

    co-me -per-li-ne in- un- va-so

    più- per- un -sem-pli-ce- ca-so

    che -per -ca-pric-cio o -per- ar-te.

    Non -più -re-gi-na,- su- li-di

    sem-pre -più -scial-bi e- più -tri-sti,

    or -so-lo -da-ma tu -ac-qui-sti

    nuo-ve- in-ge-ren-ze,- e -sor-ri-di.

    An-zi,- tu- ri-di. E an-cor- più

    fa-ce-ta -sem-bri -se -tron-ca

    qua-si- che -l'es-ser- tu -mon-ca

    fos-se u-na- ga-ia -vir-tù,

    e an-che- ri-di -se -sdruc-cio-la

    ti- sno-di, al-lun-ghi e- poi- sci-vo-li

    con- cer-ta- gra-zia- di- ri-vo-li,

    con -cer-to- fa-re- di -cuc-cio-la.

    Ta-lor- ti- sen-ti -men- pu-ra

    e- ti- ri-bel-li e- non -sai

    se- l'as-so-nan-za- sia -ma-i

    del-la- tua- stes-sa- na-tu-ra;

    ma -poi -più- for-te- ti -sen-ti

    per- quei- tuoi -mo-di -più -roz-zi

    poi-ché -vi -av-ver-ti i -sin-ghioz-zo

    e -le a-rit-mì-e -del-le- gen-ti;

    vi -tro-vi i -mot-ti -su-per-bi

    e- l'u-mil-tà -del-l'a-mo-re,

    le an-go-sce- del -pec-ca-to-re

    e -le- bu-gie -dei- pro-ver-bi.

    Ri-di, e -non -di-ci- di- no

    a u-na- pa-ro-la -d'ad-dio.

    Ri-di -e --non- sai. For-se -an-ch'io,

    bel-la -Si-gno-ra, non- so.

    Fonte/i: Credo sia così=)
  • 1 decennio fa

    ma vuoi la sillabazione? nn ho capto la domanda... i versi ci sono già!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.