? ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 10 anni fa

Secondo voi esiste sempre una via di uscita?la luce in fondo al tunnel?...davvero?

Questa domanda,che oggettivamente sembra fantascienza o almeno molto pretenziosa avviene a causa di un mio astenuante vizio : Fare bilanci della propria vita .

Compleanni,natali e feste varie,capodanno,anniversari con la mia ragazza...

La cosa che li accomuna è che sempre ne esco con un risultato negativo,sempre meno soddisfatto..

L'anno sta per finire,quest anno è stato l'anno piu brutto dei miei 22 anni,e il 2011 si preannuncia ancora più arduo,opaco,deprimente...

Sono un ragazzo della provincia di Milano..ho una storia a distanza con una ragazza di Pavia da tre anni... negli ultimi mesi la sento lontana,mi sento solo,quando ho un problema ho capito di non poterne parlare con lei e interiorizzo tutto...e mi fa male.

Con lei un giorno sono alle stelle , mi dico che tutto è tornato come prima,e pochi istanti dopo sono a pezzi..

Come per non mancare l'università...sono indietro di due anni,da poco non ho passato l esame che mi avrebbe permesso di passare al secondo anno...tutti quelli della mia età si stanno laureando ora..e io?il solito fallito..

Guardo mio padre rientrare a casa dopo 12 ore di lavoro,lo guardo in volto,e dentro mi sento una *****,un ladro,un vigliacco...

vorrei renderlo orgoglioso di me,ma so che non ne sarò mai capace..

Vorrei essere sereno,non dico felice...sereno..alzarmi la mattina e sapere che sì..fuori è dura però con le mie forze,anche spremendomi ce la posso fare...invece non so cosa voglia dire questa sensazione..

So che vi sembrerà banale ma ...scrivete ciò che sentite...qualsiasi cosa.....

vi ringrazio...

4 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    vivi, prendi la vita in mano e VIVI !

    buttati.

    inizia a confidarti con la ragazza delle cose vere, non parlare di cose che non siano importanti per te.

    raccontale di te, delle tue preoccupazioni, delle gioie e dei fallimenti... di ciò che desideri.

    non vivere per far contento tuo padre e per mostrarti o non mostrarti con lei, ma vivi quello che senti e lasciati andare.

    prendi in mano la vita anche con le sue difficoltà, e ricomincia ogni giorno quella splendida avventura che è l'esistenza.

    trova tanti amici e confidati con loro. prega Dio e lasciati riempire di speranza. ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    Io di anni ne ho 23 e devo ancora laurearmi, cosa dovrei fare? Dovrei seppellirmi?

    E pensa che sono pure fuori sede, quindi mooolte spese...

    Quello che posso dirti è PONITI DEGLI OBIETTIVI, ma cerca di realizzarne sempre UNO PER VOLTA...non incasinarti la vita volendo fare il passo più lungo della gamba...

    Confidati anche con tuo padre e la tua famiglia se andate d' accordo e spiegagli i tuoi timori riguardo l' università, il futuro ecc... NON TENERTI TUTTO DENTRO..

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Bhe solo tu sai cosa fare :)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    D'illusioni e di chimere...

    Ecco la vostra inutile ed effimera esistenza.

    Pentiti o meno, non fa differenza.

    L'unica vera certezza della vita è la sua cessazione.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.