Ciao, per favore, mi potreste raccontare un po' la storia de ''Il bambino con il pigiama a righe''?

8 risposte

Classificazione
  • clichi
    Lv 4
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Il bambino protagonista è figlio di un generale nazista che viene trasferito fuori città per dirigere un campo di concentramento. Il bambino inizia a venire a contatto quindi con questo mondo: con l'ebreo che fa i lavori di casa e vedendo da lontano il campo, che lui chiama "la fattoria abitata da contadini e molti bambini". Essendo un bambino molto curioso infrange il divieto dei genitori e va a questa "fattoria". Lì incontra un bambino ebreo, e iniziano un'amicizia, separati dalla rete del campo. Parlano, Il babino tedesco porta da mangiare al bambino ebreo e così via. Un giorno però il bambino tedesco decide che vuol provare a entrare nel campo e quindi si fa promettere dall'altro bambino di procurargli un "pigiama" (come chiama lui la divisa del campo) e passando attraverso una buca che scavano da tempo riesce ad entrare nel campo. Lì però viene scambiato per ebreo ed entrambi vengono portati nelle docce. La fine è molto tragica perchè densa di immagini significative, è molto forte quindi se sei sensibile te lo sconsiglio. Comunque è molto carino come film perchè ti fa vivere l'olocausto attraverso gli occhi di un bambino. Ti faccio un esempio: del film mi ha colpito moltissimo un'immagine. Il bambino tedesco è sull'altalena e a un certo punto vede una nuvola di fumo nero nel cielo: e tu sai benissimo cosa sia quel fumo, però vedi il bambino incuriosito e perplesso; è stata d'impatto per me quest'immagine.

  • 1 decennio fa

    c'è una famiglia tedesca, il padre lavora per Hitler e finchè vivono in città, la sua famiglia è convinta che faccia un lavoro nobile e giusto. poi però vengono trasferiti fuori città per stare piu vicini ad un campo di concentramento, e così la famiglia di quest'uomo scopre realmente che cosa significa essere nazisti.. difatti all'inizio non capiscono perchè ogni tanto nell'aria si sente puzza di carne bruciata, e non capiscono perchè il marito/padre, vieta agli altri di camminare oltre un certo punto (perchè altrimenti vedrebbero il campo di concentramento).. ad ogni modo, il filgio piccolo disobbedisce e difatti arriva al recinto del campo, e lì conosce un bambino ebreo dall'altra parte della rete. sono uguali, stessi interessi, stessa età, stesso tutto.. si volgiono un gran bene, il bambino tedesco ogni giorno gli porta qualche gioco, del cibo ecc.. sono inseparabili (nonostsante siano separati dal recinto).. un giorno però, il bambino tedesco arriva al solito posto, aspetta giorni interi, ma il bambino ebreo non torna più.. allora lui decide di entrare e finalmente trova l'amichetto.. purtroppo però viene scambiato per ebreo anche lui, e vengono uccisi insieme.

    http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=201...

    (il riassunto di Miley forse è piu corretto)

  • 1 decennio fa

    Io l'ho visto è un bellissimo film. Ti consiglio di guardarlo

  • 1 decennio fa

    il protagonista è il figlio di un generale nazista, va ad abitare vicino ad un campo di concentramento e quindi scopre anche il campo, non sapendo xò cosa fosse veramente, lì conosce un bimbo ebreo che sta dall'altra parte della rete e fanno amicizia, un giorno il bimbo ebreo gli dice di aver perso suo padre (in realtà era morto nelle camere a gas da poco) così il figlio del nazista si propone di aiutarlo, ma x passare dall'altra parte della rete si deve vestire come tutti gli altri così l'ebreo gli da appunto un pigiama a righe (era la loro divisa nei campi di concentramento) ma i due vengono trascinati dalle SS con la scusa di portarli a fare la doccia, ma in vgerità muoiono anche loro nelle camere a gas, nel frattempo i genitori del protagonista avevano scoperto dove si era diretto il figlio, ma non fanno in tempo a salvarlo, la storia si chiude con l'immagine strtaziante della madre che piange disperata sui vestiti del figlio.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Giulia
    Lv 4
    1 decennio fa

    Io non l'ho mai visto ade prendo qualcs da google.

    Bruno è un bambino di nove anni che vive a Berlino con il padre Louis (un ufficiale nazista), la madre Elsa e la sorella Gretel. Un giorno, il padre viene trasferito vicino al campo di concentramento di Auschwitz per ordine di Hitler e porta la famiglia con lui. Bruno decide di esplorare il giardino dietro la villa, anche se gli era stato vietato, fino ad arrivare alla recinzione del campo di sterminio, dove incontra Shmuel, un bambino ebreo della sua stessa età (nato il suo stesso giorno). Quasi ogni pomeriggio Bruno e Shmuel si siedono uno da una parte e l'altro dall'altra della rete e si confidano. Un giorno, la madre scopre le cose terribili che avvengono nel campo di concentramento. Comincia così a rivelare a Louis il desiderio di tornare a Berlino. Il padre crede che l'idea migliore sia che i figli ed Elsa tornino a Berlino. Ma Bruno non è felice perché finalmente ha trovato un vero amico. Il giorno stesso Bruno dà la notizia a Shmuel, che gli dice che non trova più suo padre. Bruno la vede come una grande occasione per passare, per l'ultima volta, un po' di tempo con Shmuel e per scoprire cosa c'è al di là della rete. Così si mettono d'accordo: Bruno deve portare un po' di cibo per Shmuel, e Shmuel deve procurargli il pigiama. Il giorno dopo Bruno si infila il pigiama a righe, ed entra nel campo e quindi insieme incominciano la ricerca del padre. Entrando tutto il suo entusiasmo di esplorare è ormai svanito. Ma non fa in tempo a tornare indietro che suo padre, senza sapere che lui si trovi lì, ordina di avviare la marcia. Quel giorno sarebbe dovuto tornare a Berlino e sua madre e Gretel, non trovandolo, iniziano a cercarlo disperatamente e avvertono il padre. La madre inizia a seguire la strada che porta al campo finché non trovano i vestiti di Bruno per terra, a pochi passi dal filo spinato. Nel frattempo, il padre entra nel campo, incomincia a cercarlo e si accorge che la marcia da lui ordinata aveva portato alla camera a gas; a nulla ovviamente serve il tentativo di fermare tutto, ormai accaduto. Il padre, a distanza di un anno, scopre la vera fine del figlio e si getta a terra aspettando che i soldati lo portino con loro, senza preoccuparsi di cosa sarebbe successo.

    Personaggi [modifica]

    Bruno: il bambino protagonista della storia. È un bambino molto avventuroso,tranquillo e intelligente non è sicuro che il suo papà svolga azioni lecite.

    Shmuel: uno dei bambini rinchiusi nel campo di concentramento che Bruno conosce in una sua esplorazione. Diventeranno amici per la pelle e insieme si confidano.

    Louis: Il padre di Bruno, ufficiale nazista al servizio di Hitler, che, come si evince dal testo, ha grandi progetti per lui.

    Elsa: La mamma di Bruno. Premurosa verso i propri figli.

    Gretel: la sorella dodicenne di Bruno, scontrosa e innamorata del tenente Kotler.

    Il tenente Kotler: giovane ufficiale nazista di cui Gretel si innamora e che pare avere simpatia per la madre di Bruno.

    Pavel: servitore ebreo della casa di Bruno. Prima della condizione di servo nella famiglia di Bruno è stato un medico.

    Maria: la cameriera della famiglia di Bruno.

    Herr Liszt (Signor Liszt in italiano): maestro che fa lezione a casa di Bruno ad Auschwitz.

  • Io quando ho visto il film ho pianto

    Allora è svolta in Germania durante la seconda guerra mondiale e la famiglia di Bruno si deve trasferire, per motivi di lavoro del padre che è un soldato nazista in campagna,dalle finestre della nuova stanza di Bruno si vede un campo di concentramento e così lui che ha solo 9 anni inizia a fare domande su quella strana "fattoria" come la chiama lui.Un giorno esce di casa e va a vedere la "fattoria" che lo incuriosisce tanto e li fa amicizia con un bambino ebreo chiamato Smu (Smuel) Bruno all'inizio crede che quello che fanno li dentro sia un gioco anche perchè ha visto il falso filmato sui campi di concentramento che suo padre dovrà mostrare alla gente di Berlino e inizia a fare domande sugli eberi e perchè dicono tutti che sono cosi cattivi cosi un giorno si mette d'accordo con Smu per entrare nel campo di concentramento e Smu a cercare suo padre (che poi è morto nelle camere a gas) una volta entrato con una divisa da deportato che gli ha dato Smu si accorge che il campo non è come quello del filmato i soldati portano tutti i deportati (conmpreso Bruno) nelle camere a gas e insieme a Smu moriranno per mano

    Fonte/i: è una storia bellissima ma molto triste =,(
  • joky
    Lv 5
    1 decennio fa

    è una storia davvero commovente.

    Bruno è il protagonista ed è un tranquillo ragazzo di otto anni figlio di un ufficiale nazista, la cui promozione porta la famiglia a trasferirsi dalla loro comoda casa di Berlino in un’area desolata in cui questo ragazzino solitario non trova nulla da fare e nessuno con cui giocare. Decisamente annoiato e spinto dalla curiosità, Bruno ignora le continue indicazioni della madre, che gli proibisce di esplorare il giardino posteriore e si dirige verso la ‘fattoria’ che ha visto nelle vicinanze. Lì, incontra Shmuel, un ragazzo della sua età che vive un’esistenza parallela e differente dall’altra parte del filo spinato. L’incontro di Bruno col ragazzo dal pigiama a strisce lo porta dall’innocenza a una consapevolezza maggiore del mondo degli adulti che li circonda, mentre gli incontri con samuhel si trasformano in una vera amicizia. Un giorno chiede a Bruno di aiutarlo nella ricerca del padre. Quindi toglie i suoi abiti normali e indossa la divisa del campo di concentramento , appunto il pigiama a righe. Qui..essendosi confuso e mimetizzato con gli altri ebrei, poiché era riuscito ad entrare nel lager, viene condotto involontariamente nelle camere a gas. Quindi samuhel e bruno muoiono. Il padre di bruno non trovandolo più si dispera e quando vede i suoi abiti abbandonati fuori dalla recinzione del lager, capisce che suo figlio ha fatto la fine degli ebrei, persone innocenti.

    Questa è la trama del film. Il libro non l'ho letto.

  • 1 decennio fa

    In pratica è la storia di una famiglia nazista che si trasferisce vicino ad un lagher per ebrei;

    il figlio si avvicina troppo al lagher e incontra un bambino ebreo che lavora nel lagher... fanno amicizia, ma poi il bambino della famiglia nazista entra nel lagher e venendo scambiato per un ebreo viene ucciso in una camera a gas assieme al suo amico...

    è un bel film... ma tanto triste!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.