Prova jominy negli acciai legati?

nel mio libro di tecnologia dei materiali c'è rappresentata la prova jominy per gli acciai legati...c'è descritto il procendimento e dice che serve a misurare la temprabilità.qualcuno di voi mi spiega in che senso dice che serve a misurare la temprabilità?

grazie in anticipo

2 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    La prova di Jominy e' una delle prove diffuse per misurare la temprabilita' di un acciaio.

    La prova si esegue ad una provetta che ha dimensioni unificate.

    Ecco le dimensioni se ti servono :

    La provetta e' lunga di 100 mm e ha una testa di spessore di diametro 32 mm.

    Il corpo della provetta e' lungo 97 mm di diametro 25 mm

    L'appoggio ha un foro di diametro 26 mm

    La distanza fra la provetta e l'ugello e' di 13 mm

    L'uggello ha un diametro intorno di 13 mm che deve avere una velocita' di afflusso che deve raggiungere un'altezza di 65 mm

    Ora si parla delle fasi della prova:

    1- Prelievo di un saggio che deve avere un sovrametallo di 3 mm

    2- Dal saggio si racava la provetta con le dimensioni unificate soprascritte.

    3- Riscaldamento della provetta ad una temperatura prevista dall'unificazione, poi viene raffreddata in aria per 30 minuti

    4- Poi si mette in un contenitore e viene investita inferiormente da un getto d'acqua

    5- Successivamente, si lavora alla rettificatrice per eseguire due spianature diametralmente opposte lungo due generatrici di spessore 0.4 a 0.5 mm

    6- L provetta viene sistemata sul sopporto e si fa una serie di prove di durezza HRC o HRV lungo le due spianature

    7- Alla fine si traccia la curva convenzionale che e' sempre decrescente riportando in ordinate la durezza e in ascissa la distanza

    Con questa prova si sa se il materiale e' poco, medio o alto temprabile mediante l'andamento del grafico, piu' orizzontale e' la linea nel diagramma piu' temprabile e' l'acciao.

    Ovviamente, la linea sara' inclinata verso il passo quando aumentiamo la distanza (a un aumento della distanza abbiamo una diminuzione della durezza)

    mi resta dire che (attenzioneeeeeeee!!!!!) :

    Questa prova e' convenzionale, perche' esiste una corrispondenza tra LA VARIAZIONE DI DUREZZA DALL'ESTERNO ALL'INTERNO DELLA PROVETTA e LA VARIAZIONE DI DUREZZA LUNGO LA SUPERFICIE LONGITUDINALE DELLA PROVETTA

    infine ti voglio dare qualche considerazione sulla tempra degli acciai:

    * negli acciai a media percentuale di carbonio, con la tempra, acquistano durezza in superficie molto notevole ... se il pezzo ha dimensioni piccole, la durezza va al cuore del pezzo, se ha dimensioni piccole, la durezza e' solo alla superficie.

    * negli acciai legati, con la tempra, la durezza si diffonde anche in profondita'

    finita :)

    spero di essere stato chiaro :)

    Fonte/i: l
  • 10 anni fa

    praticamente non fa altro che temprare un estremo del provino cilindrico e poi misurare la profondità di tempra. Più la profondità è maggiore più l'acciaio è temprabile

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.