casse monitor da studio, dilemma?

Salve a tutti. Vi spiego il mio problema : necessito di due monitor da studio per ascoltare le mie registrazioni con la chitarra ecc.. Tra i tanti sicuramente un buon compromesso prezzo qualità sono i krk..l'unica cosa che mi rende dubbioso è il fatto che i monitor da studio sono enormi! Dal momento che io li tengo sulla scrivania della camera affianco allo schermo del pc temo non ci stiano..Volevo sapere se esiste una soluzione diversa ai monitor da studio classici che mi possa garantire buoni risultati..che ne so ad esempio delle casse da computer di altà qualità (bose,Jbl, o altre) le quali essendo di dimensioni più contenute facciano al caso mio.grazie mille

3 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Le casse sono enormi per avere efficenze e bassi al di sopra di ogni sospetto, per esempio 40-20.000 -3dB....

    le JBL control 5 con il relativo sub (quest'ultimo non piu' in produzione) sono relativamente piccole e possono essere interessanti.

    http://allarovescia.blogspot.com/search/label/audi...

  • Ricky
    Lv 6
    10 anni fa

    i monitor da studio hanno l'obbligo di riprodurre in maniera "incolore" ovvero far ascoltare in maniera neutra quello su cui si sta lavorando; che sia una grancassa, una traccia midi, un basso o una corale di voci bianche, non devono aggiungere o togliere, accentuare o ridurre, frequenze e dinamica.

    conta molto anche la stanza, se li metti troppo vicini al muro avrai un rinforzo sulle basse frequenze ( ovvero tu mixerai abbassando perchè a orecchio ci sono troppi bassi, poi ascoltando in alte situazioni mancheranno: colpa dell'acustica della stanza).

    vanno posizionati correttamente, immaginati un triangolo equilatero, da almeno 1 metro di lato: ai due angoli i monitor, nel terzo angolo ci sei tu; l'altezza deve essere allo stesso livello delle tue orecchie. come vedi ti ci vuole spazio.

    no per le casse da pc, possono anche essere delle BOSE ma non sono monitor da studio reference: ti coloreranno il mixato con le loro tonalità con risultati incerti e non professionali ( perchè sono progettate per un altro tipo di utilizzo).

    se tu guardi qualsiasi studio di registrazione, vedrai varie coppie di diffusori: perchè mentre lavori usi i monitor, a lavoro finito riascolti il master con altri diffusori, poi il cd te lo ascolti in macchina, nello stereo in casa ecc ecc: dipende il tuo prodotto dove lo vuoi far sentire.

    Un esempio evidente è tutti quei brani che ti ascolti sul pc, con bassi potenti ecc ecc. la stessa traccia la metti su un impianto professionale potente, e senti che i bassi sono distorti, mancano medie , gli alti non sono definiti: tutto perchè sono stati fatti ascoltando altoparlanti che non sono fatti per essere neutrali (sentire quello che c'è realmente).

    Un po' come in disco, quando l'ennesimo DJ , abituato a suonare a livelli assurdi, si è danneggiato l'udito ( perdita di sensibilità alle frequenze medioalte) e lui fidandosi dei suoi orecchi (scassati) alza i medi e sopratutto gli alti fino a sentirli giusti (per lui), ma in realta sta assordando chi è in pista ( solo che la maggior parte è ubriaca e non se ne accorge, e i pochi rimanenti ci stanno lo stesso, perchè i loro amici sono li). risultato: tutto il giorno dopo ti fischiano le orecchie (sono i timpani che urlano dallo sconquassamento che hanno subito).

    PUNTA alla Qualità del suono in ogni suo anello, ne basta 1 anello bacato per rovinare tutto il lavoro

  • 10 anni fa

    Guarda queste casse non sono grandissime e nei 95 commenti rilasciati ne parlano tutti alla grande. Una bella associata tra qualità e prezzo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.