promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaRoditori · 9 anni fa

Ho chiesto per Natale un coniglio nano , vorrei sapere quante volte devo dare da mangiare , da bere?

vorrei sapere cosa devo fare ! Se lo prendo in allevamento è meglio ?

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    l'allevamento va bene. Evitate sempre i cambi bruschi di alimentazione!

    Una dieta corretta è fondamentale per la salute del coniglio: la stragrande maggioranza dei problemi di salute dei conigli da compagnia sono infatti causati da alimenti inappropriati. Purtroppo su questo argomento circolano molte informazioni sbagliate, a detrimento della salute di questi animali. I conigli sono erbivori, e in natura consumano una dieta ricca di fibra e povera di carboidrati e di grassi: erba, piante di campo, foglie, germogli. La fibra è indispensabile al benessere del coniglio: stimola la motilità intestinale e favorisce lo sviluppo di una flora batterica benefica che protegge dalle infezioni intestinali e quindi da problemi di diarrea; permette un adeguato consumo dei denti prevenendo i problemi di malocclusione, lo tiene impegnato perché richiede una masticazione prolungata, impedendogli di annoiarsi e sviluppare problemi di comportamento. Inoltre previene l’obesità, che causa molti problemi di salute e accorcia la vita del coniglio.

    Fieno:

    La base dell’alimentazione deve essere rappresentata dal fieno, che deve essere sempre disponibile in quantità illimitata: apporta al coniglio tutti gli elementi nutritivi di cui ha necessità ed è ricco di fibra.. Il fieno deve essere fresco e pulito; va scartato se sono presenti muffe. Il fieno fresco è di colore verde, di odore aromatico e privo di polvere. Il fieno più adatto ai conigli è quello di erbe miste (fieno di prato polifita); il fieno di erba medica, al contrario, è eccessivamente ricco di calcio e può causare problemi nei conigli che hanno terminato l’accrescimento.

    Erba:

    L’erba fresca costituisce l’alimento ideale dei conigli, quello che consumano in natura. Apporta gli stessi benefici del fieno, e garantisce un consumo dei denti anche maggiore. Se possibile, si deve permettere al coniglio di brucare liberamente da un prato o un giardino: ciò gli consente anche di fare attività fisica e di godere dei benefici del sole. In tal caso occorre prendere ogni precauzione per evitare la fuga e l’attacco da parte di altri animali quali cani o gatti. In alterativa, l’erba può essere raccolta e messa nella gabbia dell’animale, avendo l’accortezza di eliminarla prima che appassisca e fermenti. L’erba secca invece non dà nessun problema.

    L’erba destinata all’alimentazione del coniglio non deve essere stata contaminata da nessuna sostanza chimica (antiparassitari, diserbanti, scarichi delle automobili).

    Vegetali:

    Verdure fresche e pulite possono costituire una buona integrazione alla dieta; tutte le verdure adatte all’alimentazione umana sono anche adatte al consumo da parte dei conigli: radicchio, insalata, carote, foglie di carota, coste, cicoria, broccoli, endivia, cetrioli, ecc. Si deve evitare l’insalata brasiliana, in quanto è particolarmente scarsa dal punto di vista nutritivo. Il coniglio può avere a disposizione verdura fresca in quantità illimitata. Il preconcetto che la verdura fresca causi al coniglio disturbi intestinali è del tutto infondato, salvo il caso di un cambio brusco di alimentazione in un animale che è sempre stato alimentato con cibi secchi; in tal caso l’introduzione dei vegetali deve avvenire con molta gradualità.

    La verdura bagnata, in un coniglio abituato ad una dieta ricca di vegetali freschi, non causa nessun disturbo digestivo; fanno eccezione l’erba medica ed il trifoglio, che essendo molto ricchi di proteine se dati bagnati possono causare meteorismo (sviluppo di gas per i processi di fermentazione).

    Acqua:

    Nella gabbia deve essere sempre presente un contenitore di acqua fresca e pulita. I contenitori ideali sono gli abbeveratoi a goccia, che impediscono al coniglio di sporcare o rovesciare l’acqua. L’abbeveratoio deve essere lavato tutti i giorni, e disinfettato almeno una volta la settimana; un paio di volte al giorno è opportuno controllare se funziona correttamente, perché questo tipo di contenitori a volte si blocca o perde svuotandosi completamente. Se i conigli hanno a disposizione molta verdura fresca in genere consumano poca acqua.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Diesis
    Lv 5
    9 anni fa

    Visita queste pagine

    http://www.lavocedeiconigli.it/Coniglinani.htm

    http://www.aaeconigli.it/

    Ti saranno molto utili!!!

    Vorrei ricordare che i conigli sono animali molto delicati, hanno bisogno di due vaccinazioni semestrali e di sterilizzazione (sia nella femmina che nel maschio, per evitare aggressività e urina ovunque e atteggiamente sessuali anche su di noi!)!

    Ci si deve rivolgere ad un veterinario ESPERTO IN ESOTICI (quelli per cani e gatti non sono specializzati su questi delicati animali).

    Come ti ho già scritto nell'altra tua domanda, io ti consiglio di adottarli: ci sono tantissimi conigli abbandonati che cercano una casa!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    i conigli mangiano e bevono uado vogliono! io ne ho avuti 2 e ogni volta si divoravano tutte il giardino :) xD

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.