Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeFisica · 9 anni fa

Per quale motivo l'acqua spegne il fuoco o non lo alimenta?

L'ho sempre dato per scontato,ma pensandoci bene l'acqua non dovrebbe alimentarlo visto che l'ossigeno è uno dei comburenti ideali affinchè avvenga una reazione di combustione?

Stamattina stavo incendiando una tenda con la fiamma del fornello,ed ho proprio usato dell'acqua;ecco l'origine della domanda..

7 risposte

Classificazione
  • tatolo
    Lv 7
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Ti posso rispondere io ke ho fatto un corso anti-incendio per la mia ditta

    Il triangolo del fuoco rappresenta i fattori necessari per generare una fiamma:

    -Combustibile: qualsiasi prodotto chimico od organico dalle proprietà infiammabili (benzina,alcool,olio etc..)

    -Comburente: l'ossigeno/aria...

    -Innesco: una scintilla, calore, un attrito

    Mancando uno di questi fattori,la fiamma e quindi l'incendio,non si genera

    Detto questo,l'acqua abbassa la temperatura e di conseguenza estingue l'incendio....elimina,quindi, il fattore CALORE

    Ma non in tutti gli incendi è prudente usare l'acqua...in incendi provocati da oli o carburanti a base di oli,l'acqua peggiora gli effetti,diventando veicolo di trasporto dell'olio incendiato che,più leggero dell'acqua stessa,galleggia e si dilaga...gettando l'acqua,diffondi l'incendio...in quel caso sono necessarie specifiche schiume che soffocano la fiamma sottraendo l'ossigeno e quindi eliminando il fattore comburente

    quindi se ti capita di avere dell'olio ke brucia la cosa da nn fare è buttargli dell'acqua ma soffocarlo in modo ke mancando l'ossigeno la fiamma si spegne

    oppure se hai la possibilità togli l'alimentazione del gas, cioè kiudi la valvola del gas

    Per spegnere gli incendi esistono,oltre all'acqua e alle schiume,polveri,CO2 e quant'altro

    Se devi spegnere un incendio dove è presente corrente elettrica ti sconsiglio vivamente di NON usare l'acqua: si potrebbe rimanere folgorati, quindi prima spegni l'interruttore dell'elettricità oppure usa degli estintori a base di polvere, oppure di azoto (da non usare contro persone perkè l'azoto esce a una temperatura di -80°C)

    a proposito di estintori questi servono SOLO nelle primissime fasi dell'incendio infatti la loro durata è di una dozzina di secondi e se l'incendio è esteso non serve a niente

    l'acqua è ideale per spegnere materiale infiammato solido, mentre per liquidi, gas, metalli e materiale elettrico non agisce ma anzi può provocare più danni

    cmq su ogni estintore ci sono delle lettere ke indicano in quali casi usarli

    A -->materiale solido

    B -->liquidi

    C -->gas

    D -->metalli

    ex E per materiale elettrico

    poi un determinato gas o liquido non sempre brucia: c'è anke il fattore temperatura

    ad esempio se butti un cerino acceso a temperatura ambiente sulla benzina questa brucia, ma se fai la stessa cosa sul gasolio questo non succede xkè la temperatura a cui prende fuoco il gasolio è sopra gli 80°C

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    è perche l'acqua è bagnata...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    l' acqua agisce sul fuoco per raffreddamento...

    il triangolo del fuoco è composto da combustibile(es carta) comburente (ossigeno) e innesco (temperatura)... se ci sono questi 3 "elementi" si assiste ad un incendio.

    per estinguerlo si deve agire su uno o piu elementi: togliendo il combustibile, soffocandolo o raffreddandolo; il discorso si può allargare ulteriormente.

    comunque non sempre l' acqua è ideale...per esempio se sta andando a fuoco un auto con i cerchi in lega o la testata in lega non bisogna usare l' acqua, non ricordo il motivo preciso ma so che possono avvenire esplosioni.

    ciao e vacci piano col fuoco!

    Fonte/i: conoscenze personali
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • h7
    Lv 5
    9 anni fa

    hai già ricevuto risposte esaurienti, specialmente quella del tipo che ha frequentato il corso anti-incendio!

    per quanto riguarda i singoli elementi presenti nell'acqua:

    l'H da solo è altamente esplosivo!!

    l'O è un ottimo comburente (facilità cioè il processo di ossido-riduzione tipico dell'incendio)

    legati insieme non provocano danni (anzi abbassando la temperatura mitigano l'incendio:) a meno che la temperatura dell'incendio non sia tale da dissociare le molecole di H2O.... in quel caso l'idrogeno fa un bel botto! (tipico di incendi in cui si raggiungono temperature elevatissime).

    per concludere, in incendi piccoli e senza sostanze "particolari" (vedi altre risposte) l'acqua non alimenta l'incendio poichè l'H e l'O sono legati insieme e non partecipano all'ossidoriduzione; invece l'acqua toglie calore al sistema e quindi abbassa la temperatura (il che spegne o mitiga l'incendio).

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    sai una volta me la sono fatta anche io questa domanda cosi mi sono informato e mi hanno risposto che è vero è presente l' ossigeno però è legato con l' idrogeno(presente in maggiori quantità H2O) e quindi la soluzione finale prevale su un unico componente essendo un composto omogeneo.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Perchè la formula H2O significa 2 atomi di idrogeno(H2)che diminuisce l'intensita del fuoco.

    E SOLO 1 d'ossigeno(O)che lo alimenta e dato che 2 atomi di idrogeno batte 1 d'ossigeno il risultato è che il fuoco si spegne =)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Matteo
    Lv 4
    9 anni fa

    H20....oltre all'ossigeno c'è anche l' idrogeno che diminuisce l' intensità del fuoco

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.