Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

pothbest ha chiesto in Animali da compagniaCani · 1 decennio fa

comportamento cucciolo golden retriever?

ciao ragazzi, data la mia inesperienza sui cani, vi chiedo una cosa a chi ha magari modo di conoscere di piu il carattere e lo sviluppo psichico dei nostri migliori amici. premetto che ho un golden retriever maschio di 4 mesi e mezzo, per motivi di lavoro rimane solo il mattino dalle 8 alle 12 e poi dalle 2 di pomeriggio fino alle 6 ma ha comunque a disposizione giardino, cuccia e tutto l'occorrente. quando torniamo a casa ovviamente è molto agitato, vorrebbe stare con noi perchè probabilmente da solo si annoia tutto il di, oltre al fatto che sono cani molto socievoli e amano stare in 'branco'. noi lo teniamo in casa per quanto tempo possibile ma il problema è che è agitatissimo, corre morsa tutto insomma non sta fermo 1 attimo, distrugge ed è affamato 24 ore su 24 per cui salta sui divani, tavolo ecc e arreca molto danno! dopo poco siamo costretti a rimetterlo fuori ma ovviamente piange e ci sembra brutto lasciarlo solo tutto il di! sto anche facendo un corso ma non credo questo possa influenzare il suo carattere! come possiamo fare? c'è un modo per calmarlo? i vostri come sono? avete mai avuto esperienze simili e come le avete risolte? grazie buon natale e buon anno!

3 risposte

Classificazione
  • Emme;
    Lv 7
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Io ho una Beagle ma guarda l'esperienza avuto è la stessa. Allora prima cosa, fate benissimo a lasciarlo fuori quando voi non ci siete, c'è chi lascia il cane in casa e si lamenta della pipì e delle distruzioni di mobili, mah.. lascialo fuori no?

    Allora quando tornate a casa, ignoratelo, fate finta che non c'è, anche se vi salta addosso e volete fargli un sacco di coccole, se lo evitate starà più tranquillo e vedrete che con il passare dei giorni starà tranquillo. In questo modo non aspetterà con ansia il vostro arrivo e capirà che quando arrivate, per lui non cambia nulla. Quindi dopo che lo avete ignorato, entrate in casa, state là uno o due minuti e poi uscite, lo coccolate e state fuori a giocare con lui. In questo modo si sfogherà un po'.. La mia cagnolina stava in casa (da cucciola) solamente la sera quando avevamo finito tutti di cenare, ma io vi consiglio di farlo entrare ogni volta che siete a casa.

    Come comportarsi in casa? Bene, appena entra in casa state tranquilli, non agitatelo e richiamatelo ogni secondo, lasciatelo fare. Volete che non salga sul divano? Appena sale un secco NO e se non scendo una pacca sul sedere preceduta da un altro no. Idem per il tavolo. Per evitare che vi disturba quando mangiate, lo lasciate fuori e quando avete finito lo fate stare in casa, lo coccolate e ci giocate. Guarda la mia non ha mai fatto danni in casa, entrava solamente la sera, appena faceva pipì in casa mio papà la sgridava e la mandava fuori e ha smesso subito. Il vizietto di girare per tavola l'è rimasto ma per colpa nostra perché non resistiamo al fatto di allungarle cibo :)

    Comunque, nonostante il giardino DOVETE portarlo fuori almeno una volta al giorno. I cuccioli hanno bisogno di socializzare molto con i simili e con l'uomo quindi meglio anche due volte, anche se c'è il giardino dove fa i bisogno, è molto importante.

  • 1 decennio fa

    io nn ho questo cane ma mio nonno si. è strano che si annoi. quello di mio nonno pur essendo solo sta benissimo! comunque ci sono2 soluzioni:la prima è un altro della sua razza. la seconda è uno di quei pupazzetti.i cani li adorano. spero che il mio consiglio ti sia utile

  • 1 decennio fa

    I problemi che descrivi sono più o meno comuni a tutti i cuccioli, così come i bambini i cuccioli sono agitati e con un immensa dose di energia che se non veicolata correttamente può sfociare in atti di "distruzione".

    I cuccioli usano molto la bocca per poter scoprire il mondo che li circonda, visto che non hanno mani come le nostre sperimentano il mondo tramite la bocca, se ci pensi anche i neonati fanno la stessa cosa, in secondo luogo uno dei modi per scaricare nervoso ed energia è la masticazione, e visto che rimane molto tempo da solo ed essendo un cucciolo la dose di energia da scaricare è notevole.

    Quando vi relazionate con lui non limitarti a tenerlo in casa assieme a voi e basta, ma relazionatevi giocando, facendolo lavorare e proponendogli delle attività, in questa maniera il cane si relaziona con voi aumentando la vostra relazione e scaricarando le energie accumulate.

    Ricorda che il golden è un cane da lavoro e nella sua indole c'è l'innata voglia di collaborare con il suo padrone, in secondo luogo il cane è un animale sociale e come tale patisce la solitudine quindi è ovvio che dovrà imparare a rimanere da solo in maniera graduale.

    La soluzione per risolvere il problema non è lasciarlo fuori ma al contrario devi tenerlo con te e proporgli delle attività collaborare, giocare, insomma non contato tanto la quantità ma la qualità del tempo che trascorrete assieme.

    Inoltre devi sempre portarlo a spasso nonostante tu abbia il giardino altrimenti attui ciò che viene chiamato "maltrattamento invisibile", è come se tu fossi rinchiusa in una casa bella e grande con lo stesso giornale tutti i giorni senza nessun'altra fonte d'informazione, è ovvio che dopo qualche mese dai di matto.

    Uscire fuori dalla mura domestiche per il cane è l'equivalente di leggere un giornale guardare la tv, navigare in internet o andare al bar al parco per noi umani.

    Quando lo lasci da solo durante la giornata mettigli a disposizioni giochi interattivi come il kong ad esempio (se non sai cos'è dai un occhiata qua www.smartdog.it)

    Comunque facendo un corso tutte queste cose puoi chiedere di approfondirle al tuo educatore e se è un valido professionista saprà indicarti la corretta via per gestire al meglio un cucciolo.

    In questa fase di vita è importante stabilire bene le basi e la collaborativtà piuttosto che i comandi di obbedienza

    Bruno Ferrari

    Educatore Cinofilo Professionista

    Responsabile Cani Educati e Felici

    www.educazionecanimilano.it

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.