Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaRoditori · 10 anni fa

Tutto sui cricetini?

Mi potete dire tutto ciò che sapete su di loro!!!?

6 risposte

Classificazione
  • Alba.M
    Lv 7
    10 anni fa
    Risposta preferita

    il criceto è un animale molto territoriale: va tenuto uno per gabbia.Se si vuole far accoppiare bisogna valutare poi l'adozione dei cuccioli, e l'accoppiamento va fatto in un luogo neutrale, una volta finito i criceti vanno separati e rimessi nelle apposite gabbie.

    la gabbia può essere in plexiglass o a sbarre, io preferisco la prima ma poi va a gusti. dentro ci deve essere la ruota, io la preferisco in legno che non assorbe liquidi perchè è silenziosa e ricrea un po il loro habitat naturale. stessa cosa per quanto riguarda la casetta. fornisci per il nido della carta igienica non profumata e bianca. mai l'ovatta, è dannosa. dentro mettici anche due ciotoline una per l'alimento fresco e una per il secco. un Criceto adulto sono necessari ogni giorno:

    5 gr. di alimento secco (miscele di semi acquistabili nei negozi),l'importante è che non contenga molti semi di girasole.20 gr. di alimento fresco ( se è un criceto russo metti 10 g) di verdure non dal frigo, UNA volta a settimana10 gr. di alimento proteico (formaggio, carne, uovo sodo).va bene dare al criceto una crocchetta a settimana, quella che si da ai gatti al gusto di pollo. Qua trovi maggiori chiarimenti sui cibi da dare e non http://www.ziprar.com/index.php?pid=2

    Non ha vaccini da fare ma va portato in caso di malessere o per una visita generale da un veterinario esperto in animali esotici.

    Il criceto ha bisogno di un'oretta al giorno fuori dalla gabbia, ti consiglio un recinto come questo: http://www.zooplus.it/shop/roditori_piccoli_animal... ovviamente va bene un recinto fai da te, dentro mettici i giochi del criceto come la ruota o tubi.

    Il carattere del criceto varia da criceto a criceto. Si dice che il maschio è meno territoriale, ma non è una regola fissa.

    Se lo compri in negozio scegli un criceto sveglio con gli occhi brillanti. Chiedi se è figlio di due fratelli, se lo è evita di comprarlo, sarà + predisposto verso certe malattie.

    Come fondo nella gabbia la cosa migliore è il tutolo di mais che è depolverizzato e inodore ( diffida da quelli aromatizzati). Assorbe molto di + rispetto al truciolato e se ingerito non causa problemi all'animale.

    TI LASCIO DELLE PAGINE UTILI:

    errori + comuni : http://www.ziprar.com/index.php?pid=70

    leggere il comportamento dei criceti: http://www.ziprar.com/index.php?pid=12

    principali malattie: http://www.ziprar.com/index.php?pid=92

    quando lo porti a casa sii paziente. sarà spaventato e potrebbe anche mordere. tutto dipende da che vita ha avuto prima. quindi sii comprensiva/o. offrigli dalle mani del cibo e parlaci con un tono di voce pacato. posiziona la gabbia lontana dalla tv o sbalzi d temperatura.

    buona fortuna

    Fonte/i: esperienza
  • 10 anni fa

    I criceti sono animali notturni, ma in cattività sono particolarmente attivi all'alba e al tramonto. Si cibano di semi, frutta e verdure varie e sono animali coprofagi come del resto molti altri roditori. Essendo animali territoriali e solitari se ne consiglia l'allevamento individuale. È tuttavia possibile far convivere due individui, specialmente se di sesso opposto, purché siano stati abituati fin da tenera età, in ogni caso, in qualunque momento è possibile che individui che sono sempre andati d'accordo comincino a litigare pesantemente, con grave pericolo per la loro incolumità, pertanto occorre sempre essere pronti a separare una coppia di criceti. Il criceto di Roborovskij è l'unico, invece, che di norma vive in coppia tutta la vita, addirittura il maschio assiste la femmina durante il parto e nell'allevamento della prole. In ogni caso, occorre essere consapevoli del fatto che, se anche due criceti di sesso opposto riescono a convivere pacificamente, il proprietario deve aspettarsi il rischio di avere frequenti cucciolate.

    I criceti in cattività vivono tipicamente tra i due e i tre anni. A causa della loro breve vita, crescono rapidamente e diventano sessualmente maturi a partire dall'età di 30 giorni (i criceti siriani o dorati) o 2-3 mesi (i criceti russi). In natura tendono a riprodursi all'inizio della primavera, in modo da avere le cucciolate nel pieno della primavera/estate, la stagione in cui la disponibilità di cibo è maggiore; in cattività, invece, vista la temperatura più o meno costante e la perenne disponibilità di cibo, i criceti si riproducono tutto l'anno. La gravidanza dura dai 16 ai 20 giorni ed è multipla, dai 5 ai 14 cuccioli: per il primo mese dopo il parto è indispensabile separare maschio e femmina, infatti il maschio potrebbe tentare di uccidere la propria prole, per far sì che la femmina vada nuovamente in calore. Maschio e femmina del criceto dorato vanno tenuti separati, vanno messi nella stessa gabbia solo per il periodo di tempo necessario per arrivare all'accoppiamento: il criceto dorato è un animale solitario, non ama la compagnia dei propri simili. Durante l'allattamento la femmina non deve essere disturbata e la sua abitazione deve essere posta in un luogo tranquillo; se la femmina dovesse sentirsi minacciata dall'esterno, potrebbe mangiare i piccoli appena nati. Durante lo svezzamento va nutrita con cibi ricchi di proteine per favorire la produzione di latte (ottimo il tuorlo d'uovo sodo). I piccoli, di colore rosa, alla nascita sono ciechi, con gli occhi chiusi e sono senza pelo ma hanno già i denti; a 2 giorni incominciano a mettere su uno strato di peluria, a 5 il pelo è totalmente formato, a 10 giorni i piccoli aprono gli occhi e incominciano a girare per la gabbia, a circa 15 giorni iniziano a mangiare anche cibo solido ma hanno ancora bisogno di essere allattati. Dopo tre settimane circa la cucciolata può definirsi svezzata; soltanto allora si potranno toccare ma prima evitare assolutamente ogni contatto: la mamma potrebbe non riconoscere il piccolo a causa dell'odore che abbiamo lasciato toccandolo. Se proprio necessario (ad esempio nel caso che un piccolo si allontani inavvertitamente dal nido e la madre non lo recuperi) spostarlo molto delicatamente indossando un guanto sterile da chirurgo, oppure adoperare un cucchiaino.

    Possono essere tenuti in apposite teche in plexiglass espandibili con tubi e accessori, in terrari dalle pareti di vetro o in alternativa in gabbie a maglie strette (meno di 1 cm tra sbarra e sbarra) per evitare che fuggano o restino incastrati con le zampe. Sono soliti infilarsi negli anfratti più reconditi (per esempio tra la ruota e la parete della casa) ma non avendo un gran senso delle proporzioni e dello spazio, può restargli difficile uscirne. È opportuno quindi accertarsi che non si creino intercapedini troppo strette al momento di disporre gli arredi. È essenziale la presenza di una ruota perché si mantengano fisicamente in salute e di una tana per dormire. Tuttavia la sola ruota può diventare alienante se non hanno altro modo di sfogarsi. Occorre quindi fornirgli anche altri accessori per creare dei percorsi all'interno della casa (anche l'anima del rotolo della carta igienica può andare bene se non si vuole spendere, a patto di cambiarla periodicamente); sarebbe inoltre opportuno far girare quotidianamente il proprio criceto in una stanza assente da ogni tipo di cavo elettrico e piccoli anfratti, sarebbe un ottimo modo per tenere il criceto in allenamento e per un suo cambio di routine.

    più di così si muore xD

  • 10 anni fa

    Sono da evitare:

    cotone per foderare il nido (può causare amputazione degli arti, e se ingerito blocchi intestinali e morte per soffocamento), compreso il cosiddetto "cotone per criceti" che si trova in commercio

    elementi in legno di cedro o di pino che causano problemi respiratori

    Il materiale migliore da dare al criceto affinché possa foderarsi il nido è la carta igienica bianca, non profumata né decorata da disegni od altro. Va data al criceto in pezzi non troppo piccoli né troppo grossi (circa 4 centimetri quadrati). Non allarmarsi se il criceto sembrerà divorarla immediatamente: in realtà la sta ponendo temporaneamente nelle guance, dalle quali la estrarrà non appena recatosi nel nido o nel punto in cui ha intenzione di costruirselo.

    AlimentazioneL'alimentazione è fondamentale per assicurare una vita lunga al proprio criceto; l'alimentazione sbagliata è la prima causa di morte prematura del criceto. Per il benessere del criceto bisogna assicurarsi che esso abbia sempre disponibile una buona quantità di cibo, sia per assecondare la sua tendenza ad accumulare, sia per evitare che possa rimanere senza; il criceto ha infatti un metabolismo molto accelerato, se privato di cibo può morire in breve tempo.

    Cibi consigliati Semi: girasole (con parsimonia, essendo molto grassi), orzo, avena, soia, grano

    Frutta: uva, ciliegie, albicocche, mela, fragole, pere, prugne, noci e mandorle

    Verdure: tutti i tipi di insalate, carote, pomodori, finocchi e piselli con baccello; anche la verdura cotta va bene

    Erbe: erbe medicinali, trifoglio bianco e rosso

    Uovo sodo (in quantità minima, non più di una volta la settimana)

    Pasta o riso non conditi, in piccole quantità

    Tutti questi alimenti devono essere forniti sconditi ed a temperatura ambiente. Frutta e verdura devono essere sempre presenti: di fatto il criceto prende i liquidi necessari solo da esse o quasi.

    Cibi sconsigliatiFagioli (qualcuno sostiene che per loro siano velenosi, sebbene non vi sia alcuna dimostrazione o evidenza scientifica)Cavoli, cavolfiore, asparagi (rendono l'urina maleodorante)Barbabietole (arrossano l'urina)Cioccolato (danneggiano il fegato e possono provocare disturbi all'apparato gastrointestinale)Foglie di gelso (possono portare alla stitichezza).Prodotti derivati da cereali: pasta cruda, pane e pane tostato (il criceto li priviligerebbe nella propria alimentazione, fino ad arrivare a blocchi intestinali).Arance e mandarini (acidi, possono creargli problemi intestinali).Qualcuno consiglia carne magra cotta in moderata quantità: è bene tenere presente che si tratta di un roditore, non ne ha bisogno. Si può comunque dare, in modiche quantità, privilegiando quella bianca.Assolutamente da evitare il mangime estruso, tipo quello che viene dato ai conigli, quasi sempre presente nelle confezioni commerciali di preparati per roditori. Spesso è di pessima qualità, non essendo per animali dedicati all'alimentazione umana e come tale non è controllato. È pieno di antiossidanti (in particolare il BHT, Butilidrossitoluene) allo scopo di evitare cattivi odori e deperimento del mangime, senza pensare al benessere del criceto. Spesso il mangime estruso è causa di forte reazioni allergiche.Per i latticini e lo yogurt, il discorso è diverso: in piccole quantità e non tutti i giorni sono accettabili, soprattutto formaggi stagionati o yogurt magro. Si dovrebbero evitare quei formaggi (così come gli altri prodotti in genere) che, essendo troppo appiccicosi, si possono attaccare alla sacca guanciale rendendo difficile per il criceto estrarli dalla stessa.

    Lettiera Esistono lettiere apposite per criceti composte da materiali naturali, vegetali o minerali, biodegradabili come il tutolo di mais, però poco efficace a trattenere i cattivi odori. Sono da evitare lettiere polverose o aromatizzate (l'odore danneggia l'olfatto degli animali). Le lettiere per gatti possono essere utilizzate, sono particolarmente efficaci per i cattivi odori. La carta (purché non inchiostrata o intrisa di sostanze chimiche) non è un materiale inadatto, tuttavia andrebbe cambiata tutti i giorni. Noterete che il criceto tende spesso a fare i propri bisognini liquidi nello stesso punto della gabbia: sfruttando questa tendenza innata, con un po' di pazienza si può riuscire ad abituare il criceto a fare i propri bisognini liquidi all'interno di una vaschetta, purché di dimensioni adatte, con i bordi sufficientemente alti e di dimensioni adatte a contenere il criceto; procuratevene una e mettete la lettiera solo lì dentro: la maggior parte dei criceti comincerà col tempo a fare i propri bisognini liquidi solo nella vaschetta, con miglioramenti notevoli in termini di igiene.

  • Diesis
    Lv 5
    10 anni fa
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ROKY
    Lv 5
    10 anni fa

    Che razza preferisci? Winter White dorato cinese campbell...

    La gabbia deve essere abbastanza grande possibilmente a più ripiani collegati con tubi o scalette.

    Se non la puoi prendere grande fai uscire spesso il criceto.

    Come lettiera ti consiglio il tutolo di mais depolverizzato e non profumato.

    All'interno della gabbia ci deve essere:

    Una ciotola per cibo fresco(che non deve essere bagnato e freddo di frigo)

    Una ciotolo per il cibo secco

    Un blocco di minerali che userà per limarsi i denti

    Una piccola casetta (dove dormirà) con dentro fieno

    Un beverino (la classica ciotola d'acqua non è igenica poiche il criceto essendo piccolo potrebbe finirci dentro)

    Una ruota

    Tubi o cose varie che puoi costruire tu

    ALIMENTAZIONE:

    Semi:avena grano soia miglio farro orzo mais e girasole(non troppi di girasole rendono il pelo unto)

    Verdure:Tutte le insalate piselli con baccello carote pomodori(non il picciolo) finocchio cetrioli sedano(la verdura dagliela una volta ogni 2 settimane)

    Frutta:mele pere ciliege albicocche uva fragole mandarini prugne pesche melone anguria frutti di bosco banana fichi pompelmo arancia(una volta ogni 2 settimane)

    Frutta Secca: mandorle noci pinoli fichi(IN MINIME DOSI)

    Erbe:tifoglio bianco e rosso erbe medicinali

    Varie:pane e pane tostato pasta cruda uovo sodo

    Carne: fegato di vitello pollo carne magra tonno senz'olio

    Latticini: formaggi a pasta molle ricotta parmigiano pecorino mozzarella (IN MINIME DOSI) yogurt alla frutta o al naturale

    Liquidi:Acqua succhi di frutta diluiti in acqua

    N.B iL FIENO O IL COTONE NELLA CASA VA CAMBIATO OGNI 2 GIORNI.

    IL FONDO DELLA LETTIERA(es. tutolo di mais) VA CAMBIATO UNA VOLTA LA SETTIMANA

    LA GABBIA VA PULITA CON SAPONE NEUTRO UNA VOLTA ALLA SETTIMANA

    L'ACQUA NEL BEVERINO VA CAMBIATA OGNI GIORNO (DEVE ESSERE TIEPIDA) E

    IL BEVERINO LAVATO CON ACQUA BOLLENTE PER EVITARE CHE LA PALLINA SI INCROSTI.

    TI CONSIGLIO IL BEVERINO A GOCCIA.

    Fonte/i: Zip Rar
  • 10 anni fa

    sm. pl. [dal genere Cricetus]. Sottofamiglia (Cricetinae) di Roditori Miomorfi della famiglia dei Muridi, comprendente specie con denti mascellari provvisti di radici e con figure tabulari assai varie, ma di solito con l'aspetto di una serie di losanghe; hanno inoltre grandi tasche guanciali e lo stomaco diviso in due “camere”. La sottofamiglia comprende numerosi generi tra cui Cricetus, Mesocricetus, Cricetulus, Calomyscus, Phodomys, Mystromys e Lophyomys e un gran numero di specie di forme e abitudini di vita assai varie e complesse.

    Poi ti ti consiglio di visitare questo forum:

    http://bunnyeisuoiamici.forumfree.it/?f=8377311

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.