Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Come riassumere il libro "Acciaio" di Silvia Avallone senza... ?

Ciao ragazzi.. ho già postato questa domanda in Educazione, lo so, ma sono affezzionata alla sezione, e quindi chiedo anche a voi °.° mi aiutate.. ? :)

Uno dei compiti che mi hanno assegnato per le vacanze natalizie è quello di riassumere un libro, il libro era da scegliere prima di leggerlo, e da comunicare il titolo, io ho scelto "Acciaio".

Poi, leggendolo, mi sono accorta che il perno di tutto è che le due protagoniste, si innamorano fra di loro, cosa che non si evince dalla trama dove si parla di "amore, che arriva male"

Ora, non ci sarebbero problemi per me, visto che, tutto posso essere tranne omofoba, ma, per alcune vicende all'interno della classe, vorrei evitare, ma ho già scelto il libro.

Per chi ha letto il libro, o per chi si riesce a documentare abbastanza, potete consigliarmi un modo per "riassumere" (devo solo scrivere un testo non troppo lungo sulla trama del libro) senza mettere alla luce questo aspetto omosessuale, ma parlando di "amore" che arriva, in generale?

Non mi devo dilungare troppo, ma non posso neanche scrivere due righe..e sono un pò in crisi fra le miriade di cosa da fare °.°

tipo si potrebbe parlare di "gelosia", o tutte quelle cose comuni sia all'amiciza che all'amore.

Grazie a chi risponderà..

3 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ho letto il libro.. e ti consiglio di scrivere questo pezzo dell'intervista fatta alla scrittrice per quanto riguarda il rapporto tra Anna e Francesca:

    -Il lettore è spinto a tifare per l'amore saffico delle due ragazze. Anche se etero. Questa versione universale dell'amore è la salvezza?

    -Qualunque interpretazione di un testo è lecita. Qui posso solo dire la mia intenzione mentre seguivo, scrivendolo, l’evolversi del legame tra Anna e Francesca. Non si tratta tanto di un rapporto omosessuale, quanto di un’amicizia che per via dell’età (l’adolescenza: uno spazio di tempo potenziale, di trasformazione e di curiosità), e per via della particolare durezza della realtà con cui le due protagoniste devono fare i conti, è paragonabile a un amore. AMORE IN SENSO AMPIO, CHE SFUGGE ALLE ETICHETTE. Ho tentato di rappresentare un legame, un’alleanza, una complicità che rifiutano una definizione definitiva. Spesso, descrivendo alcune loro tenerezze, ho pensato più a un senso materno dell’una verso l’altra, che ad altro.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    E' la storia di un' amicizia come tante, incorniciata dalla miseria, dall'insofferenza , dalla vita degli operai delle fabbriche di periferia e immersa in quell'atmosfera di perdizione, di paura, e di stupore che ha caratterizzato l'attacco alle torri gemelle nel settembre del 2001.

    Vivere un'adolescnza nei grigi e tristi casermoni popolari di Piombino significa "fregarsene" dei padri che si "spaccano" nelle fonderie della Lucchini. La cosa importante è avere un fratello maggiore capobranco rispettato, è vedere scritto il proprio nome sulle panchine. Anna e Francesca hanno la piena consapevolezza di avere una bellezza rara, e pensano basti questa per sopravvivere allo squallore della loro vita. Ma la vita è più dura di quanto loro pensino, è feroce, è spietata. Crescendo affrontano i cambiamenti adolescienziali, i loro corpi prendono forma sotto i vestiti. Scoprono l'amore e questo complica tutto, anche la loro amicizia. Non si vedono più, non si sentono più, i "loro" posti non sono più visitati da nessuno, chissà chi porta adesso da mangiare a quei gatti. Gatti che solo loro conoscevano, ogni giorno dopo cena portavano loro cartocci di pasta arrotolati nelle tasche, in quella spiaggetta sperduta, ripostiglio di barche abbandonate. Tante sono le avventure che vivono, da "separate", e che vorrebbero raccontarsi. Manon possono. Eppure si pensano. Ma ora non sono più amiche. Il sesso, i ragazzi, l'acciaio, le botte, i papà, le mamme, il mare, la spiaggia... Tanta confusione nelle loro teste. Eppure il loro sogno è ancora vivo: non posssono andare da sole o con Mattia o con Alessio o con chiunque, devono andarci unite, Anna e Francesca. "L'isola d'Elba è visibile in tutta la sua bellezza dai casermoni di Via Stalingrado. Un'isola che sembra così lontana e irraggiungibile, un'isola che per tutta la vita Anna e Francesca hanno sperato di poter raggiungere insieme. Ma forse è vero che la speranza è l'ultima a morire."

    Acciaio è un romanzo che si legge tutto d'un fiato e nella cui semplicità ognuno di noi può ritrovare un pezzo della propria adolescenza. Ci si innamora subito di queste pagine, pagine che raccontano una storia che forse per la sua semplicità, o forse per il semplice fatto di essere accattivanti piacciono, e molto. Io personalmente ho letto un romanzo, insomma, che lascia il lettore affascinato.

    Questa è la recensione del libro che è stata messa sul mio giornalino scolastico.. non mi pare che si noti molto l'argomento omosessualità...

    spero di esserti stata utile ^^ Sun..

  • 1 decennio fa

    oddio 12

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.