Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteSalute della donna · 9 anni fa

Domande imbarazzanti ma... Aiutooo!!!?

Salve a tutti,

vado dritta al punto: non riesco a raggiungere l' orgasmo. Con il getto della doccia provo abbastanza piacere, ma non raggiungo MAI l' orgasmo. Soprattutto quando mi tocco il clitoride non sento quasi niente, invece, quando mi infilo in dito nella vagina, mi bagno, ma penso di non raggiungere l' orgasmo. Come faccio a raggiungere il piacere? Ho letto che se si stimola il "punto G" (spiegatemi cos'è, grazie) si può raggiungere più facilmente... E un' altra cosa: cosa potrei infilarmi... invece delle dita? (se ne metto due mi fa già un po' male...)

Scusate per le domande, scusatemi... E vi prego di non dare risposte stupide o senza senso. Grazie in anticipo!

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Prima di tutto vorrei ricordarti che per raggiungere l'orgasmo, sia clitorideo che vaginale, devi essere anche mentalmente eccitata dato che la fantasia gioca un ruolo importantissimo: masturbarsi non è semplicemente un procedimento meccanico, ma deve coinvolgerti totalmente. Una volta che ti sentirai pronta psicologicamente e cioè sufficientemente eccitata e già "bagnata" anche prima di toccarti, allora credo che avrai buone possiblità di raggiungere il tuo scopo. Ad ogni modo non preoccuparti se le prime volte non avrai completo successo: piano piano affinerai la tua tecnica fino ad ottenere il risultato.

    La stimolazione clitoridea non è la stessa per ogni donna: alcune non sopportano di stimolarsi direttamente il clitoride, ma le zone circostanti. Alcune lo fanno a gambe spalancate, altre a gambe chiuse, altre sfregandolo contro cuscini o altro. Il getto della doccia o quello diretto del bidet sono ottimi se tiepidi ed aiutati dalla stimolazione del dito.

    Il punto G ( vedi anche su wikipedia) è solitamente posto poco dopo l'entrata della vagina, nella sua zona superiore, cioè in corrispondenza del clitoride, qualche cm all'interno. Per quanto ho potuto sperimentare personalmente, l'orgasmo vaginale del punto G risulta molto più intenso e più facilmente raggiungibile se coordinato in contemporanea con la masturbazione clitoridea e questa operazione si può fare meglio se ad introdurti almeno due dita in vagina sarà il tuo ragazzo mentre tu ti masturbi nella zona del clitoride. Ma se non hai un ragazzo o se preferisci sperimentare da sola, credo che una delle poche soluzioni sia l'introduzione di un vibratore vaginale dato che con altri oggetti ( zucchine, manici di spazzole, carote e simili ) farai fatica a simulare il movimento di entrare e uscire del pene, come invece fanno benissimo le dita se sapute usare.

    In alcuni casi potrebbe contribuire ad aumentare la tua eccitazione anche la contemporanea stimolazione della zona anale.

    Mi piacerebbe sapere se riuscirai a raggiungere gli orgasmi che desideri anche grazie a questi consigli che, spero, ti possano aiutare.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • cris
    Lv 4
    9 anni fa

    molto interessanti qst risposte

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • ?
    Lv 6
    9 anni fa

    allora il punto G e' il punto di massima stimolazione e' una zona erogena che nel caso della donna e' vicino al monte di Venere però il punto G può variare da donna a donna perché la definizione esatta e' il punto di maggiore stimolazione che ti provoca un piacere immenso li' te lo devi cercare tu be' infilare le dita può andare bene però sai cosa ti consiglio devi andare in un sexy shop e prendere degli stimolatori del piacere che non necessariamente devono essere grossi funzionano molto bene le palline da gheisha sono due palline particolari legate da un filo che vanno introdotte in vagina e muovendoti stimolano e parecchio e le puoi indossare anche per uscire tanto non se ne accorge nessuno tutto quello che si vede e' un filo sottile per sfilatle tipo tampax

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.