sandy ha chiesto in Politica e governoGoverno · 9 anni fa

Nucleare in Italia?? ma sono impazziti?

Salve gente cosa ne pensate di questa emerita stupidaggine? anche se in Italia non vengono costruite siamo a rischio ugualmente perchè ce le abbiamo affianco, ma ci siamo dimenticati di Chernobyl? sono assolutamente contraria dobbiamo fare di tutto per evitare che costruiscono queste centrali! e voi siete favorevoli???

16 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Migliore risposta

    Allora sandy.

    un paio di considerazioni prima di tutto....

    1: ho un impianto fotofoltaico sul tetto e, grazie a vari accorgimenti le mie bollette non superano mai i 20 euro. quindo parlo con senno...

    2: in dieci anni il consumo di elettricità in italia è quasi raddoppiato. questo perchè ormai per un videogame servono computer che consumano come un phon, abbiamo tv da 50" che consumano come un aspirapolvere, abbiamo 15 trasformatori attaccati giorno e notte per caricare telefonini, router, affettatrice, frullatore, avvitatore, ecc ecc ecc...

    3: le alternative al nucleare sono, in ordine di utilizzo in italia: carbone (estero), gas metano (estero), corrente acquistata direttamente all'estero (da centrali a 30 km dai nostri confini), fonti rinnovabili (idrica, eolica, solare)

    dunque. oggi quando pago la bolletta faccio due cose:

    1 inquino il MIO paese!!!!

    Infatti forse non sai che una sola centrale a carbone come quella di civitavecchia produce MIGLIAIA DI TONNELLATE di co2 ogni anno)

    2: i miei soldi finscolo all'estero, a coloro (russi e arabi in primo luogo) che investono i MEI ed i TUOI soldi per la costruzione di nuove centrali.... NUCLEARI...

    già, perchè loro sanno che tra poco non venderanno più combustibili fossili.. stanno finendo....

    Insomma... è come abitare in affitto con l'appartamento che si sta sfasciando e non ci possiamo fare nulla....non abbiamo prospettive...

    Se l'italia, come tutti gli altri paesi d'europa, Germania, francia, Inghilterra ecc.. avesse almeno una parte di energia prodotta da fonti nucleari questa non produrrebbe alcun inquinamento aereo.

    mi spiego meglio. la produzione di CO2, di idrocarburi incombusti, di NOx, solfiti ecc ecc. è pari a ZERO!!! una centrale nucleare produce vapore acqueo e, ovviamente, scorie nucleari,

    MA QUANTE scorie nucleari???

    Una centrale che produce 1000 megawat, produce in media ogni anno 80 metri cubi di materiale a bassa o media radioattività e circa 9 metri cubi di rifiuti ad alta radioattività, quelli veramente pericolosi che vanno "nascosti".

    Non sono poi un'immensità, non si spostano, non sono liquidi, son sono volatili come i gas. chiusi e sigillati sono tuttavia sicuri.

    ma per questi 9m cubi "scomodi" quanta energia si è prodotta? quanti sono 1000 megawat?

    facciamo un esempio: prendiamo uno dei più performanti impianti eolici, diametro delle pale di 80m ed una altezza del palo di 70, sai quanta energia produce? 2000 kilowatt.

    quanti "pali" ci vorrebbero per fare la corrente di una centrale nucleare?

    1000000/2000= 500!!!!

    e dove le mettiamo 500 pale???

    Per il fotovoltaico idem: per fare un solo Kilowatt serve una superficie di 7 metri quadrati.

    quindi per fare 1000 MEGAwat ovvero, 1000000 kilowatt servirebbero circa 143000 di metri quadrati di superficie, ovvero 140km quadrati!!!! ci rendiamo conto di questo?

    ASPETTA!!!! i primi producono solo se c'è vento, i secondi solo se c'è sole..... una centrale nucleare produce 24 ore su 24, per 20 o 30 anni...

    In definitiva il mio pensiero è questo:

    dire di NO al nucleare solo per un senso morale è ingenuo. il pericolo ce lo abbiamo comunque appena fuori della porta.

    senza almeno un aparte di energia nucleare tra qualche decennio potremmo trovarci con tutti i paesi produttori degli ultimi carboidrati e di corrente "nucleare" a farci da strozzini....

    se permetti, io non ci sto!

    Le fonti rinnovabili, per essere davvero utili necessitano che noi tutti dimunuiamo i nostri consumi... ma la tendenza è inevitabilmente contraria. nonostante la produzione "pulita" sia più che triplicata in un decennio, la percentuale sul totale di energia prodotta è passata dao 9% al 5% circa....

    Auguri a tutti!!!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    ciao,pensa che in italia non si è capaci di gestire i rifiuti cosa ne faremo delle scorie nucleari

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • RODAN
    Lv 6
    9 anni fa

    @ missing

    Impianti nucleari di quarta generazione????

    Torna su questo pianeta. Non esiste alcun impianto nucleare di quarta generazione e quelli che vuole fare Berlusconi sono dei PROTOTIPI di terza generazione, dei quali non esiste nemmeno uno in funzione. I primi li stanno realizzando in Finlandia e hanno già una marea di problemi con ritardi e costi spaventosi. Parliamo di 3.5miliardi di euro minimo, che si accolleranno i finlandesi in bolletta.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Reattore_nucleare_di_...

    http://www.aamterranuova.it/article3190.htm

    La propaganda fa male.

    -------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

    Continuo a leggere le solite fregnacce di sempre frutto della propaganda pro-nucleare:

    1) Le centrali sono sicurissime al 100%. Mettete il naso fuori dall'Italia e vedrete se sono davvero sicure. Non parliamo di una seconda Cernobyl, ma di inquinamenti locali seri. Vedrete anche quanto sono incazzàti neri i vari cittadini esteri.

    Giusto qualche esempio:

    http://www.9online.it/blog_emergenzarifiuti/2010/0...

    2) Il costo elevato delle bollette dipende dal fatto che compriamo l'energia dalla Francia?

    Ma quando mai!!! Informatevi un minimo su cosa pagate nella bolletta elettrica, santiddio!

    Ma veramente così salami siete?

    3) In ultimo: dobbiamo tornare al nucleare perchè, tanto, se esplode una centrale francese è lo stesso. Ma mi dite che razza di ragionamento è?!?!?!

    Mi dovete anche spiegare come fanno 3-4 centrali nucleari, che soddisferebbero sì e no il 5-6% del fabbisogno nazionale, a farvi pagare il 30-40% di bollette in meno.

    INFO===================================================================

    La bolletta Enel si divide in 4 parti principali:

    1) Quota fissa per trasporto e commercializzazione (canone fisso da pagare pari a circa 2,40 euro all'anno);

    2) Componente tariffaria divisa in:

    - quota potenza, variabile a seconda della potenza richiesta (ad es. contatore da 3 kw oppure da 6 kw. ecc....)espressa in Euro /kW/anno;

    - quota energia, variabile in base al consumo effettuato (ad esempio 2000 kWh).

    3) Imposte ("erariali" e "comunali")

    4) IVA applicata (ad es. 10% per contratto "residente").

    I periodi che vedi indicati sono praticamente a caso (eccetto nel caso di contatore elettronico). In base al consumo totale fino al periodo specificato viene applicata una tariffa (la tariffa aumenta con il consumo).

    Nello specifico:

    a) La componente A6 penalizza le utenze con potenza elevata ma una bassa utilizzazione. Si applica con aliquote espresse in centesimi di euro/kW/anno, che vanno moltiplicate per il periodo in esame. Le aliquote sono differenziate con quattro scaglioni di potenza.

    Ad esempio: per un utenza domestica (da 3 kw) l'aliquota A6 è pari a 1,7364 euro/kW/anno, corrispondenti a Euro 0,0048 al giorno. Un'utenza da 6 kw con stesso consumo pagherà un A6 maggiore.

    b) Le componenti tariffarie (A) coprono gli oneri sostenuti nell'interesse generale del sistema elettrico (ad es. costi di ricerca, costi per l'incentivazione all'uso di fonti energetiche rinnovabili etc.) e sono individuati dal Governo con apposito Decreto o dal Parlamento tramite Legge.

    c) Le componenti (UC) coprono ulteriori elementi di costo del servizio elettrico e sono individuate dall'Autorità per l'Energia Elettrica e per il Gas (AEEG).

    d) La componente (MCT) è la componente tariffaria, espressa in centesimi di euro/kWh, per il finanziamento delle misure di compensazione territoriale (art.4, comma 1-bis, Legge n. 368/03). Per esempio è ripartita, per ciascun territorio, in pari misura fra il comune e la provincia che ospitano centrali nucleari e impianti del ciclo del combustibile nucleare.

    e) Ci sono poi le componenti corrispondenti ai:

    - acquisto e vendita (dell'energia elettrica)

    - dispacciamento (disposizioni per l'utilizzazione e l'esercizio coordinato degli impianti di produzione, della rete di trasmissione nazionale e dei servizi ausiliari, affidata in via esclusiva al Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale GRTN).

    - sbilanciamento (attività diretta a mantenere l’equilibrio tra immissioni e prelievi di energia elettrica sulla rete).

    __________________________________________________________________________________

    I soldi della bolletta vanno solo in minima parte ad Enel per l'energia consumata; la maggior parte va a finanziare Enti di ricerca, la manutenzione impianti, territori che ospitano centrali nucleari, ma anche non meglio precisate spese.

    ---> FINIAMOLA di raccontare la balla secondo la quale paghiamo bollette salatissime perchè non abbiamo il nucleare e siamo costretti ad acquistare l'energia dalla Francia.

    Fonte/i: Gli impianti nucleari di quarta generazione sono SICURISSIMI al 100%. Di fatti non esistono. Più sicuri di così!
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Io sono favorevole se è necessario, se è necessario.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • saga22
    Lv 6
    9 anni fa

    io porpogno una cosa molto semplice:si fa un referendum e il comune che vota a favore del nucleare con la maggior percentuale di votanti e di persone favorevoli si becca la centrale e tutte le scorie nei secoli dei secoli.

    cosi chiudiamo il discorso,tanto ogni persona di buonsenso sa che ci sono un milione di motivi per cui fare le centrali in italia é follia allo stato elementale

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • ezio
    Lv 7
    9 anni fa

    Ste, hai detto la cosa giusta!

    Se assistiamo tutti i giorni al dramma/sceneggiata della spazzatura napoletana, ai miracoli di Berlusconi che continua a prenderli per i fondelli ed a tutte le blaterate in proposito delle autorità locali , ai termovalorizzatori che funzionano a scartamento ridotto, ecc. vi immaginate cosa può succedere con le centrali nucleari?

    Bisogna poi smetterla di dire che siamo già attorniati da centrali, ma possiamo ragionare ogni tanto solo con la nostra testa? Io credo che potremmo riuscirci.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Il nucleare farebbe il gioco dei ricchi e dei privati

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 5 anni fa

    Trovi un ampia varietà  e scelta di Affettatrici sul sito Amazon.it. Ti lascio il link della sezione corrispondente http://amzn.to/1zpwfJh.

    Prima di ogni acquisto online io cerco sempre di confrontare caratteristiche e costi dei vari prodotti per trovare il giusto compromesso tra qualità  e prezzo. Fondamentale poi leggere i giudizi di chi questi prodotti li ha già  acquistati per orientare la scelta finale. Credo che dando una occhiata a questa pagina potrai ricavare tutte le informazioni che ti servono su questo tipo di prodotto

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    Quoto ilsecondofalco, che mi pare l'unico che sappia di cosa parla, tra voi. E aggiungo che il ritorno al nucleare era palesemente indicato nel programma elettorale di cdx che ha vinto di gran lunga le elezioni.. quindi non credo serva un altro inutile e costoso referendum. Gli italiani non sono cosi idioti quanto i sinistri (la stragrande minoranza di questo paese - e poi si definiscono democratici) credono..

    Saluti

    25

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • onox
    Lv 7
    9 anni fa

    Missing

    hai dimenticato le 5 centrali presenti in italia, non più generanti corrente ma che però non sono ancora definibili come spente, i loro reattori sono ancora "purtroppo attivi".

    Tornando alla domanda, le centrali di 4 generazione non esistono ancora sono in fase di progettazione ma non ancora operanti quindi di cosa parliamo.

    Viste le stime sulle scorte di uranio è probabile che si arriva alla loro costruzione quando l'uranio sarà una risorsa finita quindi che si fa?

    Il concetto di diversificare le fonti quindi scelta nucleare è sbagliato, sarebbe corretto se l'italia avesse giacimenti di uranio ma non gli abbiamo e non abbiamo neanche le strutture per produrre partendo dalla materia prima Uranio il combustibile fissile da dare in pasto alla centrale, ma dovremo ricorrere alla Francia primo per acquistare tramite loro uranio dai giaciemnti della nigeria o altro paese, poi a comprare il combustibile fissile che la francia è attrezzata per produrre, poi ovvio dovremo acquistare sempre magari dai francesi o russi viste le amicizie del governo la competenza per realizzare le centrali. Insomma dovremo nei prossimi anni spendere una marea di euro che dovremo pagare come aumenti in bolletta per poi trovarci a centrali costruite che forse manca la materia prima.

    Davvero un bell'affare. dai evitiamoci almeno quest'altro errore.

    =======

    x creattiv

    paghiamo l'energià più degli altri paesi per vari motivi tipo, un'iva che si paga sulla stessa iva di altre voci, varie addizionali, costo per la dismissione delle precedenti centrali, mancanza di un mercato concorrenziale e quindi tariffe gestite in monopolio. Se iniziano i lavori per le nuove centrali ci troveremo con la bolletta più ridicola del mondo con:

    addizionale per la dismissione precedenti centrali;

    addizionale per la costruzione delle nuove centrali da pagare per i prossimi 30 anni.

    Quindi la nostra bolletta come cittadini aumenta, chi pensi che paghi l'alto costo per le centrali?

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 9 anni fa

    CENTRALI NUCLEARI

    Il 90% dell'energia elettrica italiana viene prodotta da petrolio o da gas naturale, quindi il nostro paese è attualmente completamente dipendente dai paesi produttori per rifornirsi di tali materie prime. In Italia c'erano 3 centrali nucleari, ma furono chiuse a seguito di un referendum popolare indetto nel 1987. Bisognerebbe chiedersi quanto influirono gli enormi capitali arabi nella nascita nel nostro paese dei vari movimenti verdi ed ecologisti. Tutto questo gli utenti privati e sopratutto l'industria lo pagano sulla bolletta. Pochi considerano o fingono di ignorare che le centrali che bruciano gas o derivati del petrolio sono enormemente inquinanti. Gli impianti nucleari di quarta generazione sono ormai sicuri al 100% e chi parla ancora del disastro di Chernobil, ignora o finge di ignorare che quella era una centrale della ex U.R.S.S. costruita in modo vergognoso badando solo alla produzione dell'energia senza tenere in nessun conto le esigenze di sicurezza. Si pensi che attualmente in Francia il 74% dell'energia elettrica è prodotta in centrali nucleari e che gli Emirati Arabi Uniti (uno dei più forti produttori mondiali di petrolio) in previsione dell'esaurimento dei propri giacimenti di petrolio hanno avviato un massiccio programma di costruzione di centrali nucleari. In tutto il mondo sono in costruzione nuove centrali nucleari, sopratutto nei paesi in via di sviluppo. Forse è bene dare un occhio a questo elenco delle centrali nucleari in funzione sul nostro pianeta: U.S.A 104, Francia 59, Giappone 56, Russia 31,Gran bretagna 23, Corea 20, Canada 18, Germania 17, India 15, Ucraina 15, Svezia 10, Cina 9, Spagna 9, Belgo 7, Repubblica Ceca 6, Slovacchia 6, Taiwan 6, Svizzera 5, Bulgaria 4, Finlandia 4, Ungheria 4, Brasile 2, Argentina 2, Messico 2, Pakistan 2, Sud Africa 2, Olanda 1, Armenia 1, Lituania 1, Slovenia 1, Romania 1. E L'Italia? Fino a quando, accendendo una lampadina, daremo soldi agli arabi o ai russi?. Pochi sanno poi che il 16% dell'energia elettrica italiana proviene a caro prezzo dalle centrali nucleari francesi e svizzere!

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.