Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 10 anni fa

Fine del Mondo ?....no, è ancora lungo il cammino verso la civiltà, giusto?

Vi siete resi conto, come il sottoscritto.....e nei pochi momenti di " vera " lucidità mentale, che l' essere umano è solo poco più del primitivo uomo delle caverne ?

tecnologia ed armi moderne a parte, non differisce per nulla dai propri antenati....

uccide per soddisfare desideri non primari, come il cibo....tradisce i suoi simili, pensa solo a se stesso, e utilizza la religione per sottomettere coloro che non sanno a chi rivolgersi per paura ....

sono credente, significa che che credo in un Dio creatore, credo poco alle religioni, create dall' uomo per l' uomo....mi giro attorno e mi rendo conto che la foresta di un tempo è ora la strada di tutti i giorni....voi vedete la differenza tra allora ed adesso ? ....io no ...

quindi credo che la tanto paventata " fine del Mondo " sia ancora di la da venire, siamo ancora troppo " selvaggi" per vantarci di essere evoluti al punto di capire quale sia il giusto e quale il peggio per noi ....

oggi sono pessimista ?, può essere, ma con il passare degli anni mi sono reso conto che ogni modernità copre soltanto l' inciviltà che è,in noi, dandole una parvenza di evoluzione...

ma quando mai ?

Aggiornamento:

====================

Visto ?, cosa ci si può aspettare da esseri umani ( ? ) che danno risposte come il primo utente ? e magari un domani pretenderà di governarci.....!

====================

Aggiornamento 2:

WITNES

son d' accordo sul fatto di tenerci sempre pronti....ma Avevo l' illusione che la fine di tutto si compisse quando l' essere umano fosse in grado ci comprendere a fondo ciò che fosse giusto....

8 risposte

Classificazione
  • Maria
    Lv 5
    10 anni fa
    Risposta preferita

    Non credo tu sia pessimista, anzi, credo tu sia un pensatore di prima categoria. Il pessimista è colui che non ragiona, colui che pur non ragionando vede tutto nero. Tu invece ragioni, pensi e i tuoi pensieri sono in linea con il realismo. Perché è la realtà.

    Il mio pensiero è che le macchine vanno avanti, ma la nostra educazione, la nostra cultura, la nostra civiltà, va sempre più indietro. La macchina costruita dall' uomo, sostituisce le mani dell' uomo, la mente dell' uomo e l' operosità dell' uomo. L' uomo, invece, sostituito dalla macchina, crede che tutto gli sia dovuto, e vive nell' ozio più profondo.

    L' uomo dell' antichità era creativo, fantasioso, rivoluzionario... Adesso è come se tutte le cose che sono state create, abbiano risucchiato tutta la creatività, tutta la fantasia dell' essere umano, perché si pensa che già tutto sia stato inventato, ma non è così. In un' altra domanda, l' ho espresso chiaramente: nel XVI secolo, non avrebbero mai immaginato che nel 1883, uno studioso avrebbe scoperto il bacillo del colera! Così anche noi, oggi, nel 2011 non sappiamo, non immaginiamo cosa mai ci potrebbe essere fra 10, 30 anni! Ad esempio, quando sentii che era stato costruito un videogioco come la Wii, rimasi proprio sbigottita! Come per dire: "E chi se lo sarebbe aspettato!". Per me era strano, perché sono sempre stata una ragazza semplice! Cioè, parliamo chiaro, io giocavo con le bambole di pezza, vedere mio fratello più grande portare questa specie di scatola bianca, per era una vera e propria rivoluzione.

    Ma se analizziamo meglio, ci sono stati dei peggioramenti e dei miglioramenti. I peggioramenti sono stati dovuti dalla voglia di sfruttamento: e qui l' inquinamento, il menefreghismo verso questo! Ma voi capite che ogni anno vengono distrutte 14,6 milioni di ettari di foreste?! Su 4 miliardi di ettari di foreste?! La deforestazione provoca la perdita di circa 13 milioni di ettari di foreste! Sono numeri che non sembrano piccoli?! E c'è chi dice che la temperatura globale, alzatasi di mezzo grado, non provoca nulla! E' questo il peggioramento dell' uomo: il suo menefreghismo, la sua scostumatezza, il suo bisogno MATERIALE. E' detto da me, che sono Atea, è una cosa enorme. Non ci rendiamo conto che i bisogni materiali, si riducono a nulla, quando non hai nessuno con cui condividerli. L' uomo di prima, più stava attento a come spendere, a come comprare, a come rapportarsi con le altre persone. Erano tutti una comunità, invece adesso sembra tanto un "ognuno pensa a sé".

    Già a pensare che circa 40 anni fa esistevano lavori che adesso se uno li sente dice "e che so' "! Nel mio paese, ad esempio, un tempo esistevano i professionisti che aggiustavano i piatti, i bicchieri, e li rendevano come nuovi; esistevano le persone che ti aggiustavano le sedie, la tappezzeria delle sedie, gli stivali. Ma adesso dove stanno più?! Eppure allora si facevano pagare proprio bene! Adesso si è perso il valore del denaro, il valore del piacere di lavorare: si rompe una sedia? E vabbè si butta! Si rompe un piatto? Se ne comprano altri!

    I miglioramenti, sono le cure di malattie, l' integrazione parziale di altre culture, la costruizione di case, la scrittura, la lettura, la cultura di alcune persone. L' uomo ha sviluppato la propria intelligenza, non si può dire che ciò non sia avvenuto. Ma è come se questo sviluppo si sia fermato o peggio, che sia tornato indietro.

    Elsi, io mi definisco socialista, per cui per me il progresso è molto e deve avvenire per andare AVANTI: ma nel momento in cui, ad esempio, mi mettono davanti una centrale nucleare io dico un NO secco, perché per me quella non è EVOLUZIONE. Io paragono la centrale nucleare a tutto ciò che di meno evolutivo c'è in questo periodo. E ne sono tanti eh!

    Ovviamente esistono ancora persone calorose, che danno amore anche senza riceverlo, che si accontentano del poco e che cercano di andare avanti e di non arretrare.

    Tutti questi pensieri sono reali. Forse, Elsi, essendo Atea non credo nella tua stessa "fine del Mondo", però credo che se l' uomo non si dia una regolata, col tempo soffrirà e se ne pentirà... Fino ad arrivare al punto di non ritorno. Bisogna vedere cosa si intende per civiltà: l' ho detto, noi non sappiamo ancora nulla e mai sapremo tutto! Ma spero di poter andare avanti!

    Un abbraccio!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    Se per giungere la fine del mondo,deve prima esserci un salto di qualità da parte degli individui.

    Compiersi insomma questa sorta di metamorfosi prodigiosa,di renderlo sul serio,intimamente evoluto e nei fatti capace di muoversi civilmente ecc. Allora...

    Allora direi che può non giungere mai .

    Se non fosse che non credendo in dio e confidando poco negli esseri umani,che finiscono col ripetere sempre gli stessi errori,e che si distinguono nel distruggere piuttosto che nel costruire,,temo che sapranno prima o poi trovare il modo di renderla del tutto invivibile la terra, e per conseguenza,di renderla, la vita, alquanto intollerabile.

    E dunque io sono ancora più pessimista o un po meno fiduciosa di te .

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    La cosiddetta "fine del mondo" altro non è che la fine di un'Era Precessionale mitizzata da tutte le religioni.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Precessione#Precessio...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    Dio creatore O NO! siamo o non siamo animali? la nostra felicità viene sopra ogni cosa, non riesco proprio a capire i vostri principi cos'è per voi la civiltà? è percaso tenere in vita una pianta in ospedale??? o non è più probabilmente il raggiungimento della tanto cospirata felicità? Il progresso dell'umanità è per tutti nessuno escluso il raggiungimento della propria e sola soddifazione personale, l'umanità non esiste esiste solo un numero cospiquo di individualità che puntano a tale scopo. Prendetela come volete ma la verità è questa in qualsiasi punto di vista

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Ciro
    Lv 4
    10 anni fa

    La bibbia è un testo kabbalistico prima che cristiano

    Secondo la kabbalah il desiderio (ovvero tutta la creazione) è diviso in 4 livelli:

    inanimato, vegetale, animale e parlante (o umano)

    A differenza di quello che si potrebbe pensare, e come riveli te nei momenti di lucidità, noi non siamo nel livello umano ma nel livello animale.

    La fine del mondo è la fine del vecchio mondo e l'inizio del mondo nuovo, ovvero, il passaggio dal livello di animale al livello di parlante o umano.

    Quello che caratterizzerà il livello umano rispetto all'attuale livello di animale sarà:

    1 - che i singoli uomini, invece di vedersi come unici e considerare solo quello che possono ottenere dall'ambiente (come fanno ora e come fanno gli animali) si considereranno parte di un'organismo o società più grande di loro, quindi, saranno spinti a allacciare rapporti vitali e non solo di scambio come è ora, in questo senso si parla di "livello del parlante" perchè parlano, comunicano tra di loro.

    2 - uomo deriva da adamo che significa simile al creatore, quando saremo nel livello di uomo saremo (come umanità intera) simile al creatore (adamo) ed agiremo per deliziare gli altri e non per distruggerci a vicenda, l'occupazione principale sarà occuparci degli altri e non di se stessi.

    queste sono le caratteristiche del livello umano, è evidente che ancora non ci siamo, ma tutta la realtà ci stà spingendo in quella direzione.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    Già, l'uniche cose che elevano l'uomo sono la Filosofia e l'Ascetismo...tutto il resto è conforme al comportamento animale. Già i religiosi, che si sentono illuminati ad una mente piu saggia, si radunano in gruppi, cosa non necessaria ne a loro ne a Dio, ed è la stessa cosa che fanno le bestie, cercano i propri simili per fare gruppo forte e sottomettere gli altri.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 10 anni fa

    Che mica c'è un livello al quale deve aspirare l'uomo prima che il Mondo finisca, quando arriva, arriva !

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    10 anni fa

    se tu pensi che la fine del mondo verrà quando l'umanità avrà raggiunto il più altro grado possibile di civiltà allora sappi che sarebbe già venuta, perchè ora stiamo regredendo: madri che uccidono i propri figli ancora nel loro grembo, tentativi di legalizzazione dell'eutanasia, tentativi per legalizzare le modifiche genetiche nell'uomo.

    Gesù tornerà trionfante sulle nubi, prima o poi, ma noi non possiamo sapere quando

    decolores

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.