Zelda
Lv 5
Zelda ha chiesto in Mangiare e bereVegetariani e vegani · 9 anni fa

Vegetariani, come reagire a certe provocazioni (di gente che vi sta a cuore) ?

Ho 14 anni e mezzo e sono vegetariana da settembre, anche se da quando ero molto piccola avrei voluto diventarlo. I miei genitori e mio fratello si nutrono praticamente solo di carne, e mia mamma è sempre stata una sostenitrice di questo alimento, quindi non ha mai visto la cosa di buon occhio. Per prima cosa mi ha detto "D'ora in poi col cibo ti devi organizzare DA SOLA". Quindi io a 14 anni vado al supermercato e nei negozi di alimentari, a pranzo e a cena cucino per me, cosa che trovo abbastanza assurda. A volte, quando vado a mangiare da amici dei miei, si organizzano dei buffet, dove mettono tante cose tipo tartine e salatini su un tavolo. L'ultima volta mio padre mi guarda e fa "Francesca, ricorda che se ti vedo a mangiare salame non ti prenderò in giro perchè la carne è un alimento fondamentale per la nostra sopravvivenza". Che idiota.

Al pranzo di Natale mi siedo a tavola con tutti i parenti e non mi viene servito NIENTE, cosa che viene giustificata con "Francesca, se fai certe scelte devi imparare a gestirle". Ci voleva molto a mettere su l'acqua per la pasta? Ora mia nonna si è ostinata a prepararmi"piatti-trabocchetto": tartine ripiene di carne che viene spacciata per verdura e simili. E tutti giù a ridere, perchè vuol dire essere maturi. "Francesca avresti bisogno di un po' di ciccia..." (Nuovo modo ingannevole per chiamare la carne).

NON NE POSSO PIU', ESSERE VEGETARIANI NON E' UNA SCELTA COSI' BIZZARRA E CHIEDO SOLO CHE VENGA RISPETTATA, A SCUOLA VENGO PRESA PER IL ****, MA DAI MIEI PARENTI NON ME L'ASPETTAVO!

Idioti.

Aggiornamento:

No, certo, non pretento di essere al ristorante. Ma se tutti mangiano la pasta (che io posso mangiare, dunque) perché non prepararla anche a me? Mi sentirò rispondere "Ah, scusa, sai, magari adesso ti saltava in mente che anche la pasta era un animale e non potevi mangiarla... noi non ti facciamo più da mangiare, trovi un essere vivente da qualsiasi parte."

Immagino che a te, all'età di 14 anni, facessero da mangiare, perlomeno quando i genitori sono in casa e mangiano le tue stesse cose. Quindi, perchè non moderare i termini?

21 risposte

Classificazione
  • .
    Lv 7
    9 anni fa
    Migliore risposta

    Mi sembrano un po' esagerati.

    Quando diventai vegetariana io mia madre non ebbe nessun problema a cucinare per me: bastava evitare di mettermi nel piatto la carne e il pesce :/

    Questi che parlano di "menù a parte" non li capisco: loro forse mangiano carne tutti i giorni, in ogni primo e ogni secondo?!

    Gran parte dei piatti è vegetariana: risotti, pasta, gnocchi, riso e lenticchie, pasta e ceci etc...quindi mia madre li preparava per tutti, mica solo per me -.- dove sta la pretesa di un menù speciale?!

    Per come si sono comportati a Natale non so che dire, che schifo! Ma tu che ci vai a fare? Io a sto punto non mi presenterei proprio a tavola. Le battutine o domande idiote capitano ma questa è proprio cattiveria.

    Abbi pazienza che arriverà il tuo turno...immagina quando avrai una casa tua e si presenteranno a mangiare da te: piatto vuoto "non so proprio che cucinarvi, voi mangiate cadaveri e io non ne ho" ;)

    Fonte/i: io lo farei sul serio :D
  • today
    Lv 6
    9 anni fa

    ahaha! mio papà a Natale mi fa: - dai, è Natale, almeno a Natale puoi mangiare un po' di salame.. -

    e io: - ma mica a Natale si è tutti più buoni? Se volessi mangiare carne (e non voglio) non lo farei certo in un giorno così importante!! - poi il pranzo è proseguito tranquillamente..

    Mia nonna all'inizio mi faceva il brodo di pollo, mia mamma però deve averle detto qualcosa perchè ora sta attenta a non farmi finire nel piatto carne o pesce. Anzi, ora accetta di buon grado la mia scelta :)

    Con i tuoi genitori ci parlerei io..

    L'unica è continuare a testa alta, fanno così perchè sperano che tu ceda.. mostrati più in gamba di loro..

    Oppure metti in chiaro le cose con tua mamma. Dovrebbero vergognarsi, questi sono scherzi da bambini dell'asilo.. Non ci vuole tanto a fare qualcosa che vada bene per tutti..

    Mi spiace che ti lasciano fare tutto da sola alla tua età, ti dimostri molto matura prendendoti questa responsabilità.

    - - -

    ok, anche io mi preparo il seitan, i legumi o altro, ma non è che mia mamma non mi fa da mangiare perchè sono vegetariana!

  • 9 anni fa

    Che atteggiamento assurdo, da parte dei tuoi famigliari...

    Dovrebbero anzi sostenerti e darti una mano, visto che essere vegetariani è meno semplice di quanto sembri: bisogna rinunciare a mangiare tutta una serie di alimenti cui si era abituati, e inoltre bisogna stare attenti a non ingerire per sbaglio cibi che contengono carne (del tipo le "tartine trabocchetto" della nonna).

    Si possono avere anche momenti di debolezza fisica, proprio perchè il corpo era abituato a ricevere determinate sostanze che ora non riceve più o comunque in quantita minore, e inoltre bisogna ribilanciare con attenzione la propria dieta, compensando con legumi, tofu e altri alimenti le carenze nutritive che potrebbero altrimenti verificarsi.

    In questo dovrebbero aiutarti proprio i tuoi genitori, visto che tra l'altro hai 14 anni e magari, pur essendo consapevole e convinta della tua scelta, ci sono certe nozioni di nutrizione che ancora non conosci bene.

    C'è chi diventa vegetariano per una questione morale (non voler mangiare gli "amici animali") e chi per una scelta salutare: la carne un gran bene non lo fa, il nostro organismo fa fatica a digerirla e durante il processo vengono prodotte sostanze nocive.

    Ribilanciando la dieta in maniera appropriata ed eventualmente assumendo integratori - solo se necessario - non c'è alcun rischio di carenze alimentari: per farti un esempio, le proteine possono tranquillamente essere fornite da legumi e tofu, e il ferro da broccoli, spinaci e altre verdure.

    I vegetariani godono in genere di una salute migliore rispetto a chi consuma carne, e incorrono meno nel rischio di sviluppare alcune malattie come ad es. il tumore all'intestino.

    Quindi, direi che la tua è una scelta corretta e positiva, da tutti i punti di vista, sia morale che salutistico.

    Io ti consiglio di fare due cose.

    La prima, provare a parlare seriamente con la tua famiglia. Riuniscili tutti assieme, e spiega loro chiaramente le ragioni della tua decisione, aggiungendo che preferiresti che avessero un atteggiamento più rispettoso nei tuoi confronti, perchè il loro modo di fare ti ferisce.

    Magari cerca di coinvolgerli, chiedendo loro di aiutarti nei momenti di difficoltà, o di provare a integrare nella loro spesa settimanale le piccole aggiunte/modifiche che servono per te: alla fin fine si tratta solo di qualche verdura in più e di qualche sacchetto di legumi. Se proprio non vogliono collaborare, che almeno non ti deridano e ti lascino in pace. Tra parentesi, vedrai che con il tempo, quando capiranno che fai sul serio, la smetteranno di romperti le scatole; adesso lo fanno perchè è una decisione recente, e magari ti provocano per vedere se cedi o resisti.

    La seconda cosa che ti consiglio, soprattutto considerando l'ipotesi che la tua famiglia non voglia darti una mano con il tuo menù e la tua spesa, cerca di documentarti bene (internet, libri) per quanto riguarda le sostituzioni alimentari da effettuare in una dieta vegetariana, questo per evitare di incorrere in eventuali carenze nutritive e relativi problemi fisici.

    Tieni duro, e brava, complimenti per la scelta e la forza di volontà :-)

  • 9 anni fa

    Franci, hai tutta la mia solidarietà perchè quello che stai vivendo tu l'ho vissuto anch'io molti anni fa.

    Mia mamma non approvava la mia scelta vegetariana e faceva di tutto per farmi desistere. Pezzi di carne disseminati ovunque...ricordo un sugo coi piselli (che io adoro) con dentro pezzettini di carne tritata fine fine....finito tutto nel bidone della spazzatura. Pensano che siamo idiote? Evidentemente sì. La soluzione?

    1) massima autonomia nella gestione del cibo. Metti su da sola la TUA acqua, fai la spesa ogni volta che puoi, impara a prepararti da mangiare da sola. Nella vita ti servirà e sei abbastanza grande per cominciare. Tocco perfido: ogni volta che vi trovate in compagnia di amiche di mamma o della famiglia di tuo padre (nonna, zie ecc.) tu fai candidamente presente che tua mamma non ti prepara da mangiare perchè non è d'accordo con le tue scelte. Vedrai che le verrà voglia di collaborare un po' di più....

    2) pretendi rispetto. Tutte le volte che cominciano con la ramanzina tu taglia corto e dì che anche Veronesi, famoso oncologo, è vegetariano ed essere vegetariani è il miglior modo per combattere i tumori. Ogni volta che trovi un piatto-trabocchetto ripieno di carnazza tu alzati e buttalo nel bidone.

    Tutto, mi raccomando! Vedrai che gli passa la voglia di buttare via del cibo....

    Adesso, a distanza di anni, siamo in molti in famiglia ad essere vegetariani e il nostro pranzo di Natale è stato a base di cappelletti in brodo vegetale, arrosto di seitan, verdure e legumi.

    CHI LA DURA LA VINCE!!!!!! Forza!!!! Io ce l'ho fatta...puoi farcela anche tu!!! Un bacione!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • gli onnivori sono convinti di avere sempre ragione, io sono diventato vegetariano da maggiorenne (credo avessi 28-29 anni) e mia madre mi rompeva, adesso ne ho quasi 39, sono diventato vegano e mi rompe ancora, lo so fa male ma non si puo fare niente, uno di questi giorni glie lo farai capire, non ti preoccupare

  • 9 anni fa

    Guarda, quando io regalai a mia madre degli opuscoletti brevi ma chiari sul vegetarismo lei finalmente si calmò. Ce ne sono vari. P.es. dai una occhiata qui: http://www.agireoraedizioni.org/catalogo/opuscoli-... In particolare consiglio di fare leggere: "Guida al vegetarismo per genitori e ragazzi". Molto chiari e che chiariscono bene le ragioni dell'essere vegetariani sono anche "Meno carne, meno effetto serra" e "Perche' vegan?". Ma scegli un po' secondo il tuo sentire. Come vedi costano poco. Ti consiglio di prenderne almeno una decina così li distribuisci anche ad altri. Così, quando la gente ti fa le solite domande tu gli puoi rispondere "leggi qui, ci sono tutte le risposte....". Io credo sia il modo migliore di persuadere. Perché una cosa è quello che dicono i figli (che alla vista dei genitori hanno sempre torto per definizione), un'altra se si fa leggere delle conoscenze che vengono da scienziati esperti in materia.

    Buona fortuna!

  • 9 anni fa

    Viviamo in un regime in cui la gerontocrazia detiene un bella poltrona.

  • 9 anni fa

    Incredibile, mia nonna una volta mi ha fatto lo stesso trabocchetto, aveva preparato dei "pallini" ripieni impanati e fritti e mi ha detto che erano funghi e poi mi ha chiesto se mi piacevano e io ho detto di si e si sono messi tutti a ridere perché era carne e non funghi.

    Mi viene il nervoso ancora adesso se ci penso.

  • Anonimo
    9 anni fa

    Ciao cara!Innanzitutto compliementi per la tua ottima scelta!A prescindere da quello che possono dirti i tuoi,porta avanti questa tua scelta con orgoglio e falla rispettare ovunque ti capiterà di mangiare.Prova a parlare chiaramente con i tuoi genitori,spiegandogli i motivi della tua scelta.in modo chiaro e maturo.Rassicurali,spiegandogli che con la dieta vegetariana/vegana si assumono tutte le proteine,i minerali e le vitamine di cui il corpo ha bisogno.

    Magari compra un buon libro di cucina vegan e fallo leggere a tua madre.

    Ti linko questo sito,che ti fornirà informazioni molto preziose...

    anche per quanto riguarda i "dibattiti in casa".

    Prova e fammi sapere ;)

    www.vegfacile.info

  • Anonimo
    9 anni fa

    prova a farti un idea leggendo le cose su qst profilo....................

    http://www.youtube.com/user/gaetanardo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.