Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 decennio fa

Aiuto tema di italiano..?

qualcuno mi potrebbe aiutare con un tema? la traccia è "scrivi una lettera ad un amico per convincerlo a passare da te alcuni giorni,e racconta quali saranno i vostri programmi".. 10 punti al migliore grazie!!!

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    Ciao Fabrizio!

    Adesso piove e mi è venuta la malinconia. Ho pensato che sarebbe proprio bello avere un amico vicino, avere te vicino. Quindi prendo carta e penna e inizio a scriverti questa lettera. Ti va di passare qualche giorno da me? Sai, ho tante ottime ragioni per farti venire: dalla mia finestra si vede il mare tempestoso che aggredisce gli scogli (dove stai tu c'è il mare?), e sai, se esci dalla mia casetta sulla scogliera puoi sentire l'ululato del vento, puoi ascoltare il rumore del mare, ma puoi anche solo ascoltare il silenzio quando la tempesta si calma. Ho tanti progetti per quando verrai... Sai tutti i dischi in vinile di mio nonno? Sono andata in soffitta a recuperarli, insieme al giradischi. Adesso c'è la musica che ti piace tanto a rallegrarmi, e il giradischi gira, e la vita scorre. Potremmo cucinare dei biscotti, quando e se verrai, e bere cioccolata sentendo musica antica, e ricordare i tempi passati, quando tu avevi ancora la forza di correre al prato con me, quando giocavamo a pallone. Se però è bel tempo possiamo andare in bicicletta fino al paese, così saluti tutti gli altri amici, saranno contenti di vedere che stai bene. A proposito, non ti ho nemmeno chiesto come stai? Ti trovi bene là dove sei? Il tuo gatto, che mi avevi affidato prima di andartene è molto triste. Penso che tu gli manchi, come del resto manchi a tutti quelli che hai abbandonato andandotene. Perché te ne sei andato poi? Scusami Fabrizio, mi ero imposta di non chiedertelo... Ho imparato a suonare il pianoforte, finalmente, quando vieni potresti insegnarmi qualcosa tu, ricordo bene come eri bravo, come accarezzavi i tasti bianchi con le tue mani sottili, che son diventate sempre più bianche, sempre più fredde. Quando verrai, (perché verrai non è così?) costruiremo tante girandole, e le pianteremo nel mio giardino minuscolo, vicino alla scogliera, dove ho ancora quelle vecchie, che costruivamo insieme tanto tempo fa. Mi viene in mente il tuo aquilone... Come lo facevamo volare in alto, ricordi? Ti piaceva tanto far volare gli aquiloni, chissà se adesso li fai volare ancora. Magari sei riuscito a volare tu stesso, era questo il tuo sogno, volare, libero come le aquile. Ma sai, avere un contatto che ti riporta a terra, come la cordicella di un aquilone è utile... Quel giorno camminavi a fatica, eri sempre più stanco, ma sei venuto da me lo stesso, con l'aquilone. Hai tagliato lo spago e hai buttato l'aquilone giù dalla scogliera. Anche quel giorno c'era il vento forte. Mi hai dato lo spago, dicendomi di tenerlo da conto. Lo spago... Come i tubicini a cui eri attaccato all'ospedale, io ho provato a dire al medico che tu non potevi, non volevi essere legato, che tu volevi essere libero... Lui mi ha detto che presto lo saresti stato. E poi... Non ti ho visto più.

  • 1 decennio fa

    Allora, puoi scrivere così:

    Caro tizio,

    come stai? Hai passato un Buon Natale?

    Ti scrivo questa lettera perché ti volevo chiedere se volevi passare alcuni giorni a casa mia insieme a me e a mia cugina (*e inventi il nome di tua cugina). Lei è arrivata ieri sera e mi ha subito chiesto di invitarti, ci manchi moltissimo. Ti ricordi quando quelle sere di estate andavamo sulla spiaggia e accendevamo il falò? Mi mancano quei momenti. E quando alle undici ci buttavamo tutti in acqua?

    Anche se quando verrai da me non potremmo fare niente di tutto ciò, io e (il nome di tua cugina) avevamo intenzione di andare a fare una passeggiata in montagna. Mio padre ci accompagnerebbe e insieme a lui andremo in giro per le campagne innevate. Staremo lì fino al crepuscolo, quando la neve incomincerà a diventare rosa, quando il cielo avrà le sfumature più belle e particolari. Sarebbe bellissimo andarci insieme a te, ci potremmo divertire moltissimo. Invece che nell'acqua ci potremmo buttare nella neve, rotolarci fino a stancarci. Potremmo poi, il giorno dopo, andare al centro e andare a fare un giro per i negozi.

    Vorrei tanto che venissi, ci divertiremo moltissimo.

    Ti voglio bene,

    (il tuo nome)

    Fonte/i: so che è corta ma puoi usare questa traccia come spunto e il resto della traccia la sviluppi tu.
  • Anonimo
    1 decennio fa

    caro...ti invio questa lettera per chiederti se vorresti passare alcuni giorni cn me a....(e scrivi il luogo)ci divertiremo un sacco.. la mattina faremo.....il pomeriggio.....ecc insomma scrivi cosa farete insieme e scrivi cose belle in modo tale k si convinca

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.