Anonimo
Anonimo ha chiesto in Notizie ed eventiGiornalismo e media · 1 decennio fa

AIUTOOO commento articolo di giornale..10 punti assicuratiii?

Acquaviva delle fonti (Bari) - Quanti anni può avere l´amore? Nasce da questa domanda, dalla faccia contenta di quattro nonni, quella spaurita di due bambini, gli occhi dicono grandissimi di una neonata, una delle prime storie da raccontare di questo 2011: una bambina di 13 anni ha messo al mondo un´altra bambina. Il padre ha 16 anni. I due si sono conosciuti sui banchi di scuola, erano bravi e oggi giurano di essere innamorati. Stanno tutti e tre bene, sono felici. La bambina è nata a Natale nell´ospedale ecclesiastico Miulli di Acquaviva delle Fonti, vicino Bari, distante pochi chilometri dal paese della provincia di Taranto dove vivono i due genitori-bambini. La loro non è una storia di degrado, ignavia o abbandono. Vengono da famiglie più che dignitose, i genitori sono ristoratori e uomini delle forze di polizia. Questa bambina non l´hanno cercata ma l´hanno voluta. Tutti e sei.

«Nessuno ha mai pensato di rifiutare questo dono, non si chiude la porta alla felicità. Questa è una storia di amore, amore e amore, lo scriva con la A maiuscola: l´amore, si sa, che non ha età» si affanna a ripetere uno dei nonni. «Ora lasciateli perdere questi ragazzi, io non capisco il perché di questo clamore - la nonna parla con la voce alta, arrabbiata - è successo, prima succedeva molto spesso, non dico che fosse la normalità ma era frequente, ma anche a quest´età può accadere di avere un bambino. La nostra è una famiglia sana, sapremo dare tanto amore». Quando hanno avuto la notizia della gravidanza, la famiglia della ragazza si è trasferita a Cassano delle Murge «per stare tutti più tranquilli». Il futuro papà spesso era da loro, ora non vivranno insieme ma accanto, «la bambina la cresceremo insieme». «Non è una bambola, lo sappiamo perfettamente» ripetono i nonni offesi. «Non le mancherà nulla: dove non arrivano i nostri figli, ci saremo noi». Tutto questo sarà verificato ora dai giudici del tribunale dei minori di Bari dove hanno aperto un fascicolo conoscitivo: ad avvisarli sono stati i medici e i servizi sociali dell´ospedale. Dove assicurano che tutto è andato bene anche perché la piccola è nata con un cesareo, per evitare a lei e alla mamma ogni sofferenza.

Proprio per l´intervento della magistratura, la neonata non è stata ancora registrata all´anagrafe della sua città: si attende la decisione dei magistrati minorili. I giudici nei prossimi giorni ascolteranno i genitori e i nonni della piccola per capire se le due famiglie sono in grado di poter badare autonomamente alla bambina come loro sostengono.

Intanto dall´ospedale fanno sapere di «non avere alcun imbarazzo rispetto alla vicenda: la nascita è sempre una festa» dicono, loro che qualche anno fa finirono al centro di un dibattito per aver fatto nascere bambini con malformazioni gravissime. Certi di morire dopo poche ore. Dalla Regione e dal comune di residenza dei ragazzi allargano le braccia. «In situazioni come queste spesso intervengono i servizi sociali: ma qui ci troviamo davanti a una famiglia normale. Non si poteva certo prevenire una situazione di questo tipo». «Loro sono dei bambini, una storia come questa rappresenta la prova che serve un´informazione diversa a scuola sul sesso, anche alle medie - spiega Elena Gentile, pediatra, esponente del Pd - Detto questo non leggiamo questa vicenda come un melodramma. Ne ho viste parecchie partorire a quell´età, alla fine anche quello è un pezzo di vita». A proposito: quando è uscita dall´ospedale la bimba aveva una tuta rosa, e un cappello fatto a mano bianco. Ha molti capelli, tutti neri.

aiutatemi per favore ho da fare 3 articoli e nemmeno so come si fanno...almeno datemi qualche dritta o consiglio per questo quì sopra...grazie un bacio =)

2 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita
  • ?
    Lv 4
    4 anni fa

    la storia passata non è conosciuta? A cosa serve studiare? A cosa serve al Papa predicare se poi razzola cosi'? Dov'è il famoso amore di Dio? Una debole scusa da parte del Papa? A partire dal 1492? la storia insegna la cattiveria dell'uomo, le azioni dell'uomo, la sua cupidigia.. Chi si arroga il diritto di ledere nel nome di Dio? Puo' un Padre ferire cosi' com'è stato fatto dalla chiesa nei secoli ? Dio desiderava tutto questo? Una debole scusa cambiera' le sorti di tutti quelli che hanno pagato l'arroganza umana con la loro vita? Milioni di Indios... e ancora prima di altri popoli che non volevano uniformarsi ai dogmi cattolici... Dov'è Dio in tutto questo passato di sangue? Vedi, parlo da credente, perche' io credo in Dio, ma non perche' ho paura o altro, perche' ho trovato Cristo nel mio cuore che con amore desidera essere amato e non vuole etichette da seguire e non desidera sezioni e sa bene che siamo solo creature e non c'è nessuno giusto sotto questo cielo e nessun Vicario di Dio... Umilta'... parola preziosa inesistente nel vocabolario di tutti le religioni... Amore vero che è l'amore di Dio e non quello che gli uomini esaltano according to rispondere alle loro fobie e incapacita' esistenziali.. Dio e' in tutte le cose.. ma mai.... in un gesto offensivo o peggio in un gesto che procura la wonderful di una vita..!! Dio dona la vita e coloro che la tolgono nel suo nome.. non saranno giustificati in eterno.. Alba

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.