Cosa significa sistema politico liberale?

Cerco una definizione facile e chiara.

Grazie in anticipo, 10 punti al migliore!!!!!

4 risposte

Classificazione
  • 1 decennio fa
    Risposta preferita

    Per sistema politico Liberale si intende un ordinamento politico concorrente e quindi libero.

    Cioè nell'agone politico è ammesso chiunque abbia voglia o desiderio di concorrere in libere elezioni al fine di ottenere il potere Esecutivo di Guida della Nazione.

    Perché una cosa del genere si realizzi è necessaria una Costituzione Liberale.Cioè una legge sovrana che imponga la libertà politica ,giudiziaria,amministrativa,ect.

    L'esempio degli Stati Uniti d'America è chiarissimo: individui organizzati in partiti di riferimento concorrono in maniera assolutamente libera da qualsiasi impedimento, se non quello derivante dalle limitazioni per i delinquenti, alla conquista del Governo del Paese. I partiti sono privati.

    Lo si è visto con Obama. Un uomo che alla fine del 2007 praticamente era uno sconosciuto ha potuto essere eletto Presidente nel Novembre del 2008. Niente può impedire a chiunque di coltivare il sogno liberale del successo.

    Ti consiglio un libro nbellissimo " Alle origini della Libertà" di Von Hayeck .

    ciao.

  • Anonimo
    1 decennio fa

    DI SICURO NON è IL NOSTRO DATO KE BASTA LA PAROLA DI UNA DONNA PER FAR CONDANNAR UN UOMO SENZA PROVA

  • saga22
    Lv 6
    1 decennio fa

    chi ha i soldi fa come gl pare

  • Anonimo
    1 decennio fa

    Il liberalismo è un insieme di dottrine, definite in tempi luoghi diversi durante l'età moderna e contemporanea, che pongono precisi limiti al potere e all'intervento dello stato, al fine di proteggere i diritti naturali, di salvaguardare i diritti di libertà e, di conseguenza, promuovere l'autonomia creativa dell'individuo.

    Storicamente il liberalismo nasce come ideale che si affianca all'azione della borghesia nel momento in cui essa combatte contro le monarchie assolute e i privilegi dell'aristocrazia a partire dalla fine del XVIII secolo. Le matrici filosofiche del liberalismo sono il giusnaturalismo, il contrattualismo e l'illuminismo nella sua accezione individualistica e razionalistica.

    Il liberalismo ha contribuito a definire la concezione moderna di società, intesa come somma ed espressione delle varietà e singolarità umane, concernenti sia l'ambito spirituale come la sfera materiale.

    Inoltre il liberalismo è probabilmente la dottrina che ha più influenzato la concezione moderna della democrazia: si parla infatti di "liberaldemocrazia" in modo generico per indicare una moderna democrazia che non sia basata esclusivamente sulla volontà della maggioranza ma - anche e soprattutto - sul rispetto delle minoranze.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.