due domande ai TdG sul brano di Mt 22: vita paradisiaca e sorte celeste?

Leggete per favore questo brano evangelico al cap. 22 di Matteo:

23 In quello stesso giorno vennero a lui dei sadducei, i quali affermano che non c'è risurrezione, e lo interrogarono: 24 «Maestro, Mosè ha detto: Se qualcuno muore senza figli, il fratello ne sposerà la vedova e così susciterà una discendenza al suo fratello. 25 Ora, c'erano tra noi sette fratelli; il primo appena sposato morì e, non avendo discendenza, lasciò la moglie a suo fratello. 26 Così anche il secondo, e il terzo, fino al settimo. 27 Alla fine, dopo tutti, morì anche la donna. 28 Alla risurrezione, di quale dei sette essa sarà moglie? Poiché tutti l'hanno avuta». 29 E Gesù rispose loro: «Voi vi ingannate, non conoscendo né le Scritture né la potenza di Dio. 30 Alla risurrezione infatti non si prende né moglie né marito, ma si è come angeli nel cielo.

Ne colgo due considerazioni che fanno crollare simultaneamente due dottrine insegnate dalla Società Torre di guardia:

1 - Alla resurrezione non si prende nè moglie nè marito perchè si vive COME ANGELI NEL CIELO. Quindi la vita è completamente spirituale, non ci si sposa, non si fanno figli (perchè i volantini della Società Torre di Guardia sono pieni di foto di bambini graziosi?) e Gesù mostra una sorte celeste e non terrena. Come mai?

2 - Gesù pone nel cielo la sorte di tutte queste persone, i sette fratelli e la moglie di tutti. Ora, i TdG insegnano che in cielo potranno andare 144.000 persone soltanto. Ma queste persone (gli unti) sono morte tutte dopo il "patto" del giorno di Pentecoste. Invece nel caso della moglie e i sette fratelli, essi sono già morti quando Gesù discuteva con i sadducei, quindi sono morti sicuramente prima del patto. Come mai hanno una sorte celeste?

6 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Migliore risposta

    Mi hai preceduto. Non sono ferrata su Bibbia e Vangeli ma ho una certa dose di logica.

    Infatti volevo chiedere ai TdG come verrebbe risolto il problema dei vedovi nel loro paradiso terrestre dove la gente mangerà, berrà, lavorerà e presumubilmente avrà rapporti sessuali (perché proprio questi dovrebbero essere esclusi visto che tutto il resto resterà immutato?!?!) ? Quale dei due o tre coniugi di un vedovo o di una vedova si ricongiungerà all'amato/a? E gli altri?

    Bastano poche piccole considerazioni di ordine pratico per far capire che la loro dottrina è parificabile alla favola di Biancaneve o della Bella Addormentata nel Bosco Opterei per la pace .

    Io sono agnostica, quindi non di parte, ma se proprio devo credere a qualcosa di ultraterreno sceglierei la versione cattolica che prevede una vita eterna spirituale, quindi non complicata da irrisolvibili problemi pratici. Fra le due versioni è la meno assurda.

    @Paveway

    Noneh! La risposta dei TdG alla mia domanda fatta qualche giorno fa non è in linea con quanto dici. Tutti dovranno lavorare come fanno ora per procurarsi di che vivere, l'unica differenza è che lo faranno con gioia perché immuni dalla fatica. Peraltro i risorti saranno alcuni miliardi di persone... che ca.... di incarichi speciali dovrebbe avere Dio per tutta questa gente. Nemmeno quello di predicare il suo nome visto che saranno tutti "giusti". Più si discute questo argomento e più saltano fuori incongruenze irrisolvibili. Quanto a riprodursi.... ci mancherebbe solo questo visto che la terra sarebbe già ultra-affollata.

    Io riferisco solo quanto mi è stato detto. Personalmente trovo agghiacciante l'idea di vivere e lavorare per l'eternità, indipendentemente da uno stato di salute perfetto o quasi, senza nemmeno il miraggio del pensionamento. Potendo scegliere opterei per la pace eterna, nel senso di dissolvermi e non avere più rotture di scatole di alcun genere,

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Cavoli Pico, se c'è anche la moglie non può esserci paradiso!!!! :-)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    I TdG sostengono che quelli morti in precedenza, se ritenuti giusti da Dio saranno risuscitati in terra e saranno paragonabili agli angeli nel senso che non moriranno mai da quel momento in poi, come gli angeli non possono morire perché eterni, così anche quelli, giudicati giusti 1 volta sola per tutte, perché riuscitati da Dio quindi dichiarati approvati e giusti ai suoi occhi. La cosa curiosa è il perché non potranno sposarsi o avere figli. Probabilmente, saranno persone con incarichi speciali, non dovranno preoccuparsi di farsi una famiglia o di svagarsi con i piaceri della vita ma svolgeranno servizi particolari per conto di Dio, tipo gli unti, o tipo i principi costituiti in tutta la terra, gli anziani che serviranno come servitori di Dio. Non è mai stato detto che chi muore in tempi particolari è automaticamente unto e scelto come angelo da Dio, per essere scelti come angeli, la scelta proviene da Dio e sceglie solamente chi è adatto per lasciare la terra e divenire uno spirito con un potere superiore a quello di satana. Dio non da questa autorità a chi che sia, chi viene investito di questo potere Dio deve assicurarsi che questo angelo non abusi di questo potere e non provochi danni, quei 144 mila non sono angeli comuni, Dio li a elevati al più alto rango del reame celeste, i 144k sono gli angeli più alti nella creazione, probabilmente sono tutti alla pari di Gesù Cristo, l'angelo che ha creato tutto il regno celeste e l'universo materiale. Quindi Dio sceglie personalmente a chi da questa autorità e infinito potere. Dio fa alcune descrizioni di questi angeli, saranno generati in modo tale da essere loro stessi fonte del loro potere infinito, sono angeli che si autorigenerano all'infinito, sono immortali, nemmeno la gloria di Dio li può annientare, non esiste alcun angelo superiore a quelli, l'unico essere direttamente superiore a loro è Dio. E' possibile immaginare la gloria di un angelo di un scalino inferiore a Dio? Non è possibile per gli esseri umani. Per esempio basta guardare cosa ha fatto Satana a questo mondo, ed è solamente un angelo cherubino, infinitamente inferiore agli unti 144k.

    Nausica impossibile essere immuni alla fatica. Il corpo umano si affatica per indicare che deve fermarsi, se fosse non potrebbe essere un corpo umano e non avrebbe alcun limite. Saranno più resistenti ma non immuni a fatiche, e nemmeno alle malattie, potranno starnutire ma non si ammaleranno di influenza, si feriranno ma il processo di guarigione sarà molto più rapido ed efficace e via di seguito.

    Nella bibbia l'immortalità è esclusiva di Dio, Gesù Cristo e gli unti 144 mila. Nessun umano potrà avere l'immortalità, per esempio, se un perfetto essere umano si gettasse dalla scogliera e sbattesse sugli scogli in fondo, non rimbalzerebbe come una palla di gomma, si sfracellerebbe e morirebbe lo stesso. Se un angelo comune si buttasse dal cielo a 100 mila chilometri orari non sbetterebbe a terra la attraverserebbe senza alcun danno per se. Mentre GEsù Dio e gli unti sono immortali significa che vivranno per tutto il tempo che Dio vivrà, quindi sono indistruttibili e perenni per tutta l'eternità, non commetteranno mai errori come a fatto Satana, privo di quel piccolo particolare, l'immortalità. Difatti Satana verrà distrutto, quindi non è immortale.

    Dio non darà mai tale potere angelico a chi non è umile e ubbidiente al 100%, abbiamo visto cosa ha fatto Satana a questa terra con il suo potere. Dio si assicurerà di dare questa enorme autorità solamente a chi non userà questo potere contro di Lui e contro gli altri, un po come fece Satana approfittando del suo potere per attaccare Dio gli angeli e gli esseri umani.

    Quando viene detto che saranno come angeli, è nel senso che non si sposano come gli angeli, ne procreano come gli angeli, e che essendo risuscitati non moriranno mai più come non muoiono gli angeli, Non è che Dio risuscita chi il giorno dopo diventa suo oppositore e rinnega Dio, dovrebbe toglierlo nuovamente di mezzo. Dio sa esattamente se uno finirà di comportarsi così, risusciterà chi è realmente giusto, Dio può farlo, noi non di certo. Se Dio può riportare in vita qualcuno morto migliaia di anni fa, allora può fare e sapere qualsiasi cosa in anticipo, l'esempio banalissimo, l'apocalisse è già stata scritta, quindi Dio ha visto il futuro e lo ha fatto mettere per iscritto per il passato.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    se non ci fosse un teologo come te, a quest'ora saremmo perduti :D

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    ... su certe questioni e passaggi biblici vige "il silenzio degli innocenti" da parte dei tdg.

    :-)

    Ciao ...

    @Paveway: leggo che scrivi "Nella bibbia l'immortalità è esclusiva di Dio". Per la precisione Dio è eterno. Ed essere eterno non è la stessa cosa di immortale.

    Bye!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    9 anni fa

    Apocalisse 7:17 Gesù guida la grande folla alle sorgenti dell'acqua della vita

    Apocalisse 22:1 il fiume dell'acqua della vita scaturisce dal trono di Dio e dell'Agnello

    Apocalisse 4:2 il trono di Dio si trova in cielo

    Conclusione: In cielo si trova il trono di Dio e dell'Agnello. Da questo trono scaturisce il fiume dell'acqua della vita. Gesù guida la grande folla alla sorgente dell'acqua della vita. Se questa sorgente si trova in cielo, dov'è che Gesù guida la grande folla? :-)

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.