?
Lv 7

Quanto incide l'essere sacerdote in un comportamento xenofobo e razzista?

**Vittima di un paio di furti forse a opera dei Rom: ma poi colpevole di aver levato nei loro confronti parole da incubo. "Himmler dette l’ordine di aggiungere ad ogni convoglio di ebrei un vagone di rom: ma perché uno solo invece di due?". Parole sanguinose, allucinanti e delle quali lo stesso prete, e ci mancherebbe altro, si è pentito e strapentito, come confessa nell’intervista a fianco. Ma che sono scritte nero su bianco sul giornalino consegnato alle famiglie, a Natale addirittura.**

Fin qui la notizia (dopo la pubblicazione della domanda metterò il link)

Non è stato un moto d'ira, che potrebbe anche essere comprensivo...no! ...lo ha messo per iscritto, quindi convinto di ciò che scrivera.

Come commentare?

Aggiornamento 2:

.

@ TUTTI

E' ovvio che un sacerdote è un essere umano come tutti, ma leggere i dettagli aggiuntivi, no?

Chiedo un commento alla notizia della "Nazione", oltre che risposte alla domanda in neretto.

Aggiornamento 3:

@ Pietraro..

"Non pochi preti, ma soprattutto frati francescani furono protagonisti diretti dei massacri, come ampiamente dimostrato da documenti e testimonianze. Il più tremendo dei campi di sterminio, quello di Jasenovac, che nulla aveva da invidiare ai più tristemente noti campi nazisti per bestialità e spietatezza, fu diretto per quattro mesi, nell'autunno-inverno 1942-1943, dal francescano Miroslav Filipović Majstorović che, in precedenza, assieme ad altri monaci e a un prete, aveva organizzato massacri della popolazione ortodossa in alcuni villaggi serbi. È storicamente dimostrato che questo frate non soltanto diresse la liquidazione di oltre 40.000 persone, ma in non pochi casi provvide addirittura personalmente alle uccisioni. [7] Si noti però che Filipović era già stato sospeso a divinis ed escluso dall'ordine francescano.

Molti sacerdoti e persino alcuni vescovi scelsero di collaborare con Pavelić. Vi erano addirittura preti che prestavano servizio come guardie del corpo de

Aggiornamento 4:

del corpo del dittatore. Ivan Guberina, capo dell'Azione Cattolica, era fra questi. Un altro prete, Mate Mugos, scrisse su un giornale che in precedenza lo strumento di lavoro del clero era stato il libro delle preghiere ma ora era giunto il momento di usare il revolver.

Dyonisy Juricev, sacerdote antisemita, scrisse nel giornale "Novi List” che non era più peccato uccidere un bambino di sette anni. [8]

Fra i vescovi sostenitori di Pavelić spicca Ivan Saric. Nel pieno del terrore iniziale contro gli ebrei, il giornale della sua diocesi riportò il messaggio: "C'è un limite all'amore. Il movimento mondiale di liberazione dagli ebrei è un movimento per il rinnovamento della dignità umana. Dietro il movimento c'è Dio onnisciente e onnipotente". Saric fu anche accusato dell'appropriazione di beni di ebrei a scopo personale. [9]

http://it.wikipedia.org/wiki/Ustascia_e_Chiesa_cat...

Di solito sentirsi superiori o nel giusto (spesso perchè si ha au

Aggiornamento 5:

....si ha autorità su qualcuno), porta a comportamenti estremi, come anche quello che ho riportato sopra.

I sacerdoti sono investiti di autorità e quindi ritengo, alla luce dei fatti, che la "testata" della domanda sia più che pertinente.

8 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    Il primo sterminio di massa di Zingari per gassazione a Birkenau si ebbe il 23 marzo 1943. Nel 1944 venne liquidato l'intero settore del campo dove vivevano le famiglie zingare. Solo le parole di chi vide possono fare capire la foga dei criminali ex lege nazisti e la lotta per la vita delle vittime: " contro donne, bambini e vecchi i detenuti comuni tedeschi armati di mazze e coadiuvati dai cani. Improvvisamente l'aria fu lacerata dalle urla strazianti di un ragazzino che in lingua ceca implorava: "Prego, prego, signora SS, mi lasci in vita". Gli risposero soltanto i colpi di manganello. Infine tutti furono spinti a mucchi nei camion e condotti al crematorio. Cercarono ancora di resistere con tutte le forze, molti invocando ad alta voce la loro nazionalità tedesca.

    Si verificarono scene strazianti: donne e bambini si trascinarono in ginocchio davanti a Mengele e a Borger, urlando: "Pietà, abbiate pietà di noi". Invano. Furono abbattuti a randellate, calpestati e trascinati fino ai camion, caricati con la forza. Fu una notte terribile, allucinante. Nei cassoni degli autocarri furono gettati anche quelli che avevano perso la vita sotto i colpi di clava. I camion giunsero al blocco degli orfani verso le 22,30 e a quello di isolamento verso le 23.

    -----------------------------------------------------------

    Per commentare: forse la chiesa cattolica dovrebbe scegliere meglio i suoi sacerdoti, sara' perchè c'è penuria, ma eviterebbe alcune oscenita'.

  • 10 anni fa

    purtroppo l'essere sacerdote non ti salva dall'ignoranza, dalla stupidità e dal pregiudizio. ma il razzismo in un uomo di chiesa è quanto di più abbietto e rivoltante ci sia, dovrebbe essere sospeso dal sacerdozio, una persona così non ha niente da predicare a nessuno.

  • 10 anni fa

    come quando scrivi una testata giornalistica il titolo conta più del contenuto. Il tuo titolo è fortemente denigratorio verso i sacerdoti, poco importa che il contenuto è più equilibrato. Non tutti i sacerdoti sono xenofobi e razzisti: anzi la maggior parte ti posso assicurare che non lo è

    Il comportamento del sacerdote che hai citato è certamente esecrabile e degno di critiche

  • Serena
    Lv 7
    10 anni fa

    Credo che il razzismo sia una cosa indipendente dal lavoro o dalla funzione che svolge una persona all'interno della società.

    Il razzismo alberga nell'uomo indipendentemente dal fatto che sia un sacerdote, uno spazzino, un impiegato, un uomo politico e così via dicendo.

    Ci sono uomini e uomini.

    Ciao

    -----

    Riguardo l'articolo della "Nazione", mi sembra che esprima chiaramente un giudizio negativo nei confronti del sacerdote in questione, giudizio che mi trova pienamente concorde.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • leila
    Lv 6
    10 anni fa

    Incide molto visto che il sacerdote è un punto di riferimento per i fedeli e dovrebbe rappresentare la chiesa,lo stesso capita con gli imam ignoranti che vanno a dire cose assurde e poi la gente pensa che sia la religione a dire certe cose quando invece è solo un' idea personale sbagliata che hanno queste persone.Pace a voi

  • bado
    Lv 4
    4 anni fa

    Concordo al one 0 one% e aggiungo che la donna e l' uomo sono complementari anche nella crescita dei figli e nella conduzione della famiglia. Non mi si dica che i bambini crescono bene anche con l' assenza del padre o della madre, si è vero crescono ma sicuramente parlando con loro scopri che qualcosa gli è mancato. @ roberta: se sostieni che sia così normale l' umanità ora non esisterebbe a meno chè non fossimo ermafroditi. Se tuo padre fosse andato con un uomo invece che con tua madre, a quest' ora saresti in qualche depuratore fognario.

  • 10 anni fa

    l' essere sacerdote in un comportamento xenofobo e razzista,può incidere,o non,perché:il sacerdote,è un essere umano come noi,con poche virtù,e tanti vizi,può avere: dei comportamenti,sia di ira,o di bontà,se non fosse così...non sarebbe: un essere umano,ma una Divinità.ciao

  • 10 anni fa

    dipende dalla tua religione:se sei cristiano certe idee sono incompatibili- se sei islamico potresti anche fare carriera

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.