Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

No. ha chiesto in Scienze socialiInterpretazione dei sogni · 1 decennio fa

Qualcuno mi aiuta a interpretare questo sogno?

Non lo ricordo perfettamente, mi manca tutta la parte iniziale.

La prima scena che ricordo è di me coricata nel mio letto della mia casa precedente (nella quale ho vissuto per undici anni fino a quest'estate) la stanza però era molto più piccola. Dentro il muro alla mia sinistra c'era un ragazzo, del quale sporgeva solo la testa. Io però non ero stranita da questa situazione. Come se fosse una persona che conoscessi gli dico "Nicola, cosa ci fai nel muro?" e lui mi risponde tranquillo "Volevo stare qui per un po'". Io mi metto a dormire, e quando mi sveglio lui esce dal muro lasciando la sua sagoma e dicendo che a breve sarebbe tornato apposto. Io vado a lavarmi, e quando torno vedo che il muro è diventato come una specie di plastilina e si sta richiudendo. Poi questo ragazzo mi spinge da dietro e con aria agitata mi dice di mettermi a correre. A quel punto scappiamo fino a una strada deserta di campagna (posto che io non avevo mai visto, ma associavo alla mia casa attuale). A un certo punto, quando ormai si stava facendo buio, la strada si biforcava. Io continuavo sulla sinistra, mentre lui correva a destra (dove c'era una grande discesa) e mi diceva di non seguirlo. In quel momento arrivano i miei genitori con la macchina di mio padre, e mamma arrabbiata mi fa entrare in macchina. Le chiedo cosa fosse successo e lei mi risponde che era arrabbiata perché papà era andato a casa di una persona (non ricordo chi) a cercare lavoro. Nella mia mente associavo l'immagine di "casa-della-persona" a un giardino piccolissimo, trascurato e pieno di spazzatura, dove c'erano due oche. Successivamente i miei mi portano in una zona che ricorderebbe molto un gioco per PC. era a forma di cono capovolto, al centro era profondissima e intorno era circolare (inclinata) e vastissima. Era un campo completamente coltivato, dove correva un numero incredibile di conigli marroni. Mio padre correva con l'auto e io gli gridavo di rallentare perché investiva i conigli. Ci ritroviamo in un viale di un parco, illuminato da dei lampioni. Mia madre mi dice "Mi sa che ti stanno facendo le corna" io penso al ragazzo che prima si trovava nel muro, come se fosse il mio ragazzo, e dico "No, ma Nicola scherza" e lei mi spiega che Nicola aveva fatto dei disegni strani nella sala da pranzo di casa nostra. Successivamente mi viene in mente il mio ragazzo, quello che ho nella vita reale, e mi sento in colpa. Ero in un negozio di giocattoli per animali. Prendo il cellulare e scrivo a Nicola "è meglio che non ci sentiamo più". Quando torno a casa (casa attuale) trovo dei fogli sparsi con degli intrecci di rovi, e gli spazi tra una pianta e laltra formavano le scritte "Ti amo" "Morirai" "Niko" o "Nica". Accendo il computer e un sacco di immagini simili partono a raffica sul monitor, e nell'ultima tra i rovi c'erano delle palline con le faccine, simili alle emoticon di msn, che io associai alla mia morte. Cancellai Nicola dai social networks e cancellai il suo numero dal cellulare. Poi suonò il citofono, e io credendo fosse lui esitai ad aprire. Quando aprii e scesi in strada (strada di casa vecchia) mi comparve davanti mia zia, con un impermeabile rosa lungo fino ai piedi e un bastone, che in una busta di plastica mi portava dei giocattoli a forma di teschio per il mio cane e il mio gatto. Io la ringrazio e vado a dormire. [Nella scena in cui dormivo ero tatalmente cosciente di star sognando, e visto che il sogno mi stava angosciando ho cercato di svegliarmi ma non ci sono riuscita]. Nel momento in cui mi svegliavo c'erano un sacco di parenti a casa. Ci sediamo a tavola per pranzare e un uomo tra loro - che non stavo riconoscendo ma che sentivo familiarissimo - inizia a infastidirmi. Stessa cosa mio cugino di sei anni. Allora guardo l'uomo e gli dico "Tu sei Nicola". Lui sorride, afferma di sì e a quel punto mio cugino dice "Anche io sono Nicola!" e cominciano a inseguirmi. Io scappo. E l'ultima scena che ricordo erano le oche del giardino in cui era andato mio padre morte.

Scusate, ho scritto un poema. Premetto che questo Nicola non esiste ._. e che non ho nostalgia della mia vecchia casa. Se mi vengono in mente altre scene le aggiungo nei dettagli

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 decennio fa
    Risposta preferita

    La cosa principale che bisogna capire e' il senso di quello che il sogno dice e secondo me il problema principale (non so' quanti anni hai ) sarebbe, se e' nella tua realta', che hai paura del rapporto con gli uomini, quindi se e' il caso non avere fretta e vedi che questo sara' il tuo destino.

    Auguri e ciao

  • 1 decennio fa

    Se non aggiungi le altre scene, non possiamo interpretarlo è molto coinciso il tuo sogno. Sono sufficienti altri dettagli.Questi sono pochi. Ecco perché nessuno riesce ad intepretarlo.Ciao rocco b.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.