ciccio
Lv 4
ciccio ha chiesto in Scienze socialiScienze sociali - Altro · 1 decennio fa

Poliamore: come sarebbe una società in cui lo si pratica diffusamente?

Lo immaginate come un evoluzione o un involuzione dell'uomo? O e' troppo distante da quello che è il comportamento innato degli uomini?

Aggiornamento:

@ danimedico. Se tu stessa dici che le "tentazioni" durante il corso della vita ci sono, perchè Dio ce le ha messe? E perchè la felicità di cui parli deve essere necessariamente vissuta con un solo uomo o una sola donna? In fondo, il volere tutto per noi qualcuno/a, non è un gesto di egoismo?

2 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Beh Ciccio in alcune culture lo si pratica. Non so come lo immagino, non me lo sono mai chiesta. Forse nella nostra società sarebbe dura poterlo attuare per il fatto che siamo cresciuti qui, dove non è nemmeno consentito pensarlo. Direi che non dipende dal comportamento innato degli uomini, bensì dal condizionamento nel quale ci siamo ritrovati sin dalla nascita. Non mi è semplice risponderti. Ciao!

    Aggiungo: stellino in quanto è interessante la domanda.

  • 1 decennio fa

    Scusa, ma il soggetto della frase quale è ?

    Scusami tanto, Ciccio.

    Ero stanca e invece di leggere " poliamore " ho letto " parliamone " da qui l'equivoco.

    Il soggetto c'era.

    Di nuovo scusami, ma l'argomento non mi tocca, forse per la mia età...

    Per quanto mi riguarda, sono fedele per natura, non accetto la possibilità di unioni con menage a trois o più. Per me l'Amore è 1 e solo 1 .

    Durante i molti anni di matrimonio - felice, direi , pur con alti e bassi, come per tutti - è capitata la simpatia la tentazione, certamente, ma si pensa all'uomo che Dio ci ha dato, alla giovinezza passata insieme, ai figli cresciuti, alle difficoltà superate, e tutto non si può e non si deve mettere nella spazzatura per una infatuazione che non è altro che semplice stanchezza.

    Basta reinnamorarsi del compagno di una vita, io lo faccio ogni 5 - 7 anni, con la forza della mia volontà, con la forza del mio amore, con la forza della mia comprensione... e lui, mio marito, fa lo stesso.

    E' bellissimo incontrarsi a letto la notte e scaldarsi, stringersi le mani e addormentarsi senza bisogno di parole.

    Non baratto questo con niente altro, non mi accontento di niente di meno.

    Ti auguro di provare anche tu questa gioia, la semplice felicità del vivere quotidiano.

    Buon Anno !

    La felicità vera è nel possedere l'Assoluto, e questa nessun essere umano può dartela, tantomeno 2 o 3. Su questa terra abbiamo i nostri compagni di viaggio : genitori, moglie/marito, figli, qualche buon amico.

    Non c' è amore che tenga, di fronte all'Amore !

    Parlo del mio Gesù, fratello, amico, sposo (mio marito non è geloso, anzi condivide ... poliamore ?)

    amante e padre.

    Il mio tutto.

    Ma si tiene abbastanza nascosto, non si fa stanare facilmente, anche Lui è libero di farsi conoscere, e non è facile entrare in Sua intimità .

    Le tentazioni fanno parte della prova; nel deserto Gesù stesso fu per ben 3 volte tentato da satana..

    Sta a noi riconoscerle e superarle vittoriosamente.

    Grazie della bella chiacchierata

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.