Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneScuole primarie e secondarie · 10 anni fa

Tema per Leopardi datemi un voto!?

Giacomo Leopardi nasce a Recanati nel 1798. Nasce da una famiglia nobile in piena crisi economica. Sua madre si chiamava Adelaide e suo padre Monaldo. Viveva in pieno illuminismo ed era primogenito. Sin da piccolo studia con dei preti, poi a 9 anni, per 7 anni si dedica ad uno studio "matto" e "disperatissimo". In quegli anni scrive dei temi eruditi e noiosissimi sull'astronomie.In quei tempi conosce Pietro Giordani, un ragazzo che aveva idee decisamente democratiche. Si informa anche sul romanticismo estero leggendo Gothe e su quello italiano leggendo Madame De Style. In quegli anni scrive L'Infinito e lo Zibaldone, un suo diario. Verso il 1822 si dirige a Roma ma ci rimane solo 1 anno poiche la definisce squallida. Quindi va dallo zio a Milane nel 1825, e l'editore Stella, gli da un posto di definitore sul suo giornale, ad esempio scriveva alla fine dell articolo cosa voleva significare una parola che magari era difficile. Verso il 1826 si dirige a Firenze, dove conosce una comunità di artisti (tra i quali Alessandro Manzoni) scrive un giornale di nome L'Antologia.Verso il 1828 si trasferisce a Pisa, dove felice, scrive A Silvia. Si innamora di una giovane ragazza di nome Fiammetta, che pero lo tratta malissimo. Nel 1830 si trasferisce a Napoli dove incontra Antonio Ranieri. Fa amicizia con lui, e lo fa conoscere anche a casa sua. Muore poi nel 1837 per malattia o per questioni relative al cibo. Secondo Leopardi, l'uomo è infelice: questo perche non riesce ad immaginare. Leopardi da questo punto di vista è un "bambino", poiche gli piace l'idea di un mondo tutto suo, dove ad esempio una scopa puo essere un cavallo o una riga una spada. Secondo lui erano molto fortunati gli uomini primitivi poiche visto che conoscevano limitatamente il mondo, potevano immaginare. Leopardi è un tipo che cambiava idea facilmente: ad esempio all inizio diceva che la natura è benevola, una seconda volta dice che è matrigna. E'indifferente all'uomo. Secondo lui, l'uomo è PESSIMISTA di natura. Leopardi scrive molte opere famose, citiamo L'infinito, scritta nel 1819, una delle sue famosissime opere, descrive il piacere. Viene pubblicata 6 anni dopo nel 1825. Citiamo anche il suo diario, lo Zibaldone, dove scrive cosa ne pensava del mondo, dal 1817 al 1832.

Datemi un voto è un tema di 3 media domani abbiamo la verifica...potrebbe andare bene?

Aggiornamento:

Vi faro sapere cm è andata

5 risposte

Classificazione
  • 10 anni fa
    Risposta preferita

    8

    Fonte/i: me
  • Anonimo
    10 anni fa

    Giacomo Leopardi nasce a Recanati nel 1798, da una famiglia nobile in piena crisi economica. Sua madre si chiamava Adelaide e suo padre Monaldo. Viveva in pieno illuminismo ed era primogenito. Sin da piccolo studia con dei preti, poi a 9 anni, per 7 anni si dedica ad uno studio intenso, quasi "disperatissimo". Dedicandosi principalmente alla stesura eruditi sull'astronomia. In quagli anni conosce Pietro Giordani, un ragazzo dalle idee decisamente democratiche. è un lettore del romanticismo estero Principalemente di Gothe, rappresentate del romanticismo Tedesco, e delle opere di Madame De Style. In quegli anni scrive L'Infinito e lo Zibaldone, un suo diario. Verso il 1822 si dirige a Roma ma la sua permanenza dura solo 1 anno, definendola sua esperienza squallida. Quindi va dallo zio a Milane nel 1825, dove l'editore Stella, gli da un posto nel suo giornale, per la precisione, definitore, ad esempio scriveva alla fine dell articolo il significato delle parole che magari potevano essere difficili da capire per i lettori. Verso il 1826 si dirige a Firenze, dove conosce una comunità di artisti (tra i quali Alessandro Manzoni) scrive un giornale di nome L'Antologia.Verso il 1828 si trasferisce a Pisa, dove felice, scrive A Silvia. Si innamora di una giovane ragazza di nome Fiammetta, che pero lo tratta malissimo. Nel 1830 si trasferisce a Napoli dove incontra Antonio Ranieri con il quale stringerà una forte amicizia, tanto da avere il piacere di farlo conoscere alla sua famiglia. Muore poi nel 1837 per malattia o per questioni relative al cibo.

    Uno dei principali pensieri di Leopardi,che caratterizzano le cose che scrive è che l'uomo è infelice: questo perchè non riesce ad immaginare una vita serena e senza sofferenze. Rimane legato come un "bambino", all'idea di un mondo tutto suo, dove ad esempio una scopa puo essere un cavallo o una riga una spada, nel senso in cui alle cose ancora non è assegnata una parola. Secondo lui erano molto fortunati gli uomini primitivi poiche visto che conoscevano limitatamente il mondo, potevano immaginare. Leopardi è un tipo che cambiava idea facilmente: ad esempio all inizio diceva che la natura è benevola, una seconda volta dice che è matrigna. E'indifferente all'uomo. Secondo lui, l'uomo è PESSIMISTA di natura. Leopardi scrive molte opere famose, citiamo L'infinito, scritta nel 1819, una delle sue famosissime opere, descrive il piacere. Viene pubblicata 6 anni dopo nel 1825. Citiamo anche il suo diario, lo Zibaldone, dove scrive cosa ne pensava del mondo, dal 1817 al 1832.

    Ti ho corretto qualcosina vedi se ti piace, Cmq Come lo avevi fatto tu ti avrei dato un 7.. Non che con le mie correzioni cambi granchè, ma per essere un tema di 3° media è molto buono. Bravo.

  • Anonimo
    10 anni fa

    bellissimo l ho fatto 3 anni fa identico al tuo proprio uguale uguale apparte qualche parola e mi avrebbe dato 10 se non fosse per tutti gli errori ortografici che faccio quindi controllalo un bel po di volte mi raccomando se fossi nella prof 9.5 10 ci sta sicuramente ...

  • Anonimo
    10 anni fa

    dove ce scritto fin da piccolo studia con i preti sistemalo e diventa fin da piccolo studiò con i preti poi e tutto apposto secondo me questo e un tema da 10

    Fonte/i: me
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    10 anni fa

    se l'hai fatto veramente senza guardare sul libro...è 10 o poco -!! Considera ke ank'io faccio la 3°à e per leopardi, avendo scritto la metà delle tue cose ci ho preso 8 1/2 quindi...si bello...rakkiude tutto!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.